Calabria & Sicilia: troppo belle

Ed anche quest’anno ce l’abbiamo fatta! La discordanza delle ferie ci ha tenuto col fiato sospeso fino all’ultimo; rischiavamo di passare l’estate 2006 a casa. Poi la sorte decide di schierarsi con noi e tutto collima… in tre giorni organizziamo ...

  • di supercalifragi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ed anche quest’anno ce l’abbiamo fatta! La discordanza delle ferie ci ha tenuto col fiato sospeso fino all’ultimo; rischiavamo di passare l’estate 2006 a casa. Poi la sorte decide di schierarsi con noi e tutto collima... in tre giorni organizziamo tutto...Destinazione Sicilia. Della Sicilia non sappiamo nulla per cui un posto vale l’altro.

Dopo una rapida ricerca su internet decidiamo di mandare mail a tutte le strutture delle provincia di Messina, ed alla fine due sembrano rispondere alle nostre esigenze (molte non erano disponibili o erano più costose). Non ci resta che scegliere tra un bed and breakfast a Gioiosa Marea, a pochi passi dal mare, ed un altro a Sinagra, a 15Km dalla spiaggia. Siccome le distanze non ci spaventano e questa struttura sembra più accogliente dell’altra, optiamo per quella in collina a 10 minuti di macchina dalla costa di Capo D’Orlando.

Dopo lo scambio di alcune mail con la gentilissima proprietaria ed un paio di telefonate, decidiamo di prenotare le camere che ci vengono riservate senza inviare nessun acconto.

Tutto è pronto per la bellissima ed estenuante vacanza che ci aspetta. Siamo in quattro, un altro compagno di viaggio dobbiamo recuperarlo a Scalea (in vacanza già da 15 giorni). 6 Agosto...Si parte! Allo start i quattro componenti del gruppo contano otto tra valigie e borsoni che, naturalmente, non possono trovare sistemazione nel bagagliaio di una Opel Corsa...Alcune dovremo adagiarle sul sedile posteriore, pronte a caderci addosso alla prima curva. Purtroppo è così quando si viaggia con l’amica supertecnologica che, in pochi anni, ha sostituito il walkman con il cd per finire al lettore dvd portatile ed una scorta di film e telefilm che non sarebbe riuscita a guardare neanche se avesse scelto come meta un anno di isolamento in Tibet. Tra l’altro porta in valigia più buste di plastica che vestiti. E sì, perché ogni indumento viene doverosamente impacchettato, probabilmente teme che il calzino bianco destro non gradisca la compagnia del reggiseno. Se poi viaggi anche con il nemico numero 1 del ‘salvaspazio’, il tuo destino e restare seppellita per tutta la durata del tragitto sotto una montagna di borsoni. Lui porta sempre due valigie semivuote perché al ritorno del viaggio possano comunque trovare posto tutte le t-shirt appallottolate e lanciate alla rinfusa in valigia.

Comunque siamo pronti, prima tappa Scalea, per recuperare l’ultimo componente che...O viene senza bagaglio o seguirà la nostra auto a cavallo del suo trolley! Appena arrivati a Scalea si apre davanti a noi un panorama suggestivo, un mare azzurro con sfumature dal blu scuro al celeste quasi bianco ...Favoloso! Un rapido salto a casa per la doccia e per disfare le valigie e poi una lunga camminata tra i negozi d’abbigliamento, i supermercati ed i negozietti di souvenir. La sera una abbondante cena a base di tagliatelle ai porcini, arrosto, melanzane imbottite, melone, gelato e caffè e poi...Via alla scoperta di Diamante, dei suoi violetti e bar.

Per il nostra seconda giornata a Scalea scegliamo la spiaggia di Praia a Mare vicino all’isola di Dino. Il mare è limpido e trasparente...Bellissimo. Poi, docciati e profumati andiamo a cena per assaporare la calamarata una pasta circolare con, naturalmente, i calamari. Prima dell’immancabile cornetto facciamo un giro tra le vie di Scalea, guardiamo le bancarelle e poi a nanna presto...Stanotte alle 4 si và in Sicilia. Per chi si trovasse a Scalea è d’obbligo una tappa vicino al centro storico, alle “nove croci”. Un posto buio dove, soprattutto di sera, ci si dà appuntamento per aspettare...Non vi dico nulla! Il posto è un po’ raccapricciante ma fidatevi, andateci e fatevi raccontare la leggenda

  • 1940 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social