Tutte le sfumature del blu

In vacanza tra la selvaggia Koufonissi, l’elegante Paros e la romantica Santorini

  • di Amerio Piccardoni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

06/07/2018

Partenza da Bologna con blu panorama per Santorini ore 18.30 e arrivo alle 21.50 ora locale. Viaggio tranquillo, nessun ritardo come da me temuto data la passata esperienza con Blu Panorama destinazione Rodi.

Usciamo dall' aeroporto in maniera rapida, appena fuori si sente già il venticello e l'atmosfera isolana. Ci dirigiamo verso il nostro hotel, prenotato dall'Italia (Porto castello). Alberghetto senza infamia e senza lode, adatto per passarci una notte. Posiamo in camera le nostre cose e in fretta andiamo in centro a cercare una taverna per mangiare. Approfittiamo della navetta dell'hotel che ci lascia a Fira, la città principale di Santorini. Che dire! Ammaliante, affascinante, bellissima. Immagino i tramonti con le case bianche e azzurre al calar della sera. Ci torneremo. Girando per i vicoli ci fermiamo alla “Taverna Kapari”, carina la location, antipasti tipici misti un secondo, birra, digestivo, 29 euro a testa (discreta qualità). Facciamo una passeggiata per i bellissimi vicoli, beviamo un mojto e poi la stanchezza comincia a farsi sentire e quindi tutti a nanna.

07/07/2018

Sveglia alle 09.00, colazione in hotel e poi partenza per il porto destinazione Koufonissi. Arriviamo al porto in grande anticipo dopo aver percorso una seria di tornanti davvero mozzafiato. Arrivi, partenze un grande caos, facce di tutte le razze.

Ci sediamo in un bar e finalmente riusciamo a bere l'agognato espresso. Dopo un po' di chiacchiere e commenti ci avviamo al molo n 4 in attesa della nave. Attesa sfinente il traghetto è in ritardo, il caldo è tremendo saranno almeno 40 gradi. Dopo circa un ora eccola all'orizzonte finalmente! Operazioni di imbarco lente e disorganizzate, ma riusciamo a partire. Dopo circa 2 ore arriviamo a Koufonissi. Davanti a noi il bianco delle case, il blu dalle mille sfumature del mare ci lasciano letteralmente senza fiato. Come preventivato all'uscita del porto c'è gente che offre alloggi in affitto, ci avviciniamo a un signore greco che ci mostra le foto del suo appartamento. La casetta è un po' come ci aspettavamo, classico stile isolano, abbastanza spaziosa e con un magnifico terrazzo vista mare, bella! La prendiamo, 20 euro al giorno a persona. La vista dal terrazzo già ci dà l'idea della bellezza dell'isola, ora andiamo a esplorare. Affittiamo delle bici e partiamo alla scoperta di tesori nascosti. A ogni pedalata un'esplosione di colori, dal verde acqua al blu cobalto, sabbia leggermente dorata, soffice e pesante. L'acqua invita proprio a tuffarsi e non ci facciamo di certo pregare, limpida, fresca, rigenerante, Dio che bello! Restiamo un po' in spiaggia e poi via di nuovo ansiosi di vedere il più possibile. Un po' a piedi un po' in bici scopriamo un'altra spiaggia più piccola ma dai colori bellissimi.

Il tempo è tiranno si è fatta sera, ora ci vuole una doccia ristoratrice e poi si va a mangiare. La voglia di pesce è tanta e optiamo per il ristorante "Aneflora", che si trova sulla punta dell'isola dove c'è un magnifico porticciolo. Mai scelta fu più azzeccata, antipasti vari, grigliata di cernia, scorfano e un pesce somigliante ad un ombrina. Buonissimi. Vini bianco fresco e dolce offerto dalla casa. Il tutto a un prezzo che definirei onestissimo circa la metà di quello che avremmo speso in Italia. Usciamo dal ristorante, beviamo un digestivo e poi tutti a dormire, domani ci aspetta una bella sfacchinata

  • 5331 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social