Milos e Santorini

Due isole delle Cicladi in nove giorni

  • di starsunlu
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Partiamo il 7 luglio direzione isole greche. Questa volta Milos e poi una nuova visita di Santorini.

Siamo in 5 (squadra vincente non si cambia): io, Pier, Pinuccia, Alessandro e Roberto.

Il volo è con aegen Airlines su Atene e poi su Milos… arriviamo nel tardo pomeriggio… i gestori dell’hotel Rigas (prenotato su booking) ci vengono a prendere in aeroporto e ci sistemano in hotel. L’hotel è molto carino, a conduzione familiare e a circa 500 mt dal porto di Adamas. L’isola ci appare per quella che scopriremo nei giorni seguenti… pacifica, serena, senza nulla di ostentato, bianca, una piccola perla non ancora del tutto sfruttata.

Milos divenne famosa nel mondo per la venere ritrovata che da molti anni riposa al museo del Louvre a Parigi. E’ un’isola vulcanica, la più occidentale delle cicladi. Ha una superficie di circa 150 Km quadrati. L’isola è a forma di ferro di cavallo, facilmente visitabile nella parte est, più accidentata nella parte ovest.

La varietà di spiagge è una sua caratteristica: ce ne sono circa 70. dal paesaggio lunare, alla spiaggia bianca, ai ciottoli, alla spiaggia nera… Affittiamo una macchina (30 euro al giorno) e nei giorni successivi visitiamo la bellissima Sarakiniko, paesaggio unico di grande bellezza (ricorda la luna), il mare è bellissimo e turchese.

Paliochori attrezzata con lettini ed un bel ristorante sul mare,Pollonia e le sue spiagge con ampio golfo e tamerici.

Al rientro, verso sera, ci teniamo a disposizione qualche ora per visitare qualche villaggio di pescatori come la colorata Klima, o Mandrakia baietta con un bel molo, o Plaka, con le sue strette viuzze costruita sulle rovine della antica città.

Una mattina decidiamo di visitare le catacombe del I secolo, uniche in Grecia (costo 3 euro) molto suggestive, anche per il bellissimo panorama che si gode dall’alto.

La sera proviamo alcuni ristoranti… una volta sul lungomare, altre volte verso l’interno.

Segnalo Oh Hamo (che confusione) appena fuori adamas vicino ad una casa con mulino, il menù è davvero carino, scritto a mano su dei quaderni e si mangiano insalate del loro orto, uova del loro pollaio,dolci tipici ed alla fine ti servono la “mastica” (acqua tiepida con mastica)….Segnalo inoltre a Pollonia la taverna Armeniki dove servono il polipo condito con origano e aceto davvero superbo e le cozze con pomodoro e feta.

In generale in Grecia ma anche qui a Milos, una cena può costare dai 10 /13 euro a testa… se poi si decide di mangiare un pita giros si può spendere anche solo 4 euro.

Ad Adamas nella pizza principale c’è una bellissima pasticceria, occhio... i dolci sono troppo dolci per il nostro gusto ma sicuramente la vista di tutta quella bella roba è davvero notevole.

Milos come ho già detto è molto carina, discreta, con poco traffico , e girarla è davvero molto semplice e le distanze sono ridotte.

L’ultimo giorno decidiamo per un giro in barca per visitare la parte ovest ma si scatena il maltemi e le barche non partono, costringendoci cosi a rinunciare a visitare una parte dell’isola.

12 luglio

Salpiamo da Milos verso Santorini con una nave veloce (circa 60 euro) e dopo due ore arriviamo ad porto di Athinios. Prendiamo un taxi multiplo (5 euro a testa) e ci rechiamo a Kamari all’hotel Alexandra (prenotato su booking). E’ la seconda volta che torno a Santorini, e la sua bellezza mi colpisce ogni volta… è la più visitata, la più vivace, la più tipica delle Cicladi.

Kamari è una località balneare sul mare, affollata e con diverse taverne, negozi, pub,spiagge attrezzate. Purtroppo il mare di Santorini nonostante il bellissimo colore è un po’ inaccessibile… la sabbia nera infuocata sotto il sole, i molti ciottoli e sassi rendono l’entrata in mare non semplice

  • 28091 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social