Salento, o core, a capa, a terra

Ciao a tutti. Questa estate io ed i mio compagno, non avendo moltissimi giorni a disposizione, abbiamo preferito rimanere in Italia per le vacanze, ed arrivare in Salento. La scelta si è rivelata tutt'altro che di ripiego. Il 23 luglio ...

  • di pauradivolo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao a tutti. Questa estate io ed i mio compagno, non avendo moltissimi giorni a disposizione, abbiamo preferito rimanere in Italia per le vacanze, ed arrivare in Salento. La scelta si è rivelata tutt'altro che di ripiego. Il 23 luglio siamo partiti in macchina da Roma ed il viaggio per arrivare è stato piuttosto lungo, soprattutto nel tratto dopo Bari, quando finisce l'autostrada. Siamo andati direttamente sulla costa Adriatica, a Frassanito, ad 8 km a nord di Otranto. Per tutti i 13 giorni abbiamo campeggiato in un agriturismo vicino al mare dove siamo stati molto bene (Agriturismo Alimini - costo medio 2p + tenda/auto no luce: 25 euro al giorno, tranquillo ma molto, molto spartano).

Per i giovani senza mezzi consiglio il campeggio Frassanito, ancora più vicino al mare, meno costoso (15 euro), e più vivace (sulla spiaggia c'è un simpatico baretto, il "giro di boa", dove si beve, stuzzica e si ascolta buona musica fino a tardi).

Comunque consiglio a tutti Frassanito come base, sia per l’ottima posizione strategica, sia perchè vicinissimo al mare ed alla pineta (dove si può andare in bici e raggiungere le zone di mare meno accessibili).

Siamo rimasti estasiati dal mare del Salento, dalla gentilezza e cordialità dei salentini, dai profumi e gusti dei piatti locali, dalle chiese e palazzi in pietra leccese ed infine dalla bellezza degli olivi secolari che si vedono girando per le campagne. Il mare è sia di scoglio che di spiaggia ed i colori sono bellissimi. Per quanto riguarda la parte di litorale da Otranto a S. Cataldo, le spiaggione più famose sono: baia dei turchi, spiagge degli Alimini, Frassanito, Torre dell'orso. Lì il mare è trasparente e la sabbia è chiara, c'è sempre la pineta (o la macchia mediterranea) ed il panorama è veramente bello, inoltre è presente la scogliera erosa dal vento (come a Torre dell'orso, ma non solo). Arrivare a queste spiagge è molto semplice: si lascia la macchina in un parcheggio a pagamento sulla strada provinciale (noi per una volta abbiamo lasciato la macchina in "sosta vietata" e ci hanno subito multati...) e si prosegue a piedi attraverso la pineta.

La nota negativa è che sono affollatissime, sia le zone attrezzate che la spiaggia libera (e noi siamo andati l'ultima di luglio quindi non voglio immaginare a ferragosto), soprattutto nelle ore centrali della giornata, quando anche i salentini vanno al mare per trovare refrigerio. Poi, più le spiagge sono agevoli (dove la strada provinciale passa più vicino alla spiaggia tipo Torre dell'orso, S. Foca, alcune parti di baia dei turchi e degli Alimini) e più sono affollate. La nostra preferita era la parte più a sud di baia dei turchi. Ma la nota peggiore non è l’affollamento, quanto la costruzione selvaggia di complessi residenziali di tutti i tipi a scapito della pineta e dell'intero litorale; chi ha visto Torre dell’orso alcuni anni fa già non la riconosce più (ho trovato scritto da una parte: meno affitti e più campeggio!). Stessa sorte ha subito tutto il litorale a nord di Torre dell’Orso.

Ma a ritirare su il morale ci pensa la parte più scogliosa. Dopo Frassanito c'è una delle zone più belle secondo me di questa zona: Conca Specchiulla. E' una serie di piccole calette in scogliera erosa una più bella dell'altra. Il mare è azzurro a più colori e le spiaggette dorate. Solo una delle calette è raggiungibile agevolmente (sono state scavate dei gradini nella roccia), mentre per le altre bisogna un po arrampicarsi, sono quindi molto meno affollate delle spiaggione de cisamente più belle (alcune le abbiamo trovate anche deserte!). Conca specchiulla si può raggiungere a piedi dalla spiaggia di Frassanito (20 min. Camminando verso nord), in bicicletta (sempre attraverso la pineta di Frassanito), oppure lasciando la macchina sulla provinciale ed attraversando la pineta. Altro posto molto bello è senz'altro "Mulino d'acqua" più vicino ad Otranto, ma la caletta (sempre di roccia erosa dal vento ma ricca di vegetazione e quindi molto particolare perché i colori dell’acqua sono più verdi rispetto alle altre) è di "proprietà" dell'ex Club Mediterranee e quindi si può accedere solo come visitatore, lasciando il documento ed attraversando il villaggio turistico. Per chi ama lo scoglio invece sono bellissime ed imperdibili le zone di Roca Vecchia e soprattutto di S. Andrea e S. Stefano. La prima è subito dopo Torre dell'Orso e si vede dalla strada provinciale. A poche decine di metri dai parcheggi lungo la scogliera ci sono delle dei punti molto belli da cui i ragazzi si tuffano e soprattutto una suggestiva e particolare “piscina naturale” molto grande scavata dalle acque all’interno della scogliera e collegata al mare sotterraneamente. Inoltre attraversando il sito archeologico (non si dovrebbe, ma lo fanno tutti..) si scende a mare dagli scogli in punti dove l’acqua ha dei bellissimi colori blu

  • 15140 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. eugeniooo
    , 17/12/2010 12:24
    chi mi sa dare notizie riguardo un porticciolo dove poter lasciare il gommone dalle parti di costa merlata grazie
  2. eugeniooo
    , 17/12/2010 12:22
    roca vecchia un posto eccezionale e si possono trovere anche piccole spiaggette dove tener d'occhio i bambini risulterà molto facile

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social