Viaggio nel centro Italia attraverso Umbria, Lazio ed Emilia Romagna

In giro per Orvieto, Viterbo, Bomarzo, Civita di Bagnoregio e Brescello

  • di riva2000
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Questo viaggio nasce dall'idea di perderci negli splendidi borghi dell'Umbria e del Lazio, pianificando alcune tappe, ma lasciando anche del tempo a mete non preventivate.

Itinerario in breve

Giovedì 29 Marzo: Orvieto, Duomo di Orvieto, Pozzo di San Patrizio, Torre del moro

Venerdì 30 Marzo: Spoleto, Duomo, luoghi della serie tv Don Matteo, Sant’Eufemia, Bosco dei mostri di Bomarzo.

Sabato 31 Marzo: Orvieto sotterranea, Museo Faina, Labirinto di Adriano, Civita Bagnoregio, Pozzo della cava.

Domenica 1 Aprile: Brescello, museo Don Camillo e Peppone

Lunedì 2 Aprile: Rientro

Diario di Viaggio

Giovedì 29 Marzo

Raggiungiamo la bellissima città di Orvieto in auto e accediamo al Bed and Breakfast che abbiamo prenotato a due passi dal duomo in pieno centro storico; parte del centro è ZTL ma esiste un percorso accessibile che ci permette di scaricare i bagagli; la zona non ha parcheggi per i non residenti e quindi riportiamo l’auto in uno dei parcheggi alla base della città: questi parcheggi pubblici sono a pagamento ma per fortuna il nostro Bed and Breakfast ci fornisce gratuitamente un abbonamento per tutto il periodo. Dal parcheggio esiste un percorso meccanizzato (ascensori e scale mobili) per risalire al centro storico. Raggiungiamo immediatamente piazza del Duomo dove ci soffermiamo ad ammirare la splendida facciata, difficile rimanere impassibili di fronte a tanta bellezza; proprio di fronte al Duomo c’è il centro informazioni dove acquistiamo la Orvieto card al costo di 20 euro: la consiglio perché Orvieto non è grandissima e le maggiori attrazioni turistiche sono comprese nel prezzo, inoltre la carta permette l’uso gratuito dei bus elettrici del centro. Contestualmente prenotiamo la visita ad Orvieto Underground per il sabato successivo. Lasciamo l’ufficio del turismo ed entriamo nel Duomo di Orvieto: percorriamo una delle vaste navate per raggiungere in fondo a destra la stupenda cappella di San Brizio con gli affreschi del Beato Angelico e di Signorelli: si tratta di una visita imperdibile, guida alla mano trascorriamo 40 minuti rapiti dalla bellezza di questa cappella, consiglio un piccolo binocolo per teatro per riuscire ad ammirare i dettagli di tutti gli affreschi qui presenti.

Lasciamo la piazza e raggiungiamo in circa 1 km il pozzo di San Patrizio percorrendo via Cavour, mostriamo la orvieto card in biglietteria per ritirare il biglietto elettronico che consente l’accesso al pozzo di San Patrizio. Il pozzo di San Patrizio è profondo 54 metri e composto da due scale a spirale una usata per scendere ed una usata per salire; anche in questo caso il sito è veramente unico, numerosi finestroni permettono il passaggio della luce; la cosa veramente interessante è la possibilità di raggiungere il fondo del pozzo e da lì avere una vista completa fino alla sommità; per fortuna non troviamo molti turisti e possiamo catturare immagini uniche del pozzo. Risaliamo utilizzando la seconda scala e ci riportiamo su corso Cavour. Sono le 18:00, il nostro obiettivo è salire sulla Torre del Moro prima della chiusura prevista per le 19:00. Saliamo i circa 250 scalini e raggiungiamo la sommità, la vista spazia su tutta Orvieto, siamo quasi al tramonto, nessun altro turista, ci godiamo la splendida vista del Duomo e di tutta Orvieto dall’alto

  • 4274 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social