A spasso per l'Umbria

Siamo partiti da Roma, dopo aver terminato di lavorare, per trascorrere qualche giorno in questa stupenda regione. Conosciamo molto bene le città umbre più importanti, per questo abbiamo deciso di visitare piccoli borghi, che non sono conosciuti dal grande turismo ...

  • di Antonella Petti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Siamo partiti da Roma, dopo aver terminato di lavorare, per trascorrere qualche giorno in questa stupenda regione.

Conosciamo molto bene le città umbre più importanti, per questo abbiamo deciso di visitare piccoli borghi, che non sono conosciuti dal grande turismo di massa, ma non per questo meno interessanti e importanti.

Abbiamo visitato: Bevagna, Montefalco, Foligno, Abbazia di Sassovivo, Deruta e Todi.

Bevagna è considerato, uno tra i borghi insieme a Montefalco più belli d’Italia. Si gira in poche ore, è una piccola bomboniera, la sua impronta è tipicamente medievale e si riscontra la sua origine dagli antichi palazzi e dalle vie e vicoli stretti, ci sono tante testimonianze di epoca romana, abbiamo fatto un biglietto cumulativo al Museo Civico di 3,50 e la guida ci ha accompagnati a vedere il mosaico romano all’interno di un palazzo e un particolare e meraviglioso teatro denominato Francesco Torti, la visita al museo civico non c’era perché attualmente è in ristrutturazione. In questi tre giorni di fine aprile c’erano delle feste medievali, tutto il paese era in festa con canti e balli, la sera venivano aperte le taverne e tutti erano vestiti in costumi d’epoca. Nel paese si possono vedere botteghe medievali, dove esperti artigiani, dimostrano che il tempo non passa, svelando i segreti della loro produzione, usando tecniche e strumenti medievali, ci sono i mastri cartari, mastri ceraioli, tessitrici di telaio e dipintori, questo circuito culturale dei mestieri medievali, costa a persona 3 euro, noi abbiamo visto le botteghe da fuori.

Ci hanno consigliato di ritornare a Bevagna l’ultima decade di giugno, dove c’è la grande festa medievale chiamata Il mercato delle Gaite ossia i quattro quartieri si trasformano per questo evento molto importante, facendo ritornare il turista, al periodo passato. Lo spirito di competizione è alla base della manifestazione e si concretizza nella partecipazione a quattro gare: gara del mercato, gara dei mestieri, gara gastronomica e gara sportiva di tiro con l'arco. Centro della cittadina e Piazza Silvestri, si affacciano il Palazzo dei Consoli (all’interno c’è il teatro), la chiesa romanica di S. Silvestro, costruita nel 1195, con un pregevole portale e la chiesa di S. Michele. Degna di visita è anche la chiesa di S. Agostino con i suoi affreschi, di scuola senese.

Abbiamo pernottato in un bellissimo hotel al centro storico Palazzo Brunamonti, ci siamo trovati molto bene, e questa è stata la nostra base per vedere le altre cittadine, sono tutte vicine, distano pochi chilometri l’una dall’altra, per cui anche se non si dispone di molto tempo non ha importanza. I ristoranti sono molto cari all’interno delle mura, per cui ci hanno consigliato un ristorante a 4 km da Bevagna, abbiamo cenato con un antipasto a buffet, due primi, due secondi, due contorni, e dessert, il menù è fisso e il tipo di cucina cambia spesso, noi abbiamo mangiato cucina tipica tirolese, pagando 20 euro a persona, si chiama Ristorante Alla Via di Mezzo – Via di Mezzo, 1 – Torre del Colle – Bevagna, tel. 0742/362074 la prenotazione è obbligatoria perché è sempre pieno.

Montefalco vanta l’appellativo di “Ringhiera dell’Umbria”, dai suoi belvedere si gode uno scorcio unico della regione, è un paese tutto in salita, per cui è consigliabile l’uso di scarpe comode, dalla porta principale si percorre il corso principale, che sfocia nella bella piazza del Comune, si affacciano interessanti edifici rinascimentali e il palazzo comunale, costruito nel Duecento

  • 2192 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social