La magia di Pavia

"Non sarà il poco tempo a disposizione a toglierci il piacere di un mini weekend che rigenera l'anima". Amanti dell'arte e volenterose di "staccare la spina" dalla monotonia della quotidianità, io e mia cugina decisiamo di visitare una città a ...

  • di Roby&Rosy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

"Non sarà il poco tempo a disposizione a toglierci il piacere di un mini weekend che rigenera l'anima".

Amanti dell'arte e volenterose di "staccare la spina" dalla monotonia della quotidianità, io e mia cugina decisiamo di visitare una città a noi sconosciuta. Non possiamo andare molto lontano in quanto a nostra disposizione abbiamo soltanto la mezza giornata di sabato e l'intera domenica. Così optiamo per Pavia, a 130 km da Lecco, dove viviamo.

Decidiamo di goderci la città di domenica, mentre il sabato lo dedichiamo al viaggio (in auto) e ad un po' di relax presso un meraviglioso agriturismo in località Torrazzetta - Borgo Priolo (PV).

UNA SERATA INDIMENTICABILE Partiamo alle 15:30 da Lecco. Percorse diverse tangenziali nella zona di Mialno più un breve tratto di autostrada, usciamo a Bereguardo e proseguiamo fino alla frazione di Torrazzetta - Borgo Priolo (a 30 minuti da Pavia). E' buio, ma riusciamo a scorgere una zona molto verde, immersa nella nautra; subito ci appare l'accogliente agriturismo "Torrazzetta", che consigliamo vivamente a chiunque voglia ritagliarsi uno spazio di tranquillità. Per informazioni il sito è www.Torrazzetta.It Effettuiamo il check-in e ci rilassiamo un pochino prima della cena, prevista per le 20; intanto prepariamo un piccolo itinario per il giorno successivo. Lasciamo la camera un po' prima di cena e visitiamo il nostro agriturismo: ci sono una biblioteca, un locale con attrezzi agricoli, svariate camere ospiti, una sala con prodotti gustosi di produzione propria quali miele, vini, salse, la reception e, a fianco, quella che sarà la sala della cena. Quale lo stupore sul nostro viso alla vista della sala: una vecchia stalla con il tetto molto alto di travi in legno sotto il quale sono dislocate quattro file interminabili di tavoli apparecchiati ordinatamente ed elegantemente. Il tocco di classe sta nella candela su ciasun tavolo posta all'interno di una bottiglia di vodka vuota. Le luci soffuse e la musica di sottofondo completano l'opera e accompagneranno le delizie del palato che renderanno questa serata indimenticabile.

Dopo cena andiamo subito a coricarci... Domani sveglia di buon'ora per goderci l'arte di Pavia.

UN DOLCE RISVEGLIO Ci svegliamo alle 7:00 e dalla finestrella in legno della nostra camera vediamo albeggiare. Scendiamo e facciamo colazione nell'accogliente sala della biblioteca. Piove, ma saran proprio la pioggerella fine e la luce del cielo a rendere unica la nostra giornata.

Saldiamo il conto (pernottamento in doppia standard con prima colazione: 60€ totali; cena: aperitivo, antipasti, 2 primi, 1 secondo con 2 contorni, dolce, caffè, vino, acqua, spunmante, coperto: 70€ totali) e partiamo alla volta della Certosa di Pavia.

LA MAESTOSITA' E L'ELEGANZA Dopo circa 40 minuti di tragitto, parcheggiamo l'auto presso un posteggio a pagamento (2,50€), proprio accanto alla Certosa e ci incamminiamo lungo il viale d'accesso.

E' incredibile la sensazione che questa struttura trasmette: è imponente ma delicata, massiccia ma elegante e nonostante la struttura marmorea trasmette un enorme senso di pace e leggerezza, il tutto all'interno di un curatissimo giardino. La pioggia conferisce al luogo un'atmosfera di magia, meditazione, silenzio.

Ci avviamo verso l'interno. La domenica i monaci effettuano visite guidate completamente gratuite e noi arriviamo in perfetto orario per la prima (sono circa le 09:15). Siamo inizialmente un gruppo piccolo e ciò è molto gradito, ma a noi si unirà un gruppo abbastanza corposo. La visita avrà comunque molto successo

  • 3634 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. ale_cini
    , 5/4/2010 20:17
    Sono contento che vi sia piaciuta la città in cui anni fa ho scelto di venire a vivere. Tornate a trovarci!!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social