La campagna in città

La (ri)scoperta dell’agricoltura dove meno te l’aspetti: i prodotti a chilometro zero nelle aree dei grandi centri urbani

 

Le grandi città offrono incredibilmente vaste aree di verde e di vera e propria “cam­pagna”. Io-Patrizio, realizzando puntate di Italia Slow Tour e Linea Verde, ho fatto dei “viaggi nella natura” restando ai margini e a volte addirittura dentro il centro di Roma e di Milano, e vi segnalo qualche itinerario...

ROMA: IL COMUNE PIÙ AGRICOLO D’EUROPA

Con una SAT (Superficie Agricola Totale) pari al 45% della superficie totale del Comune, Roma è il più grande polo agricolo d’Europa. A me è capitato il privilegio raro di sorvolare un paio di volte la Capitale in elicottero e dall’alto vedi cose incredibili: dentro la cerchia del Grande Raccordo Anulare prevale assolutamente il colore verde. Ci sono campi coltivati, parchi e veri e propri boschi! E dietro la facciata della metropoli congestionata dal traf­fico si sviluppa una Roma-alternativa. Si assiste in questi ultimi anni alla sempre più crescente attenzione verso l’agricoltura, c’è una grande domanda di spazi verdi, di orti urbani, sono nati i mercati della vendita diretta a filiera corta, sono nati collettivi auto-organizzati da gruppi locali per la diffusione di produzioni biologiche, affermazione delle filiere a km zero, socializzazione degli acquisti alimentari (gruppi di ac­quisto diretti o organizzati in rete), difesa delle biodiversità agraria. Il territorio della Capitale ospita 1.300 specie di piante solo dentro il GRA; in tutta la Gran Bretagna, solo per fare un esem­pio, sono poco più di duemila. E sembra incredibile, ma dentro Roma c’è appunto una agricoltura produttiva. Ci sono addirittura dei Marchi di qualità collettivi, tipo Roma Natura o Natura in Campo.

RISERVA DELL’INSUGHERATA

La Riserva Naturale dell’Insugherata la trovate a Roma tra i quartieri a Est della via Cassia e a Ovest della via Trionfale. È un’oasi dove trovate una biodiversità incredibile, con tutti i tipi di piante: la sughera, la roverella, oppure il lec­cio con boschi misti di carpino, orniello, farnia e acero, il castagno e il nocciolo. Lungo i corsi d’acqua ci sono il salice, il pioppo e felci. Con un sacco di animali selvatici: il riccio, la talpa, l’istrice, il moscardino, il gheppio, il fagiano, la tortora e il cuculo. Il tutto condito da resti archeologici di ville e sepolcri romani. Parlando con Angelo, che incontro sotto un acquedotto antico, uno non ci può credere che si tratta di un pastore che praticamente vive... in centro a Roma! Alleva 160 pecore e produce formaggio: ricotta e primo sale. Ha anche dei cavalli che servo no per le escursioni nei boschi vicini. Produce olio e ortaggi certificati Bio, e anche miele (ha le arnie vicino alla serra). Come un qualunque allevatore-contadino della Maremma o dell’Umbria, Angelo è molto preoccupato dai cin­ghiali che da due-tre anni sono arriva­ti dentro il raccordo e distruggono orti e pascoli.

COOPERATIVA BRACCIANTI AGRICOLI ORGANIZZATI

Se andate nel XIV Municipio, all’interno del parco di Casal del Marmo tra la via Trionfale, via Casal del Marmo, Boccea e Quartaccio, immediatamente dietro all’Ospedale San Filippo Neri, trova­te una grande azienda agricola dove si coltiva grano, ulivi, frutta, vite e ortaggi di stagione, dove stare tranquillamente in campagna e magari comperare frutta e verdura freschissima e biologica, a chilometro doppio-zero (cioè a metri zero), e in particolare prodotti conservati come patè d’olive, di pomodori secchi, di broccolo, di melanzane, di peperoncino, di cavolfiore, marmellate di cotogne, fichi, mele, melone, arance, conserve di Pomodoro, miele di acacia, tiglio, millefiori, castagno, olive in salamoia, olio extra vergine d’oliva, birra artigianale, vino e succhi di frutta vari

Parole chiave
, , , ,
  • 585 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social