Padova da scoprire

Sono stata a Padova dal 29/12/2007 al 02/01/2008, tutte le persone a cui dicevo che sarei andata in questa città per il capodanno mi guardavano con la stessa faccia, un misto di perplessita e sconcerto..chissà poi perchè! A me la ...

  • di kibiusa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Sono stata a Padova dal 29/12/2007 al 02/01/2008, tutte le persone a cui dicevo che sarei andata in questa città per il capodanno mi guardavano con la stessa faccia, un misto di perplessita e sconcerto..Chissà poi perchè! A me la città è piacita molto, ci sono un sacco di cosa interessanti da visitare: - Cappella degli Scrovegni: affrescata da Giotto lascia senza fiato..Bisogna prenotare almeno il giorno prima perchè l'ingresso è limitato a gruppi di 25 persone per volta. Si può stare all'interno per 15 minuti e girare in lungo e in largo la cappella ammirando gli affreschi e col naso all'in su per vedere il bellissimo soffitto stellato. Prima di entrare si staziona in una stanza per 15 minuti per instaurare il microclima, durante i quali mostrano un video con la storia della cappella.

- Musei civici eremitani: ospitati nei chiostri dell'ex convento dei frati Eremitani comprendono il Museo Archeologico e il Museo d'Arte Medioevale e Moderna - Palazzo Zuckermann: ospita il Museo di Arti applicate e il Museo Bottacin, che comprende opere d'arte e una vastissima e interessante sezione numismatica, tra le più prestigiose d'Europa - Caffè Pedrocchi: uno dei più grandi e famosi caffè del mondo, il piano nobile dello Stabilimento è composto da una serie di stanze, ciascuna arredata e decorata in modo da ricreare l'ambientazione tipica di un determinato periodo storico: una Sala greca, una etrusca, una in stile rinascimentale, la Sala Inoltre si trova il Museo del Risorgimento e dell'età contemporanea, con tantissimo materiale del periodo fascista, con sezioni tematichededicate ai manifesti di critica politica e propaganda.

- Palazzo della Ragione: una delle più grandi sale pensili del mondo, detto "Salone" (m 81x27; h 27) con soffitto ligneo a volta. Il Salone è affrescato da un grandioso ciclo di affreschi a soggetto astrologico. Nella sala è conservato un gigantesco cavallo ligneo, costruito per una giostra nel 1466 - Battistero del Duomo: bellissimi affreschi che coprono interamente l’interno dell’edificio.

- Basilica di S. Antonio: maestosa tanto all'esterno quanto all'interno, ricca di cappelle e affreschi è meta di un costante pellegrinaggio testimoniato dalle numerose foto e ringraziamenti esposti vicino alla tomba del santo. Molto graziosi anche i chiostri.

- Orto Botanico: bellissimo d'inverno, immagino spettacolare in primavera! Molto curato e con una grande varietà di piante tutte con il nome e una breve descrizione.

- Prato della Valle: maestosa piazza con fontana e corsi d'acqua, una sosta obbligata. La sera dell'ultimo dell'anno hanno fatto dei fuochi spettacolari! - Piazze: Piazza delle Erbe, Piazza delle Frutta, Piazza dei Signori

Io ho fatto la Padova Card, dura 24 ore e al costo di 14 euro ti permette di vedere tantissimi cose (tra cui tutte quelle elencate sopra) senza costi aggiuntivi, tranne 1 euro di prenotazione per la Cappella degli Scrovegni. Per il 2008 dovrebbe essere cambiato qualcosa, cmq tutte le info si trovano a questo idirizzo: http://www.Turismopadova.It/Notizie/notizia6 Ho alloggiato all'Hotel Belludi 37, un due stelle fantastico..La mai camera era al secondo piano con una vista mozzafiato (ben 5 finestre!) sulla Basilica del Santo, molto ampia, con parquet, soffitti lavorati, divano, letto king size, televisione al plasma, lettore DVD, angolo guardaroba e bagno molto spazioso. Cocktail di benvenuto e riviste e quotidiani a disposizione degli ospiti.

Colazione molto abbondante, a buffet con tanto di tostapane per scaldare le fette di pane, con la possibilità di farsela servire in camera senza costi aggiuntivi Ristoranti da segnalare: Al Fagiano e Il Bersagliere, entrambi nella zona tra il Prato della Valle e la Basilica del Santo. Non fatevi ingannare dai nomi, si mangia molto bene, specialità venete! La città è molto ben organizzata con i mezzi pubblici e la gente è molto gentile e disponibile nei confronti dei turisti.

  • 3123 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social