Natale in Giordania e Israele

Dieci giorni tra Amman, Petra, Mar Morto, Gerusalemme, Betlemme e Tel Aviv

  • di martiteo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Informazioni utili:

Sicurezza: all’inizio qualche timore l’avevamo anche noi, ma alla fine ha ragione la Lonely Planet. Non abbiamo mai avuto la sensazione di essere in pericolo o comunque in situazioni di poca sicurezza. I controlli sono frequenti ma effettuati sempre in modo cortese, perciò ci si abitua in fretta, così come alla presenza di militari armati nei bus. I controlli alla frontiera con la Palestina sono particolarmente accurati per i locali, ma i turisti possono restare sul bus.

Temperatura: a parte il caldo di Eilat e il vento gelido di Petra, la temperatura è gradevole: qualche grado in più dell’Italia, complici anche le belle giornate di sole che abbiamo trovato, ma ventoso.

21 e 22 dicembre

Arrivo ad Amman all’una di notte con volo Lufthansa Milano-Francoforte-Amman: ci siamo fatti organizzare dall’hotel il pick up dall’aeroporto dall’Italia. Il Jordan Tower Hotel è davvero basico come hotel, ma in una buona posizione per visitare la zona del teatro romano e la collina che lo sovrasta. Visti i pochi giorni e non avendo sentito parlare in modo entusiastico della città, abbiamo deciso di dedicare ad Amman solo il 22 dicembre, giusto il tempo di riposarsi, visitare gli scavi e passeggiare senza particolare meta per le vie della città.

Nel corso della giornata ne approfittiamo anche per prendere il biglietto per il bus del giorno dopo: la stazione degli autobus è un po’ fuori, noi ci andiamo in taxi e torniamo poi a piedi, per visitare anche una zona della città non propriamente turistica.

Una nota: abbiamo provato a prelevare in due banche ma il nostro bancomat (circuito Maestro), che non ci ha mai tradito nei nostri viaggi, non ci ha permesso di prelevare e nemmeno gli impiegati allo sportello ci hanno saputo aiutare… se dovesse capitare anche a voi non preoccupatevi, abbiamo scoperto che si trattava di banche d’affari, riprovate con un’altra banca (in centro ci sono numerosi bancomat) e non avrete problemi.

23 dicembre

Sveglia presto per prendere il bus per Petra – Wadi Musa. Il proprietario dell’hotel ci aiuta a fermare un taxi che porti fino alla stazione dei bus.

L’autobus ci lascia giusto di fronte all’ingresso per Petra e con un taxi raggiungiamo il Cleopetra, un ostello davvero carino con un proprietario super disponibile e simpatico. Se come noi andate d’inverno preparatevi: Petra di giorno ha una temperatura piacevole ma con il calare del sole arriva un vento davvero gelido!! In questo caso avere una stanza piccola è un vantaggio perché si scalda prima!

L’ostello ci organizza per il pomeriggio il tour del Wadi Rum: lo paghiamo un po’ caro, lo ammettiamo, ma è perché siamo solo in due e abbiamo una macchina tutta a nostra disposizione (non per scelta ma perché non ci sono turisti con cui dividerlo).

Come detto in tutte le guide, i tassisti vi proporranno un tour del deserto a un costo decisamente inferiore: attenzione, perché spesso non vi portano davvero nel Wadi Rum!

Il tour del Wadi Rum in una 4x4 vale davvero la pena, soprattutto per il colore rosso della sabbia che rende il paesaggio spettacolare. Tra l’altro il nostro autista/guida fa tappe frequenti, permettendoci di fare delle passeggiate sulle dune.

Cena nel ristorante Arabi: ve lo consigliamo perché si mangia bene e si spende poco!

24 dicembre

Con il taxi dall’hotel in 5 minuti arriviamo a Petra. E’ forse anche più bella di quanto potessimo immaginare. Vi consigliamo di affrontare la salita che porta al Monastero perché lo spettacolo che si aprirà davanti ai vostri occhi, nonché il panorama che si può vedere da lì, è magico. Noi non abbiamo acquistato il pranzo a sacco dall’hotel ma all’interno del sito non abbiamo avuto problemi a trovare punti di ristoro: certo è più caro, ma il costo di un panino è comunque abbordabile

  • 5022 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social