Alla scoperta delle Cicladi

Da Santorini ad Amorgos

  • di michelapara
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Partiamo sabato 3 luglio con volo Olympic Air da Milano Malpensa ad Atene e, dopo aver trascorso la nottata (il volo è atterrato a mezzanotte circa) tra aeroporto e porto del Pireo, ci imbarchiamo sul traghetto Blu Star Paros delle 7.25 destinazione Santorini.

GIORNO 1: SANTORINI All'arrivo troviamo ad attenderci il pulmino dell'Hotel Villa Romantic (Thira, 50€ a notte, piscina, aria condizionata cassaforte, vista mare ma dal lato opposto rispetto alla caldera). L'hotel non è dei più belli sull'isola ma il proprietario è disponibile e ci fornisce una cartina con illustrazione verbale di “cosa vedere”. Il costo include colazione con bevande calde, succo d'arancia, pane con burro e marmellata e yogurt greco. Affittiamo da subito un quod (chiediamo un 125cc ma ci “rifilano” un 50cc) a 15€ al giorno con il quale raggiungiamo la splendida Oia, cittadella arroccata sul crostone roccioso a picco sulla caldera, famosa per gli indimenticabili tramonti. L'impatto è straordinario, il contrasto tra il bianco delle case e il blu del mare e del cielo ci lascia a bocca aperta. Cena da Skala, ristorante con terrazza sul mare al quale si accede attraverso una scala dalla passeggiata del paese. Ordiniamo insalata greca (con pomodori, cetrioli, feta, olive, cipolle e peperoni), tsatsiki (salsa con cetrioli e aglio), souvlaki (spiedino di pollo o maiale), moussaka (una sorta di parmigiana fatta con melanzane, patate, carne macinata e sala di pomodoro), vino locale (ottimo), acqua e caffè e spendiamo 50€ (la cena più cara di tutta la vacanza).

GIORNO 2: SANTORINI – FOLEGANDROS Con il quod prendiamo la strada che va verso il villaggio di Akrotiri per raggiungere una delle spiagge più belle dell'isola, la Red Beach. Dal brevissimo sentiero scorgiamo la caratteristica spiaggia, in gran parte attrezzata, a ridosso della roccia rossa ma rimaniamo delusi (forse l'aspettativa era troppo alta). Riprendiamo la strada principale diretti a Perissa; anche qui la spiaggia, parzialmente attrezzata, non ci soddisfa ma decidiamo di fermarci ugualmente. Il forte vento che imperversa solleva la sabbia fine rendendo la permanenza quasi fastidiosa. Nonostante le numerosissime taverne a ridosso della spiaggia, pranziamo al Miami beach, un locale sulla strada appena fuori paese. Ordiamo insalata greca, bibita e caffè x 2 e spediamo 18€. Rientriamo in hotel per la partenza per Folegandros con il traghetto Artemis della Anek Lines delle 17.30. Arriviamo dopo circa 2 ore di navigazione e troviamo anche qui il pulmino dell'Hotel. Abbiamo prenotato all'Horizon, costruzione nuova con camere dotate di aria condizionata, cassaforte, terrazzino con vista su Chora (60€ a notte senza colazione). L'impatto con Chora ci lascia anche in questo caso piacevolmente stupiti: nelle quattro piazzette i ristorantini hanno tavoli colorati disposti sotto gli alberi di buganvillee e abbiamo la sensazione di trovarci in una cartolina. Cena al ristorante H POUNTA in piazza Pounta (entrando a Chora è l'unica con vista mare) di fronte all'agenzia Sottovento. A differenza degli altri il ristorante dispone di un giardino interno che rende l'ambiente molto intimo. Ordiniamo Fava (purè di ceci condito con olio e cipolle), feta grigliata con pomodori e capperi, maiale alla griglia con patate fritte, pollo alla griglia con contorno di riso speziato, vino, acqua e caffè e spendiamo 46€.

GIORNO 3: FOLEGANDROS Noleggiamo uno scooter dietro al benzinaio che si trova sulla strada che dal porto porta a Chora al costo di 22€ al giorno ma ci consegnano un catorcio.

Facciamo colazione in una taverna in centro, crepes, nescafè e cappuccino freddo al costo di 18€ e decidiamo di attrezzarci per le colazioni “fai da te” in camera

  • 12781 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social