Viaggio in Salento

Messapia è l'antico nome del Salento: Terra tra i due Mari. Il popolo che qui abitò aveva origini illiriche… Il Salento è Oriente, Antica Roma e Grecia, in una fusione storico artistica di rara bellezza. Il Salento è la costa ...

  • di Francesco Lengua
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Messapia è l'antico nome del Salento: Terra tra i due Mari. Il popolo che qui abitò aveva origini illiriche... Il Salento è Oriente, Antica Roma e Grecia, in una fusione storico artistica di rara bellezza.

Il Salento è la costa orientale, la Porta d'Oriente che ospita la splendida Otranto.

Il Salento è Santa Maria di Leuca che divide Adriatico e Ionio, terra bianca di vento.

Il Salento è la costa occidentale di Gallipoli.

Il Salento è la Capitale del Barocco:Lecce.

Il nostro viaggio alla scoperta della penisola pugliese ci porta attraverso paesaggi ventosi e selvaggi, vedute a picco sul mare, torri di guardia che rievocano i frequenti assalti turchi.

Santa Cesarea Terme è la prima tappa del nostro itinerario, piu volte soggetto a cambiamenti! Il paesino a sud di Otranto è estremamente tranquillo offre ben poco oltre a una strepitosa vista sulla villa privata con cupola orientaleggiante. Qui una potente famiglia di Maglie si fa costruire un originale residenza con cupola, colonne, iscrizioni arabe e bifore. Una serie di elementi che rievocano l'Oriente magico ma Santa Cesarea è tutta qui. L'ufficio del Turismo è perennemente chiuso e una volta trovato aperto presenta scarsissimo materiale per turisti. Grossa mancanza di tutti gli APT che abbiamo visitato. I ristoranti di Santa Cesarea sono pochi e poco appetibili! Dopo un affannosa ricerca per i vari livelli e le varie "terrazze" troviamo un ristorante alla nostra portata (Il "Villino" ci sembrava troppo caro! Tiratissimo...). LA TORRE ecco il nostro giudizio Ambiente 5 - Qualità cibo 6 (mangiare il pesce surgelato a due passi dal mare non fa piacere!) - Qualità servizio 7 - Rapporto Qualità prezzo 5 (Mica abbiamo speso poco...).

Santa Cesarea MANCA DI SPIAGGE come tutta la costa orientale da Otranto a Santa Maria di Leuca. Noi non lo sapevamo... L'appartamento fornitoci dall'agenzia Blutur (efficiente e cordiale) ha una bella vista sul mare ma questo posto ci va stretto e fuggiamo verso Otranto...

Otranto è il cuore del Salento.

"Città dalle molte acque", città dove anche le maestose mura che la fortificavano raccontano storie nascoste di civiltà passate, dove passeggiando tra i monumenti o vagando per il centro storico si possono sentire echi di voci passate che ancora non vogliono abbandonare quel luogo tanto decantato da poeti e scrittori.

Otranto pulsa di vita e di storia, le spiaggette a due passi dal centro storico ospitano le nostre colazioni al mattino e i nostri sguardi sul tramonto.

Il fulcro della storia di Otranto si posiziona intorno al 1480. In quegli anni i Turchi, guidati da Achmet Pascià (croce e delizia del paese visto che un ristorante porta il suo nome!) assediarono la città obbligando gli abitanti ad abbracciare la fede islamica. A seguito del loro rifiuto 800 persone furono decapitate. Le ossa e i teschi dei martiri sono ospitate nella splendida Cattedrale. 7 teche immense ricordano il dramma di un popolo e mettono l'uomo di fronte al ricordo della propria mortalità. La visione è estremamente suggestiva cosi come lo splendido mosaico che copre tutto il pavimento della chiesa. Questo mosaico è tuttora l'unico esistente nella sua completezza nella terra d'Otranto. Carico di simbologie raffigura tre alberi che rappresentano tutta la storia della vita umana. Da non perdere la cripta della cattedrale di chiare origini paleo cristiane ospita 68 colonne con stile e materiali differenti.

Otranto è il labirinto di viuzze affascinati che ti invitano a scoprire il centro storico e i mille negozietti di artigianato locale. Impossibile rimanere senza sandali di cuoio. Prodotto tipico talentino insieme alle massaie di ceramica, le orecchiette e le puccie (pane con olive o verdure e peperoncino da non perdere ma da mangiare con cura, attenzione ai denti le olive non sono denocciolate!)

  • 17664 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social