Mezzogiorno d'Italia on the road (& boat)

Da Caserta a Otranto, passando da Tropea, Capo Vaticano, Pizzo, Matera, Gallipoli... e un giro anche alle Eolie

  • di anniaffollati
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

Ci piacciono le sfide e quest’anno abbiamo deciso di esagerare. Come? Prenotando quattro b&b sparsi per il sud Italia e tracciando poi il percorso itinerante. Toccheremo Campania, Calabria, Basilicata e Puglia.

VENERDI 22 LUGLIO 2011

Ci piacciono le sfide e quest’anno abbiamo deciso di esagerare. Come? Prenotando 4 b&b sparsi per il sud Italia e tracciando poi il percorso itinerante. Toccheremo Campania, Calabria, Basilicata e Puglia.

Si parte alle 4 di notte, grazie a Dio la sera prima alle 22 dormiamo già, dunque al suono della sveglia siamo freschi e pronti ad affrontare il viaggio che ci aspetta. Stranamente non ci sono code a Bologna né rallentamenti sugli Appennini e nemmeno nel tratto più temuto incontriamo il traffico trovato due anni fa tra Napoli e Sorrento. Andiamo così spediti che facciamo in tempo persino a concederci una sosta culturale non preventivata: la Reggia di Caserta. Io ho origini Napoletane (S) e sono abituata a centri storici decadenti e alle tristemente famose case “sgarruppate”. Ma la Caserta che abbiamo attraversato per portarci dall’uscita dell’Autostrada alla Reggia è un susseguirsi di mattoni scoperti, finestre rotte, insomma pare crolli tutto da un momento all’altro! La celebre Reggia si erge dietro un tappeto erboso di petardi esplosi: deve esserci stata una festa la sera prima. Facciamo il biglietto (€ 3 a testa) e visitiamo solo il giardino per ragioni di tempo. Gli spazi verdi sono molto curati e ci sono ragazzini che giocano a pallone e altri ragazzi che corrono come in qualsiasi altro parco pubblico cittadino; si possono persino fare corse coi birocci trainati dai cavalli o prendere le più moderne navette che portano fin in fondo al parco. Noi facciamo affidamento sui nostri piedi e lo attraversiamo tutto (3 Km). Molto belle le fontane centrali, le vasche e la cascata finale: una grande cascata naturale che scende da un colle, stupendo scorcio che mette la ciliegina sulla torta al paesaggio.

Ci rimettiamo in auto: destinazione b&b Casa Vienna. Veniamo accolti in un appartamento con 3 camere molto grandi all’ultimo piano di un palazzo nel centro di Sant’Agnello, frazione di Sorrento. La signora è molto ospitale e disponibile; ci dà tutte le informazioni che ci possono servire per il soggiorno. Ogni camera è dotata di balcone da cui si vedono il mare a il Vesuvio. Aria condizionata e parcheggio (come l’ascensore antidiluviano) a pagamento.

In 25 minuti a piedi (è impraticabile parcheggiare a Sorrento, già lo sappiamo ed evitiamo) raggiungiamo il centro di Sorrento, paese che conosciamo molto bene. Come prima sera andiamo a cenare in pizzeria, “Da Gigino”, ristorante a noi molto caro: Cocktail di gamberi, 2 margherite e un’acqua: 26 €. Facciamo un giro per negozi, poi andiamo ad ammirare l’imbrunire dalla Terrazza panoramica, proprio di fronte al Vesuvio.

SABATO 23 LUGLIO 2011

Il maltempo fin dalle prime ore del giorno non ci permette di vivere la giornata a Sorrento, come avremmo desiderato. Così ci improvvisiamo viaggiatori delle isole e optiamo per una visita a Ischia. Il primo imbarco possibile è da Napoli, così dopo una colazione a base di Delizie al limone, raggiungiamo da Sorrento il porto di Napoli via aliscafo (€ 11 a testa), e da lì sotto una pioggia battente prendiamo il primo aliscafo per Ischia (altri € 17 a testa).

Scalo al porto dell’Isola, girovaghiamo un po’ di fronte ai ristoranti; poi facciamo rotta verso il Castello Aragonese (il primo dei tanti che incontreremo lungo il nostro cammino) fortificazione del sec. VII circa. Meraviglioso e un po’ costoso l’ingresso (€ 10), optiamo per vederlo da fuori, seduti sul muretto del sottile lembo di terra che conduce alla fortificazione

Annunci Google
  • 11855 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social