L'ultimo tridente, forse l'ultima utopia

La notizia (ufficiosa) è che il Club Med di Caprera verrà abbattuto definitivamente e riconvertito a "quattro Tridenti" nel 2008. Ci sono tornato ad Agosto con il nipote di tre anni, dopo che la madre ci è praticamente cresciuta. Non ...

  • di Yeridiani
    pubblicato il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

La notizia (ufficiosa) è che il Club Med di Caprera verrà abbattuto definitivamente e riconvertito a "quattro Tridenti" nel 2008.

Ci sono tornato ad Agosto con il nipote di tre anni, dopo che la madre ci è praticamente cresciuta. Non volevo perdermi la fine di un'epoca e di uno stile di vita. Vale la pena di raccontare come nacque e cosa era, perché la storia di questo posto non è una storia qualsiasi essendo legata a quella di un uomo che è stato definito "il padre della più bella avventura del XX secolo". Gilbert Trigano ci ha lasciato cinque anni fa (per fortuna gli è stato evitato questo ultimo dispiacere.. ), e fu proprio lui che nel 1950 si inventò nelle Baleari "il Camping tutto compreso, anche la felicità". Grande successo presso i francesi che, primi al mondo, sperimentarono le vacanze in cui quello che serve -viaggio, cibo, divertimento e sport - era a costo certo e garantito.

Il posto era "gentile", gli ospiti "gentili", il personale "gentile" fino all'eccesso essendo per loro quasi una missione. Appare la figura dell'animatore, anzi del GO (tra l'altro la denominazione è registrata.. ), quindi nasce la concezione moderna della vacanza collettiva che negli ultimissimi anni si è evoluta nello sconfinato business delle meganavi da crociera, che altro non sono che enormi V.V.V. (Villaggi Vacanze Vaganti). L'ho chiamato camping perchè in realtà i primi alloggi erano delle canadesi (chi non ha dormito in una "trigano"..?). E' strano che non si sia fatto un film sulla storia di quest'uomo e del Club... Entra in società con un russo, un principe e un campione di nuoto..Poi i bilanci vanno in rosso ed arriva un Rothschild. Poi la ricerca dei luoghi più belli al mondo dove impiantare le "isole della felicità" ; lui stesso dice: "il vero successo del Club non era certamente dovuto alla qualità del servizio, ma al fatto che corrispondeva alle idee dell'epoca. Eravamo giovani, eravamo sopravvissuti alla guerra e avevamo un incredibile desiderio di scoprire il mondo".

Poi sostituisce il denaro (per le consumazioni al bar) con le perline di plastica intorno al collo, poi la fissazione di mescolare le classi sociali (era stato un giornalista dell'Humanitè). Poi negli anni 90 la ribellione dei clienti facoltosi che non trovavano più i villaggi all'altezza delle loro esigenze, poi il famoso incidente aereo con un charter non proprio nuovissimo.. Ed infine la cessione definitiva nel 1997 con un passivo pesante. Adesso è una multinazionale con grande partecipazione francese; ma chi avrebbe detto un 4% giapponese un 10% Marocchino ed un presidente - Henry Giscard d’Estaing - figlio di cotanto padre? Nel frattempo della questione villaggi vacanze formula Trigano, si era occupata la politica, la sociologia, l'economia e perfino la teologia; Trigano un giorno disse al Papa: "Santità parliamoci chiaro .. Facciamo lo stesso mestiere" alludendo all'Opera Pellegrini, forse l'organizzazione turistica più importante al Mondo.

Nel 1956 nasce Caprera. In verità Monsieur Gilbert era innamorato di Cefalù, ma il villaggio nella baia Garibaldi ha qualcosa di veramente magico, che in piccola parte ha conservato fino ai giorni nostri (tanto che il primo nome era Village Magique). Caprera sarebbe un'isola a tutti gli effetti se non fosse collegata alla Maddalena da uno degli ultimi ponti bailey ancora in esercizio in Italia . Fa parte del Parco Nazionale Arcipelago della Maddalena, ed se non fosse per il museo della Casa di Garibaldi ed il famoso Centro Velico sarebbe deserta. In verità non c'è un solo posto dell'Isola che possa definirsi "brutto" ma Trigano, che non era un tonto, scelse il più bello. Cala Garibaldi è una specie di anfiteatro naturale protetto dal Maestrale, dallo Scirocco e dal Libeccio e siccome la Tramontana d'estate è rara, nella pratica il piccolo golfo antistante è ventoso ma non ondoso, è quindi l'ideale per le derive veloci come il Laser. Non a caso, da sempre, il Club Caprera è il fiore all'occhiello delle scuole di vela del Med. Nei dodici anni che l'ho frequentato è successo di tutto nella conduzione dei GO .. Ma la Casa della Vela è stata sempre a livelli di eccellenza. Mia figlia, partendo dagli optimist, potrebbe addirittura insegnare pur non essendo "tecnicamente" una velista

  • 2855 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social