Tra brava AGRI-GENTE IN BICI

Viaggio in SICILIA 21Maggio-06 Giugno 2005 tra brava AGRI-GENTE protagonisti 1- forza motrice 2- la “”ragassa”” 3- vettore di terra DIARIO Domenica 21 Maggio Ore 7 finalmente in sella alla bici con un carico posteriore non indifferente, parto con destino ...

  • di Spasso Spasso
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Viaggio in SICILIA 21Maggio-06 Giugno 2005 tra brava AGRI-GENTE protagonisti 1- forza motrice 2- la “”ragassa”” 3- vettore di terra DIARIO Domenica 21 Maggio Ore 7 finalmente in sella alla bici con un carico posteriore non indifferente, parto con destino Bologna: sosta a Nogara per leggero spuntino e al bivio per Crevalcore con pranzo vero e proprio a base di frutta e carboidrati quindi alle ore 13.30 sono seduto ad un tavolino di un bar di Bologna per visionarmi il gran premio di formula uno a Montecarlo.. Praticamente il circuito più emozionante dell’intero circo ..

Termina il gp di F1 e raggiungo la stazione, smonto la ragassa e salgo sull’espresso per Agrigento affollatissimo e subito brutta sorpresa : il posto per i bagagli non c’è, e’ stato del tutto occupato da un tipo maleducato assa’; con un tono deciso e risoluto glielo faccio notare ed ecco che il bulletto, con fare spazientito e sbuffando, sposta altrove un po’ del suo bagaglio della serie traslochi: il tipo è il classico stronzetto di provincia che cmq durante il viaggio verrà ammansito.. Altri compagni di viaggio: un tipo di Caltagirone senza sale e pepe ed una signora siciliana emigrata a Brescia: classica zitella e a dire il vero anche un po’ sciapa e senza sugo il viaggio scorre più o meno liscio peccato si traghetti di notte... cmq ho la possibilità: di andare sopracoperta per dare un’occhiata a Messina che si sta risvegliando, andare in bagno e chiedere inutilmente una fetta di limone per disinfettarmi un bubboncello che mi sta infastidendo il labbro superiore parte sx Lunedì 22 Maggio La Trinacria mi accoglie in une bellissima giornata di sole, rivedo a bordo del treno Taormina, Catania e quindi ci si addentra per l’interno della Sicilia con bei panorami che posso godere alla grande esaminandoli nei minimi particolari vista la velocità del treno.. Da tradotta ... Alle 11.30 puntualissimo arrivo ad Agrigento (devo fare tesoro del discorso bagagli per il ritorno) la stazione si trova ad un piano inferiore a quello stradale e quindi, piuttosto di tirarmi dietro e su per le scale il pacco della bici, preferisco montarmela dabbasso e questa manovra incuriosisce gli ultimi passeggeri che si attardano a guadagnare l’uscita.

Qualcuno mi rivolge qualche domanda cui rispondo nel modo più educato possibile.. Chiedo info per raggiungere il camping.. Devo scendere fino a mare lungo una strada in forte pendio e lungo il tragitto il freno posteriore si allenta: me ne accorgo e riparo al volo smarrendo una chiave esagonale cavolo cominciamo bene... raggiungo il camping passando attraverso la valle dei templi :meravigliosa!!! Quindi eccomi arrivato dopo avere accattato un po’ di pane e latte con mani insudiciate.. Conosco il titolare, le figlie ed il clan: 4 chiacchiere, mi accompagnano a visitare il campeggio trovo la zona d’ombra ove monto con discreta velocità la tenda quindi esco trovo un supermercato di surgelati con prezzi buoni e cassiera molto gentile: assaggio una cassatina indi cerco frutta fresca e la pago salatissima: devo andare al villaggio Mose’ per trovare prezzi migliori, mi dicono i locali; ritorno al market del surgelato, compro la verdura surgelata e provo a cuocerla agni ma il fornello elettrico fa una vampata pur tuttavia facendo il suo lavoro cosicchè cucino uova e verdura anche se un po’ alla sanfasò, ma riesco ad imbastire una cenetta dignitosa.

In serata mi avventuro senza luci verso il lido in quanto il camping è a cotè du mer ma non dans le mer; in compenso è nuovo e la gestione è inappuntabile: sembra di essere a Merano o sul lago di Como... lo struscio sul lungomare è tipico da Rimini Trovo un ristorante che propone pesce in abbondanza per euri 15, chiedo info e mi assicurano essere conveniente ...Quasi quasi una scorpacciata... Vedremo..Ritorno in camping, quindi gonfio il materassino che a Verona sembrava integro ed invece durante la notte perde aria cmq quel tanto che una sola rigonfiata in zona spender acqua lo rende funzionale Meno male in compenso il guanciale non funge ma per quello è bastevole qualsiasi cosa che faccia volume.. Dormo profondamente fino al mattino successivo Martedì 23 Maggio Prima vera giornata ad Agrigento: salgo in città con la bici .. Passo nei pressi dello stadio e mi fermo a consumare un po’ di frutta a prezzi meno esosi di quanto comprata il giorno precedente quindi proseguo per la sommità ove deposito la bici vicino alla stazione quindi cerco una chiave esagonale in negozio di ferramenta ma vendono solo il set completo: costa “”masa””, allora scendendo per via Imera trovo degli empori gestiti da cinesi che ne l’hanno trasformata in una piccola China town ed acquisto il set a poco prezzo... In fondo alla via Imeria ci sono due hard discount di cui uno ard è veramente eccezionale con prezzi imbattibile specialmente nelle offerte speciali ad 50 centesimi.. Diventerà questo uno dei punti fissi per gli acquisti pappatory: favolosi i granary, biscotti ai cereali poco zuccherati e molto appetitosi

  • 416 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social