Palermo, che bella città

Siamo appena tornati da un breve viaggio da Palermo. L’abbiamo organizzato in coincidenza della Palermo Marathon, partecipando sulla mezza distanza (21,097 km.). Partenza con volo Ryanair da Pisa ed arrivo in perfetto orario all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo. Per il ...

  • di antonio59
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Siamo appena tornati da un breve viaggio da Palermo. L’abbiamo organizzato in coincidenza della Palermo Marathon, partecipando sulla mezza distanza (21,097 km.). Partenza con volo Ryanair da Pisa ed arrivo in perfetto orario all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo. Per il trasferimento dall’aeroporto al centro della città abbiamo utilizzato l’autobus della società Prestìa e Comandè (spesa €. 5,60 a persona) che in 40 minuti ci ha portato fino alla fermata del Politeama. Abbiamo pernottato presso l’Hotel Amarcord, un ottimo tre stelle, posto in via M. Stabile, a circa 400/500 mt. Dal Politeama e dal Teatro Massimo, prenotato direttamente dal loro sito alla spesa di €. 65 a notte per una camera matrimoniale compreso la prima colazione. Ottimo per pulizia, per dotazioni e per la gentilezza del personale. Vivamente consigliato.

Palermo è una grande città, un po’ caotica per l’assenza di un funzionale servizio di mobilità, ma ricchissima di monumenti dai quali si può leggere lo splendore che la città aveva negli anni passati. Il centro storico è abbastanza fatiscente e necessiterebbe di un intervento straordinario di riqualificazione urbana. Da segnalare la visita alla bellissima Cattedrale, ricca di decorazioni di ispirazione araba, i quattro canti ricavati dall’intersezione tra la via Maqueda e la via Vittorio Emanuele, piazza Pretoria, le chiese della Martorana e di S. Cataldo, il Palazzo dei Normanni nel quale è presente la cappella Palatina e la sala di Ruggero, la chiesa di S. Giovanni agli Eremiti e le innumerevoli chiese ed oratori. Da non perdere la visita al Duomo di Monreale con i suoi bellissimi mosaici (autobus 389 da piazza Indipendenza). Inoltre da visitare i mercati della Vucciria e Ballarò e la spiaggia di Mondello (autobus 806 da piazza Politeama). Da non perdere le delizie culinarie tipiche quali i cannoli, la cassata, gli arancini, pane e panelle, focaccia maritata, etc.. Consigliamo la consumazione di un pasto presso l’Antica Focacceria S.Francesco (nell’omonima piazza) fondata nel 1834, annoverata tra i pochi locali storici d’Italia, nella quale alla modica spesa di €. 25,00 in due abbiamo degustato numerosi piatti tipici.

Un saluto a tutti Antonio e Daniela.

  • 3167 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social