Fabio Tonelli: percorsi turistico antropologici alle isole Galapagos

Syusy ed io conosciamo Fabio Tonelli ormai da diversi anni...

Patrizio

Dopo l’introduzione di Patrizio, diamo la parola direttamente a Fabio Tonelli

Mario: Caro Fabio, parlaci della tua vita in Ecuador e della tua attività.

Fabio Tonelli: Vivo in Ecuador e risiedo alle isole Galapagos da 17 anni, sull'isola Santa Cruz, al km 4 dalla comunità di Santa Rosa. Qui possiedo una piccola proprietà, attigua alla riserva delle tartarughe giganti allo stato libero. Sono arrivato in questo magnifico paese quasi casualmente, partecipando come volontario ad un progetto umanitario con l'operazione Mato Grosso, e ho subito conseguito una licenza di guida naturalista nella foresta amazzonica ecuadoriana. Successivamente, a Tena, la capitale dello Stato del Napo, mi sono unito in matrimonio con la mia attuale moglie Monica, dalla cui unione ho avuto due figli, Pier Fabio e Simonetta. In seguito mi sono trasferito alle isole Galapagos dove tutt'ora risiedo. A Santa Cruz, nel lontano 1993, ho realizzato un corso di biologia marina e in quei tempi la mia attività era quella di aiutante di cucina nelle navi da crociera. Proprio questa attività mi ha permesso di conoscere perfettamente tutte le isole e di inserire ed essere riconosciuto anche da un punto legale come residente permanente delle isole. Dal 1994 io e mia moglie siamo proprietari di un agenzia di viaggi, la Galapagos Natural Paradise.

M: In che modo il turista entra in contatto con la realtà locale?

FT: Molto spesso il turista che sceglie di fare crociere di lusso entra molto poco in contatto con la realtà locale. I cosiddetti grandi impresari turistici preferiscono trattenere il più possibile i turisti nelle loro navi per poter vendere loro camicette, oggetti e souvenir vari. Così il tempo destinato alla visita della parte popolata delle Galapagos è ridotto al minimo. Ritengo, invece, sarebbe giusto che il turista potesse conoscere meglio le isole abitate, cosa che si realizza quando pernotta in un albergo. Questo, inoltre, fa si che l'enorme flusso di soldi, che entra principalmente nelle casse dei grandi impresari turistici possa essere canalizzato anche verso la popolazione di Santa Cruz e delle altre isole abitate dell'arcipelago. Mi spiego: coloro che pernottano negli hotel comprano souvenir nei negozi delle isole abitate, mangiano nei diversi ristoranti, contribuendo quindi a migliorare l'economia degli isolani. Questo è importante perché in questo momento, invece, tutto il flusso economico è in mano a circa 80 armatori che hanno le licenze e le autorizzazioni per navigare con le proprie imbarcazioni nell'arcipelago.

M: Come si comportano gli stranieri alle Galapagos?

FT: In generale gli stranieri si comportano in modo assolutamente rispettoso dell'ambiente e questo anche grazie alla rigorosità delle guide del parco nazionale Galapagos che lavorano in modo estremamente professionale e sono perfettamente preparate nell'assolvere alla loro missione: far sì che i turisti che visitano le isole Galapagos rispettino gli animali e l’ambiente.

M: Qual è la richiesta più strana che hai mai avuto?

FT: La richiesta più strana mi è stata fatta da un gruppo di italiani. Dopo circa due giorni che visitavano le isole mi hanno chiamato disperati dicendo che non ne potevano più. Si lamentavano del fatto che vedevano solo animali, mentre avevano voglia di locali notturni, balere e cose del genere. Hanno voluto che inviassi in Galapagos un aereo privato. Cosi ho fatto e poi ho comprato loro un volo aereo diretto a Cuba. Incredibile ma vero

Parole chiave
,
  • 6975 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Flavietta
    , 15/9/2011 01:57
    Sono tornata da circa 10 giorni dal tour Ecuador-galapagos con un viaggio "avventura" di rgazzi dai 18 ai 29 anni ed alle Isole Galapagos abbiamo avuto come guida e corrispondente italiano proprio Fabio Tonelli...mi associo persona unica e speciale e che ci ha saputo guidare anche in qualche piccolo disguido...una persona eccezionale... e poi le Galapagos sono un posto unico al mondo....Buon viaggio a tutti !!!
  2. Turisti Per Caso.it
    , 21/9/2010 11:25
    Lo trovi nell'ultima pagina di questa intervista...
  3. terry71
    , 16/9/2010 12:07
    Ciao, siamo in 2amici e vorremo fare un tour di 18gg in ecquador-Galapagos...Abbiamo tentato un primo contatto con l'Associazione Viaggi Solidali di Torino...ma x il mese di Ottobre...non ci garantisce tutti i luoghi che noi vorremo visitare...Vorrei prendere contatto il Sig. Fabio Tonelli..il tour Operator del luogo...ho letto diversi diari di viaggio..e mi pare di capire che si sono trovati bene con lui...io vorrei dormire anche nella jungla ammazonica almeno 2 o 3 notti..incontrare la Comunità Tsachillas..fare la loro Sauna al vapore e vedere un loro rituale...cosi..come vedere quito,banos, ottavallo(e il suo mercato di bestiame), guayachill, tigua, le ande ein ultimo le galapagos(almeno 2notti)...sfruttando il piu possibile il viaggio in volo di ritorno x la notte(e dormire)in modo da sfruttare tutto il tempo possibile...MI DATE IL CONTATTO EMAIL con il sig. TONELLI, xfav??grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social