Torino: il regno di re Ramsete di Savoia

Mercoledì 6 Settembre: Ormai al termine di una generosa estate, ma con qualche incognita sulle condizioni del tempo, partiamo da casa in camper alle 21:20 di un qualsiasi giorno infrasettimanale, col buio ormai completo e con la radio accesa sulla ...

  • di LucaGiramondo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Mercoledì 6 Settembre: Ormai al termine di una generosa estate, ma con qualche incognita sulle condizioni del tempo, partiamo da casa in camper alle 21:20 di un qualsiasi giorno infrasettimanale, col buio ormai completo e con la radio accesa sulla partita di calcio (rivincita mondiale) Francia-Italia ... Il nostro obbiettivo è Torino, storica città e capoluogo del Piemonte, nota soprattutto per le sue industrie (Fiat in testa), ma turisticamente, spesso, eccessivamente bistrattata ... noi invece crediamo possa valere questa breve vacanza che abbiamo voluto dedicargli.

Venti minuti dopo la partenza imbocchiamo l’autostrada A14 a Faenza e alle 22:10 l’A1 a Bologna ... Fila via tutto liscio e procediamo spediti verso nord, così intorno alle 23:00 siamo a Parma, mentre purtroppo l’Italia ha preso una sonora batosta (3 a 1 ... ma la coppa del mondo non ce la toglie nessuno!) Sabrina e Federico poco dopo Piacenza, mentre cominciamo a seguire la A21, se ne vanno a dormire, così rimango da solo, in compagnia della radio, a guidare verso la meta.

Un chilometro dopo l’altro lasciamo l’Emilia-Romagna ed entriamo in Lombardia, mentre scocca la mezzanotte ed è ... ... Giovedì 7 Settembre: In breve giungiamo in vista anche del cartello che preannuncia il nostro ingresso in Piemonte e continuando senza intoppi, grazie allo scarsissimo traffico, quasi all’1:00 ci lasciamo alle spalle l’uscita di Asti per conquistare, solo un quarto d’ora più tardi, la prima periferia di Torino.

Ignorando, per il momento, il capoluogo Piemontese proseguiamo verso sud lungo la A6 ed usciamo quasi subito dall’autostrada nella località di Carmagnola per seguire la statale che ci fa arrivare, poco prima delle 2:00, nell’area di sosta per camper della cittadina di Racconigi, da dove domani mattina inizieremo le nostre visite ... non c’è nessun’altro oltre a noi nel parcheggio ma il posto sembra tranquillo e finalmente posso concedermi qualche ora di sonno.

Non è facile alzarsi da letto poco dopo le 8:00, ma devo farlo per non buttar via tutto il tempo recuperato con fatica durante la notte ... Facciamo colazione mentre oltre il vetro il cielo risulta essere velato ed il sole quasi assente, quindi, passate da qualche minuto le 9:00, c’incamminiamo verso il Castello Reale di Racconigi.

Le origini del maniero risalgono alla fine del XII secolo, sotto i marchesi di Saluzzo. Passato poi ai Savoia fu quasi completamente restaurato da Emanuele Filiberto di Carignano, che ne affidò nel 1676 la progettazione all’architetto Guarino Guarini. Nel 1755 iniziarono infine i lavori di realizzazione dell’imponente facciata in cotto, che ancora oggi domina la piazza del piccolo paese di provincia piemontese ... Siamo però in Italia e si vede: ci sono lavori dappertutto e tutto è fatiscente, la grandiosa cancellata in ferro battuto è di mille colori e parecchi muri sono disincrostati ... che rabbia! ... Attendiamo di fronte all’imponente scalinata l’orario della nostra visita e quando finalmente partiamo la guida ci vieta di scattare fotografie, anche senza l’uso del flash ... E’ assurdo, siamo rimasti praticamente gli unici in Europa ad imporre questo tipo di restrizione ... Vuol dire che, da bravo italiano, cercherò di fare un po’ il furbo ... senza rimorso alcuno! Gli interni, non c’è dubbio, sono sontuosi e molto belli, con diversi ambienti realizzati dall’insigne architetto bolognese Pelagio Pelagi, che si distingue per l’onnipresente firma stilizzata nelle forme di una foglia di palma, con il grande salone, pieno di stucchi e dorature, e con l’appartamento cinese, ricco di preziose tappezzerie orientali

  • 4661 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social