In punto da catania a pachino

Ovviamente la Punto in questione è una macchina ke abbiamo preso in affitto alla Hertz dell’aeroporto di Catania appena scesi dal volo alitalia Fiumicino-Catania..! Ebbene si, la nostra prima avventura estiva comincia dalla bella, incantevole, profumata, golosa, calda e accogliente ...

  • di valja
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ovviamente la Punto in questione è una macchina ke abbiamo preso in affitto alla Hertz dell’aeroporto di Catania appena scesi dal volo alitalia Fiumicino-Catania..! Ebbene si, la nostra prima avventura estiva comincia dalla bella, incantevole, profumata, golosa, calda e accogliente Sicilia! Arrivo Lun 18 Agosto – Partenza Ven 22 Agosto Essendo io e il mio Ale turisti di quelli “paciosi”, ovvero a cui piace guardare ed assaporare un po’ tutto ma con calma, x quest’anno abbiamo deciso di esplorare solo la parte sud-est della Sicilia: o meglio quella parte che va da Catania fino alla punta estrema di Capopassero con l’isola delle Correnti! Appena entrati in possesso della mitica Punto (e dopo averla controllata x bene x via delle varie ammaccature già presenti ma non segnalate nel foglio della Hertz) abbiamo preso subito la strada provinciale in direzione di Noto! Proprio a Noto, capitale mondiale del Barocco, abbiamo deciso di installare il nostro campo base! Abbiamo, infatti, prenotato una stanza in uno dei tanti bed&breakfast della città! In sorte ci è toccato il b&b “La Madonnina”, appena fuori il centro storico, facilmente raggiungibile anche a piedi! Molto carino, accogliente e pulito!A disposizione un grande bagno, a/c e un frigo in comune con l’altra stanza dell’appartamento, accuratamente diviso in due x avere completa privacy e libertà di movimento! Il proprietario è un ragazzo di 26 anni molto simpatico e con una grande voglia di far decollare il progetto del b&b.

L’unico particolare è che la colazione viene servita nel bar del centro storico di proprietà sempre del b&b!ottimo x chi è abituato a fare colazione al bar tutte le mattine, meno x chi vuole affrontare il primo pasto della giornata con calma e relax.

Cmq il prezzo della camera e colazione è di 70€ x notte (quindi 35€ a persona) nel periodo di alta stagione! Dopo aver dato un’occhiata in giro, ho notato che più o meno il prezzo è lo stesso x tutta Noto! Dopo aver preso possesso della stanza e chieste le varie info su dove mangiare, ci siamo subito recati alla spiaggia più vicina, ovvero al Lido di Noto.

Poco consigliata ma non a ragione! Infatti, si tratta di un lungo tratto di spiaggia sabbiosa, attrezzata e non, raggiungibile facilmente dalla strada ke la costeggia x tutta la sua lunghezza! Io che vengo dal Lazio, non ho mai visto un acqua tanto verde e pulita come quella! Forse nemmeno nella mia cara Sabaudia..! Insomma ci siamo goduti quel mare fantastico e come nostro primo pranzo in Sicilia non potevamo che ingozzarci dei mitici Arancini ( o arancine come dice qualcuno)... una vera delizia... Poiché non sappiamo star fermi x troppo tempo nello stesso posto, nel tardo pomeriggio ci siamo recati in un’altra spiaggia li vicino, molto frequentata dai ragazzi e ricca di eventi e manifestazioni, la spiaggia di San Lorenzo dove proprio quel pomeriggio c’era un megatir che promuoveva la nuova cocacola zero! A parte questo particolare, la spiaggia di sabbia dorata è molto lunga e il mare cristallino! La sera decidiamo di andare a cena in una trattoria consigliataci dal nostro padrone di casa... e devo dire che l’abbiamo subito definita la migliore di tutto il viaggio! La “Trattoria Del Carmine” (via Ducezio) si trova proprio di fronte alla chiesa del Carmine, che visiterete sicuramente durante le passeggiate serali attraverso i più bei palazzi del barocco siciliano..! Vi consiglio di prenotare, xkè oltre a cucinare molto bene, fanno dei prezzi da paura e vi tocca attendere anche un’ora davanti al portone aspettando con l’acquolina in bocca che chiamino il vostro nome...! Anche a noi è toccato aspettare... ma poi siamo stati ripagati dalle ottime penne alla norma e dei ravioli con pistacchio da morire letteralmente... pesce spada x me, grigliata di carne x ale, contorni vari e un buon vino della casa (anche se troppo dolce e forte x me), il tutto a 35€..!niente male, no? Dopo cena ci vuole proprio una bella passeggiata in giro x il centro storico di Noto, che serve sia ad ammirare le meraviglie barocche, ma anche e soprattutto x aiutare la digestione e preparare lo stomaco x un cannolo siciliano di mezzanotte! Decisamente da paura quelli preparati in un piccolissimo forno chiamato “Peccati di Gola” nascosto in una traversa del corso

  • 5235 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social