Girando in scooter a Lampedusa

12.08.2007 Pronti…partenza…via…. Mai come quest’anno le ferie furono agognate….è passato infatti un anno preciso dall’ultima vacanza e la stanchezza si fa sentire, come la voglia di evadere e staccare per un po’. La scelta della meta non è stata affatto ...

  • di Tequila80
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

12.08.2007 Pronti...Partenza...Via...

Mai come quest’anno le ferie furono agognate...È passato infatti un anno preciso dall’ultima vacanza e la stanchezza si fa sentire, come la voglia di evadere e staccare per un po’.

La scelta della meta non è stata affatto casuale...Volevamo infatti scoprire altri lati della Sicilia e la nostra idea di partenza era fare un tour di tutta la costa orientale e sud orientale dell’isola.

L’impossibilità di far coincidere gli orari dei traghetti e la paura di rendere la vacanza tutt’altro che rilassante ci hanno fatto virare verso una meta meno impegnativa: Lampedusa.

Da racconti di amici sapevamo già che il mare lì è bellissimo, l’isola è piccola e si gira benissimo in poco tempo...In più la scelta di andare giu con l’aereo e di noleggiare uno scooter sul posto dava già l’idea di vacanza free...

Così, dopo vari problemi con l’agenzia di viaggi che sbaglia a farci i biglietti aerei (dall’anno prossimo faremo tutto su Internet!) finalmente domenica 12 partiamo.

Il volo è diretto da Roma a Lampedusa e in poco più di un’ora siamo là.

La compagnia Air One è stata impeccabile: voli in perfetto orario, personale di bordo cortese, prezzi modici, gestione bagagli perfetta...Sicuramente meglio di Alitalia! Alle 11.30 siamo a Lampedusa. Ci viene a prendere all’aeroporto Sebastiano, responsabile del Residence Le Anfore, che ci accompagna dritti all’abitazione da noi scelta. Si tratta di una palazzina vicino all’aeroporto e quindi vicina anche al centro della città, l’appartamento è grazioso, non grandissimo ma giusto per le nostre esigenze. Abbiamo anche un piccolo balcone dotato di barbecue per future grigliate di pesce.

Insomma il tempo di sistemarci, una pulitina alla casa (ke di per se era già pulita ma vogliamo sempre esagerare!) una doccia rigenerante,pranzo al volo e poi dritti a letto...Fino alla mattina successiva (eravamo un po’ stanchini!) 13.08.2007 Primo giorno effettivo di vacanza...Ovviamente ci svegliamo presto dato il lungo sonno di ieri.

Primo contatto vero e proprio con la realtà lampedusana... È proprio vero o la si ama o la si odia, è molto particolare come paesaggio...Totalmente roccioso, le case quasi tutte bianche o dai colori pastello e senza tetto (la maggior parte ha a terrazza al posto del tetto), il sole picchia forte... Ce ne accorgiamo subito alla nostra prima visita ad una spiaggia...Andiamo a Cala Madonna Il caldo è opprimente...Ci sistemiamo su degli scogli ma non c’è vento e riusciamo a starci veramente poco...In acqua si sta bene, fin troppo bene, ci stiamo quasi tutto il giorno...Quando nn stiamo in acqua andiamo al punto ristoro della spiaggia e ci spariamo ghiaccioli alla menta a volontà...La situazione è drammatica, sarà che ancora dobbiamo abituarci al clima quasi africano... Per fortuna arriva l’ora del tramonto e inizia ad alzarsi una leggera brezza che rianima il corpo e lo spirito 14.08.2007 Questa mattina partiamo con l’idea di andare in un posticino un pochino più tranquillo...Solito giretto in scooter...Sosta tecnica in paese per acquistare il pranzo...Se siete golosi non entrate mai nel Panificio e Cose Buone...Lì si può trovare tutto dal salato (pizze, panini farciti, etc etc) a cose dolci (dolcetti alla mandorle, cannoli siciliani, cassatelle, etc etc) Sicchè dopo esserci fatti una pizza in due, ci dirigiamo verso la meta...Oggi è la volta di Cala Greca. E’ una spiaggia poco turistica, ovvero poco pubblicizzata, ma per me è una vera chicca...Una calettina piccola e riservata con un mare splendido che la bagna...Finalmente troviamo un angolo di paradiso, poca confusione e oggi ci è più facile anke sopportare il caldo (grazie anke alla nostra tendina da spiaggia!) L’acqua è piena di pesci, soprattutto pesci rondine dal caratteristico colore nero e dalla coda biforcuta, che nell’azzurro del mare fanno la loro bella figura...Ci divertiamo ad attirarli con dei pezzetti di pane e nel giro di 5 min. Si radunano pesci di tutti i tipi che si litigano il pasto inatteso

  • 6674 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social