Week-end in moto sul lago di Como e Vigevano

Michele, in occasione del nostro secondo anniversario di matrimonio, mi ha fatto una bellissima sorpresa regalandomi un week-end sul Lago di Como. Ha prenotato un hotel che tenevo salvato tra i preferiti, (era molto tempo che volevo andare sul Lago ...

  • di Valya
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Michele, in occasione del nostro secondo anniversario di matrimonio, mi ha fatto una bellissima sorpresa regalandomi un week-end sul Lago di Como. Ha prenotato un hotel che tenevo salvato tra i preferiti, (era molto tempo che volevo andare sul Lago di Como, perciò tra i miei preferiti compariva già una cartella con tutti i links interessanti sulla zona) così siamo partiti... ovviamente in moto, in modo da goderci al meglio le strade attorno al lago.

Dopo 2 ore e mezza di viaggio arriviamo a Como e, grazie alle indicazioni tratte da www.Viamichelin.It , troviamo senza problemi l’ Hotel Quarcino, situato in centro Como in posizione comodissima, a 200mt dal lago e con un comodo parcheggio privato. E’ un hotel a conduzione familiare, assolutamente da consigliare... però vi avvisiamo che è attaccato ad un campanile quindi le campane si sentono moltissimo! Noi sapevamo di questo grazie alle recensioni su tripadvisor (a proposito lì abbiamo messo le nostre foto dell’hotel) ma non ci hanno disturbato molto, sì iniziano alle 7 ma durano pochi minuti.

Preso possesso della camera (semplice, con arredamento un po’ anni ’70, ma pulitissima e accogliente) e abbandonate le giacche da moto, risaliamo subito in sella e andiamo alla volta della nostra prima meta: Villa del Balbianello a Lenno.

Per raggiungerla però ce la prendiamo comoda, passando per tutta la Strada Regina, cioè la strada statale 340 che costeggia il lago passando dentro ad ogni paese che incontriamo.

E’ la prima volta sul lago per entrambi, quindi siamo molto curiosi.

Passiamo in CERNOBBIO, CARATE URIO, LAGLIO (con annesso sorriso vedendo due ragazze che gridavano “Georgeeeeeeee” attaccate al cancello dell’ormai famosa VILLA OLEANDRA), BRIENNO, ARGEGNO, OSSUCCIO e sù, sù, sino ad arrivare a LENNO, dove ci fermiamo e pranziamo al sacco sul lungolago godendoci il sole caldo.

Dopo esserci riposati un po’ seguiamo le indicazioni per VILLA DEL BALBIANELLO: Dal lungolago di Lenno si costeggia prima il lago per un pezzo e poi si prende il sentiero pedonale che porta alla villa. (c’è anche i servizio di barca che porta alla villa ma costa 5 euro a testa a tratta quindi noi abbiamo deciso di andare a piedi). Dopo aver camminato nel bosco per una ventina di minuti si arriva all’ingresso. Lì noi ci siamo prenotati per la visita guidata degli interni.

Nella villa infatti o si entra per visitare i soli giardini (5 euro) oppure i giardini e gli interni con visita guidata obbligatoria (11 euro). Noi ovviamente abbiamo scelto l’opzione più completa.

Dovendo aspettare un’oretta prima della partenza del nostro gruppo decidiamo intanto di visitare i giardini, essendo le 13.30 non c’è molta gente quindi riusciamo a goderceli al massimo del loro splendore! Sono davvero una meraviglia e sono curatissimi in ogni particolare.

Ci sono degli scorci sul lago dalla terrazza e dalla loggia che valgono da soli un viaggio sin qui! Iniziamo poi il giro guidato... la villa sembrava piccina, in realtà è molto grande! Oltre alle due stanze della loggia, si entra nella vera e propria villa... ben 6 piani ! Al suo interno ci sono anche due piccoli musei di valore inestimabile: il Museo delle Spedizioni di Monzino (il padrone di casa, ex proprietario della Standa, colui che alla sua morte ha lasciato la Villa al FAI proprio per far sì che venisse mantenuta come lui aveva desiderato) e soprattutto il Museo Archeologico ... un insieme di reperti archeologici di inestimabile valore! E’ strabiliante e inaspettato trovare lì quegli oggetti che arrivano da tanto lontano

  • 4843 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social