Spaghetti con pesto di pistacchi e...

Gamberi di Mazara del Vallo, sì quelli rossi, dolci, e sodi. Il piatto è semplicissimo pochi ingredienti, ma attenzione ci vuole molta passione per farli buoni, anzi buonissimi. Pistacchi di Bronte (essenziali per il loro gusto intenso), olio d'oliva, ovviamente ...

Gamberi di Mazara del Vallo, sì quelli rossi, dolci, e sodi. Il piatto è semplicissimo pochi ingredienti, ma attenzione ci vuole molta passione per farli buoni, anzi buonissimi.

Pistacchi di Bronte (essenziali per il loro gusto intenso), olio d'oliva, ovviamente siciliano ed extravergine, gamberi di Mazzara.

Mentre avrete messo l'acqua a bollire in una pentola alta (per gli spaghetti) preparate a parte i pistacchi (calcolate una ricca manciata di pistacchi sgusciati a testa): frullanteli con l'aggiunta di un pò di olio per ammorbidirli, i gamberi almeno 5 a testa (non sono particolarmente grossi) dovrete suddividerli: due li lascerete con la testa e la coda e toglierete solo la coccia centrale (togliete anche il filamento nero dalla "schiena" di ogni gambero) gli altri tre li pulirete completamente, metteteli poi in una padella con poco olio extravergine e scottateli appena, dovranno risultare ne troppo cotti me nemmeno completamente crudi (un minuto scottati in padella andrà benissimo). Nel frattempo avrete scolato gli spaghetti (cercate un prodotto idoneo trafilati al bronzo, evitate gli spaghetti commericiali sono lisci e assornbono poco il sapore) versate gli spaghetti in un piatto di portata, unite gli scampi (quelli con testa e coda li metterete alla fine come decoro) e il "pesto" di pistacchi... Da bere abbinerei ad un vino bianco (un consiglio azzardato ma interessante, provate ad abbinarli con un bicchiere di Chardoney Cuvè Bois di Costantino Charer, vino Valdostano di gran carattere!!!) buon appetito!

Parole chiave
  • 2290 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social