Sorrento, amalfi, ercolano, capri

Ciao a tutti siamo Ilaria e Riccardo, come ogni anno per festeggiare il compleanno di Riccardo abbiamo scelto di passare 5 bellissimi giorni nella bella penisola sorrentina. Partiamo il 28 maggio 2007 in mattinata, arriviamo a Sorrento per il pomeriggio, ...

  • di ilaria!
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ciao a tutti siamo Ilaria e Riccardo, come ogni anno per festeggiare il compleanno di Riccardo abbiamo scelto di passare 5 bellissimi giorni nella bella penisola sorrentina.

Partiamo il 28 maggio 2007 in mattinata, arriviamo a Sorrento per il pomeriggio, e ci dirigiamo velocemente al camping dove abbiamo prenotato un bungalow per due persone: Camping Santa Fortunata, per un costo di 60 euro a notte. Ci troviamo benissimo, ci hanno dato una casa mobile, con una bellissima vista del golfo di Sorrento dalla camera da letto, infatti il camping e immerso in una vastissima area verde.

Posate le valige, abbiamo subito voglia di andare a vedere il paese, e cercare un ristorante per la cena, consigliamo vivamente il Leone Rosso, che si trova lungo una traversa del corso principale. Abbiamo mangiato una favolosa pizza per una spesa davvero economica, il personale è gentilissimo e il limoncello te lo danno a fiumi senza spendere un centesimo.

Il giorno seguente abbiamo deciso di dirigerci verso Positano, Amalfi e Ravello passando per Furore. Paesi bellissimi, anche se quello che ci ha entusiasmato di più, è Amalfi. Due consigli spassionati: 1. Se volete fare colazione al bar come noi, a Sorrento, non scegliete assolutamente di farla lungo il corso principale, un cappuccino 2.50 euro, andate invece lungo il corso degli aranci che è il corso sopra, troverete una pasticceria “Valerio e Antonio” dove fanno delle specialità napoletane davvero buonissime alla mattina si possono degustare anche tranci di torte caldi appena sfornati; 2. Non andate a mangiare lungo la strada che porta da Positano ad Amalfi perché vi spellano e gli italiani vengono serviti dopo ma molto dopo i turisti stranieri.

Il terzo giorno decidiamo di andare ad Ischia, ma l’aliscafo parte dal porto di Napoli, se volete partire da Sorrento l’unico che ci va è quello delle 9.00 di mattina. Arrivati a Napoli e dopo aver perso quasi 3 ore per cercare il punto di partenza, tra il traffico (per chi non è abituato a guidare nelle grandi città la difficoltà è davvero alta), e le indicazioni dei passanti, ormai esausti pensiamo che forse è più semplice dirigerci verso Ercolano fermandoci sul Vesuvio, per un pomeriggio culturale. L’entrata ad Ercolano costa 11.00 euro a persona, è davvero una meraviglia visitarlo, si rimane incantati da quella città romana. Per visitarlo ci vuole quasi un pomeriggio completo, è bellissimo vedere case, ville, botteghe e strade, particolari architettonici ancora intatti dopo 2000 anni.

Riusciamo giusto a vedere tutto per l’orario di chiusura (18.30).

Per la serata si prospetta una cena romantica, dato il compleanno di Riccardo, consigliamo il ristorante “Zi’ ntonio a mare” sul bellissimo porto di Sorrento.

Menù a base di pesce, premettiamo che la spesa è un pochino alta, ma il servizio è eccellente e il posto suggestivo, soprattutto con le luci di Sorrento che illuminano la serata.

Per finire tappa ad un locale della zona, non scegliete quelli con il karaoke sono pieni di inglesi e gli italiani non li fanno entrare.

Il quarto giorno decidiamo di andare a Capri.

Acquistiamo 4 biglietti andata e ritorno per il bus che passa proprio davanti al Camping (1.00 a corsa), decidiamo così, poiché la macchina non possiamo portarla con noi.

Arrivati al porto di Sorrento prendiamo due biglietti a/r per Capri, 25 euro a testa, in venti minuti siamo sull’isola. E’ uno spettacolo, è bellissima, scendiamo dall’aliscafo e decidiamo di noleggiare un motorino per godercela tutta! Appena scesi dal molo si può trovare l’indicazione del noleggio: salendo delle scalette sulla destra e dopo 10 mt troviamo “Alfonso”, ci chiede 55 euro per l’intera giornata compreso il carburante, e con un 125 cc, e il suo itinerario in mano, partiamo alla scoperta di questa meraviglia. Impieghiamo quasi 6 ore per girarla completamente. Bè è una cosa che nella vita bisogna assolutamente fare, posti meravigliosi gente cordiale. Andateci se non ci siete mai andati Alle 19.00 prendiamo l’ultimo traghetto che ci porta a casa e dopo una giornata del genere decidiamo di finire con un bel piatto di pasta, una pizza al Leone Rosso, e una passeggiata lungo il corso.

Quinto giorno ci dispiace ma dobbiamo proprio partire decidiamo comunque di passare in centro per le ultime compere e restiamo lì per goderci un ultima volta questo bellissimo paese...E dopo questi 5 giorni da ricordare...Eccoci ritornati a casa.

  • 2967 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social