Diario di un finesettimana fiorentino..

15-17 febbraio 2008 Diario di un fine settimana fiorentino… Siamo partiti alle 6 di venerdì mattina da casa e siamo arrivati in città a Firenze alle 10 circa. La città è semplicemente splendida, anche se per il vero l’ho trovata ...

  • di FannyPrice
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
 

15-17 febbraio 2008 Diario di un fine settimana fiorentino... Siamo partiti alle 6 di venerdì mattina da casa e siamo arrivati in città a Firenze alle 10 circa.

La città è semplicemente splendida, anche se per il vero l’ho trovata piuttosto “caotica”...Peccato...È un vero e proprio museo “a cielo aperto”... Trovare il parcheggio di Piazzale della Calza è stato facile (la zona è quella di Porta Romana), e il costo è stato di 15 Euro al giorno (lo abbiamo trovato telefonando all’Ufficio Turistico del Comune). Da qui ci siamo spostati a piedi verso il centro. E’ senza dubbio una passeggiat”ona”, soprattutto considerando il piccolo bagaglio che ovviamente ci portavamo appresso, però a mio avviso non è in alcun modo improponibile...È solo una (bella...) passeggiata Il percorso fino all’hotel è stato piuttosto “lungo”...Il perché è presto detto, durante il nostro tragitto abbiamo fatto qualche sosta... La prima è stata la chiesa di Santa Maria del Carmine, dove abbiamo visitato il “mitico” ciclo della cappella Brancacci (costo 4 Euro).

Lo dico subito...Aspettavo questo momento fin dai tempi del liceo, quando avevo “studiato” l’argomento...Wow!! Non ho parole...Gli albori della pittura Rinascimentale! Ovviamente la mia attenzione di profana è stata subito attirata dalla Cacciata di Adamo ed Eva di Masaccio e dalla Tentazione dei progenitori di Masolino, che sta proprio sulla parete opposta... La seconda “tappa” è stata la chiesa di Santo Spirito, edificata fra il 1443 e il 1444 su progetto del Brunelleschi (in larga parte disatteso) in tipico stile rinascimentale.

La terza è stata Palazzo Pitti, che, insieme al giardino di Boboli, non abbiamo purtroppo avuto modo di visitare...E sono stati davvero molti i luoghi che abbiamo dovuto bigiare...Ci sarei stata un mese e probabilmente ora vorrei comunque tornarci!! Siamo passati sul Ponte Vecchio...”accipicchia! Sono sul Ponte Vecchio! E’ uno dei posti più fotografati al mondo!!” Ok...Lo ammetto...L’ho pensato davvero! E infine siamo arrivati al nostro alberghetto, l’hotel Medici, in via Medici appunto, una viuzza parallela a Via dei Calzaiuoli...Svoltato l’angolo eravamo al Duomo! Si tratta di un piccolo hotel davvero molto economico, pulitissimissimo, appena ristrutturato, insomma...Un vero affare! E soprattutto con una spettacolosa vista “a tu per tu” sul campanile e sulla cupola.

Nel frattempo si erano fatte circa le due e abbiamo optato per un pranzo veloce...O almeno lo credevamo!! Avevo in precedenza trovato l’indicazione per un localetto in zona Duomo dove facevano i panini “strani”, l’Oil Shoppe...E così abbiamo deciso di andarci...Che dire...Con 5/6 Euro a testa abbiamo mangiato un paninone gigantesco condito con...Tutto!! L’atmosfera era un po’ britannica però è un posticino davvero simpatico per il mezzogiorno.

La giornata è proseguita con uno dei piatti forti del fine settimana...La basilica di Santa Maria del Fiore, con la eccezionale (in due giorni ho finito gli aggettivi!) cupola del Brunelleschi ed il campanile di Giotto...

Siamo saliti sulla cupola (costo 6 Euro), è stato un poco stancante (soprattutto considerata la discreta zavorra!!), ma vedere da vicino gli affreschi del Vasari, passare negli anfratti della costruzione “a nido d’ape” e godersi il panorama della città dall’alto ha ripagato abbondantemente del piccolo sforzo! Una volta scesi abbiamo proseguito per il nostro giro con la visita al Battistero di San Giovanni (costo 3 Euro)...Altro spettacolo! Prima di cena abbiamo approfittato di un bella sera invernale per passeggiare fino alla Loggia del Porcellino (con il porcellino portafortuna...) e in Piazza della Signoria...Foto di rito alla splendida piazza, al possente e rigoroso Palazzo Vecchio, al “Biancone” e soprattutto alla Loggia dei Lanzi, al Ratto delle Sabine e al Perseo del Cellini..

  • 114 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social