Viaggio alla scoperta della Sicilia

Lasciato alle nostre spalle il porto di Messina, dal quale parte la nostra avventura alla scoperta della Sicilia, ci dirigiamo verso Taormina, la nostra prima tappa. Taormina è un raffinato centro turistico famoso in tutto il mondo e si trova ...

  • di giogio77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Lasciato alle nostre spalle il porto di Messina, dal quale parte la nostra avventura alla scoperta della Sicilia, ci dirigiamo verso Taormina, la nostra prima tappa. Taormina è un raffinato centro turistico famoso in tutto il mondo e si trova adagiata su una splendida terrazza naturale che offre un indimenticabile panorama sul Mar Ionio e le coste circostanti. Dopo aver sistemato i bagagli a “Villa Floresta”, il nostro B&B situato in pieno centro, partiamo per il tour della cittadina. Partendo da Porta Messina col suo arco in muratura, arriviamo in Piazza Vittorio Emanuele sulla quale affacciano il quattrocentesco Palazzo Corvaja e la barocca Chiesa di Santa Caterina. Qui un nutrito gruppo di festanti americani è in attesa dei due emozionati sposini, Made in U.S.A., che arrivano poco dopo. Da Piazza Vittorio Emanuele parte Corso Umberto I, la via per eccellenza di Taormina sulla quale affacciano eleganti negozi e caffè, profumate pasticcerie e tante deliziose botteghe artigiane. Percorrendo il Corso arriviamo in Piazza IX Aprile, una stupenda terrazza sul mare con uno splendido panorama che spazia dal Teatro Greco, all’Etna fino a tutta la costa e offre tramonti mozzafiato. Su Piazza IX Aprile si trova anche la gotica Chiesa di Sant’Agostino e la Porta di Mezzo con la bella Torre dell’Orologio. Vicinissimo a Piazza IX Aprile c’è Vicolo Stretto, una caratteristica viuzza larga appena 60 cm. Oltrepassando la Porta di Mezzo e proseguendo per Corso Umberto I giungiamo in Piazza Duomo col bel Duomo merlato e la Fontana barocca. Poco più avanti Porta Catania determina la fine di Corso Umberto. Dopo il pranzo, a base di ottime arancine giganti al sugo e alle verdure, torniamo indietro verso Piazza Vittorio Emanuele e percorrendo l’omonima Via del Teatro raggiungiamo il Teatro Greco. Il Teatro Greco del III secolo a.C., poi ampliato dai romani nel II secolo a.C., è il secondo per ampiezza in Sicilia dopo quello di Siracusa. I greci lo utilizzavano per le rappresentazioni teatrali, i romani lo trasformarono in arena per gli spettacoli dei gladiatori. Situato in bellissima posizione, offre un panorama mozzafiato essendo incastrato in una collina posta di fronte allo splendido Golfo di Naxos ed è dominato sullo sfondo dall’Etna. Ben tenuto, è formato da un vasto emiciclo diviso in nove settori e vi si svolgono numerose importanti rappresentazioni. I 6 € dell’ingresso li vale tutti. Lasciato il Teatro ci dirigiamo verso Via Roma per una passeggiata e lungo il nostro cammino ci fermiamo nella deliziosa e ben tenuta Villa Comunale a strapiombo sul mare col suo incantevole panorama e la rigogliosa vegetazione. La sera, cena a base di una gustosa pizza ai frutti di mare, passeggiata lungo Corso Umberto e per finire sosta d’obbligo in pasticceria per la nostra prima cassata siciliana (imperdibile !!!). I dolci siciliani sono qualcosa di davvero unico. Pur non essendo direttamente sul mare Taormina vanta nella sottostante baia belle e affollate spiagge di sassi come: Lido di Mazzarò e Lido Spisone, nonché la particolarissima Isola Bella. Ci ripromettiamo quindi una sosta balneare.

2° giorno Dopo la prima colazione a base di un’ottima granita alla mandorla e brioche al caratteristico “Bam Bar”, il migliore della città, partiamo per la spiaggia. Destinazione finale Letojanni con la sua spiaggia ciottolata, molto carina e ampia e meno affollata di quelle di Taormina. Il pomeriggio, invece, andiamo nell’imperdibile e affollatissima Isola Bella. Isola Bella è un suggestivo isolotto e oasi naturale del WWF. Incastonata tra il mare e la terra ferma è collegata a quest’ultima da una sottile striscia di sabbia bianca. Per una vista unica su Isola Bella e la costa ionica si può andare al Belvedere di Taormina. La sera raggiungiamo Castelmola, piccolo borgo medievale posto su uno sperone a 530 metri a strapiombo sulla valle con una bella vista panoramica su Taormina. Castelmola è nota anche per il “Bar Turrisi” la cui particolarità stà nel fatto che ogni cosa nel locale è a forma di fallo. Tornati a Taormina ci concediamo una cena a base di pesce nella romantica cornice del Lido di Mazzarò, su una terrazza direttamente sul mare. Attenzione però ai prezzi. Spesso bibite e coperti hanno prezzi esorbitanti

  • 2443 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social