Alto Adige 2008

Primavera 2008, nello specifico siamo nel mese di Marzo, riunione di famiglia per decidere dove trascorrere le meritate vacanze, purtroppo piuttosto lontane nel tempo, infatti parliamo di Settembre, però per noi è fondamentale sapere con molto anticipo la meta in ...

  • di Laura&Gianni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Primavera 2008, nello specifico siamo nel mese di Marzo, riunione di famiglia per decidere dove trascorrere le meritate vacanze, purtroppo piuttosto lontane nel tempo, infatti parliamo di Settembre, però per noi è fondamentale sapere con molto anticipo la meta in quanto dobbiamo partire con l’organizzazione logistica, lo studio più accurato possibile dei luoghi ecc.Ecc.

La famiglia quindi si riunisce e la decisione è presa in ca. 20’ in quanto già da inizio anno si parlava proprio dell’Alto Adige... il meeting si è risolto in fretta con votazione unanime: 2 voti su 2... ebbene sì la famiglia siamo io (Laura) e lui (Gianni)!!!! Naturalmente primo passo è l’accesso ad Internet e la ricerca dei vari siti del turismo ufficiali per ottenere le prime utili informazioni e soprattutto capire dove andare... la scelta cade sulla Val di Funes, piccola valle tra le più conosciute Val Gardena e Val Pusteria.

Otteniamo dall’ente turismo alcune interessanti brochures e cominciamo la ricerca della sistemazione logistica, scrivi di qua e scrivi di là, scegliamo il paesino di Tiso (Teis) a pochi km da Bressanone e in particolare un maso semplice ma carino fuori dal paese il Mantingerhof (www.Mantingerhof.Com) L’appartamento risulta più che sufficiente per 2 persone, accogliente, pulito e fornito di varie suppellettili quindi, secondo noi, luogo ideale per chi desidera essere assolutamente indipendente da vincoli e orari. Partenza da Torino (Ciriè per essere precisi!!) verso le 3 del mattino del 31 agosto e raggiungiamo il nostro maso al mattino intorno alle 8,30. L’appartamento non è pronto ma non importa ci dirigiamo subito in paese per trovare un negozio dover poter acquistare generi di prima necessità e poi per fare i classici 2 passi per cominciare a capire come e dove muoversi... Il negozio è aperto anche se oggi è domenica: che bello!!! E che carino il bazar... si tratta proprio del più classico dei bazar dove puoi acquistare pane, affettati, formaggio, frutta e verdura, ma anche calzettoni, piles, berretti, giornali e riviste e tutto ciò di cui si potrebbe aver bisogno... e subito penso di non dover fare la fila alle casse di un freddo supermercato... evviva!!!!!!!!! Ritorniamo al maso e siamo subito accolti da chi ci sembra il “padrone di casa” ossia l’amabile Theo, un cagnone dolcissimo ... ma poi ecco arrivare il vero padrone di casa e finalmente possiamo sistemare i nostri bagagli, prepararci una buona tazza di tè e stenderci sul letto per un sonnellino che durerà ca. 2h: siamo veramente stanchi per la levataccia, ma domani saremo pimpanti e pronti per cominciare le nostre escursioni!!!!!!!! 1 settembre ’08 Oggi ci siamo dedicati ai passi montani ossia Passo Sella, Passo Fedaia + lago e Passo Gardena (al Passo Pordoi abbiamo rinunciato causa nuvoloni non troppo simpatici ma arriveremo anche lì). L’aria è piuttosto frizzante, grossi nuvoloni grigiastri coprono le cime ma a sprazzi riusciamo a vedere e fotografare il ghiacciaio della Marmolada (prendere la funivia non ci sembra un’ottima idea al momento) e il gruppo montuoso della Sella. Il lago di Fedaia è generato da una diga di notevoli dimensioni percorribile sia in auto che a piedi, inoltre, sono tantissimi i sentieri più o meno facili per escursioni di breve o lunga durata... è davvero il paradiso per chi, come noi, ama la montagna e si cimenta nel trekking praticamente ogni domenica dell’anno disponibile ma anche per gli alpinisti perché le cime sono quasi tutte raggiungibili su vie classiche e osservando queste pareti e alcuni rocciatori in azione mi spiace davvero non essermi mai cimentata nell’alpinismo... mio marito commenta così: “Prima lezione: non inciampare ad ogni passo e poi ne riparliamo”... quando fa così proprio non lo sopporto  2 settembre ’08 Abbiamo visitato la cittadina di Chiusa-Klausen, un borgo medioevale carinissimo, da fare una passeggiata tra i suoi vicoli e poi consigliamo la salita di ca. 30’ a Sabiona un antico convento da cui si può godere di una vista mozzafiato

  • 1212 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social