Lefkada, selvaggia e rilassante

Siamo rimasti davvero incantati da quella che è un’assoluta perla del Mar Jonio

  • di Andrewstyle85
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

A poca distanza dall’Italia questa isoletta greca nasconde un fascino particolare: ancora selvaggia per molti versi, ma sicuramente autentica. La particolarità dell’isola è che si può trovare un paesaggio differente da una zona all’altra, così come esistono spiagge ben attrezzate oppure completamente deserte a stretto contatto con la natura. Inoltre a chi piace approfondire la tradizione greca, oltre che una vacanza di mare può essere per certi versi anche un viaggio: esistono dei paesini nell’entroterra che sono rimasti fermi alle antiche tradizioni rurali.

GIORNO 1

Arriviamo a Preveza il 30 luglio con volo Blue Express da Roma Fiumicino verso le 10.30 ore locali e ci accingiamo a prendere la macchina dall’aeroporto. Direi che non c’è scelta più azzeccata dell’autonoleggio: la macchina vi permette di attraversare l’isola in lungo e in largo e potete beneficiare del portabagagli per la spesa del cibo e per portare asciugamani e altri accessori per la spiaggia. Sconsiglio vivamente il motorino, in quanto le strade non sono in pianura e spesso ci si addentra in lunghe salite e discese che non permettono un viaggio tranquillo su due ruote, tuttavia abbiamo visto che c’è chi lo fa.

Fate attenzione che su tutti i contratti di noleggio c’è scritto che la macchina deve essere presa con il serbatoio pieno e riconsegnata nelle medesime condizioni, pena il costo del carburante più una penalità. Noi abbiamo trovato il serbatoio in riserva, ma presi dalle novità e complice il fatto che i greci non parlano inglese, non siamo andati a chiedere spiegazioni e abbiamo riconsegnato la macchina nello stato in cui l’abbiamo presa. Dopo aver fatto il pieno al primo benzinaio, abbiamo guidato per entrare a Lefkada attraversando il ponte che collega l’isola e siamo giunti poi a destinazione (Nidri) dove avevamo l’appartamento. Da notare subito che il nostro Studios prenotato tramite booking.com non aveva indicazioni su come arrivare e pertanto abbiamo dovuto chiamare l’operatore greco che ci ha spiegato dove fosse situato.

L’appartamento era veramente carino, ben ammobiliato e in posizione non troppo decentrata rispetto a Nidri e Vassiliki. Personalmente consiglio la sistemazione in appartamento in quanto permette di risparmiare soldi e mangiare bene potendo sfruttare la cucina ed elettrodomestici vari. Infatti se avete la macchina la cosa migliore è quella di fare la spesa anche una sola volta al grande supermercato (c’è anche Lidl a Lefkada Town) e comprare all’occorrenza quello che vi serve nei market per la strada.

Una volta scaricate le valigie siamo andati a mangiare in un ristorante greco a Nikiana, che aveva vista a picco sul mare, un’insalata greca con feta. Volendo generalizzare i prezzi dei pasti sono tutto sommato buoni, ma solo se si prendono le pietanze della cucina locale. Nel pomeriggio ci siamo imbattuti nella prima spiaggia a Nikiana di mare pulitissimo. Doverosa premessa per chi non è mai stato in terra ellenica: il mare in Grecia è forse uno dei più puliti d’Europa, ma non troverete quasi mai spiaggia senza ghiaia e alcuni tratti sono formati anche da sassi di grandi, compresi scogli un po’ dappertutto. Inoltre l’acqua è gelida (brrrr). Se questa cosa non vi disturba affatto, allora la Grecia è quello che fa per voi, anche perché Lefkada è piena di scogliere di roccia bianca molto interessanti e vegetazione a strapiombo: davvero pittoresca che si presta molto bene alle vostre fotografie. In serata abbiamo cenato in appartamento e infine abbiamo fatto una passeggiata lungo il porto di Nidri dove abbiamo incontrato parecchi PR che proponevano gite in barca per le vicine isole di Meganissi, Skorpio, Kalamos e Kastos. Ci sono parecchie compagnie che offrono lo stesso percorso, quello che varia sono le dimensioni della barca (barconi da più di 300 persone a barche di 50 persone) e i prezzi (dai 20 € a persona a 45 € a persona). Anche i tragitti non sono proprio identici, i barconi grandi offrono anche due soste ale vicine spiagge di Lefkada situate a Porto Katsiki ed Egremni; a nostro avviso sconsigliabili in quanto raggiungibili in autonomia con propria vettura al seguito

  • 29534 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Niki22
    , 2/9/2013 01:24
    Diario di viaggio molto bello, complimenti. Lefkada è la mia preferita :-)
    Noi qualche anno fa abbiamo soggiornato a Vassiliki e lo consiglio vivamente.
    Le casette sulla strada non servono per pregare, sono dei lapidi, ogni casetta per una persona morta sulla strada, infatti molte volte trovi dentro anche delle foto..
    Tzatziki sono di yogurt, cetrioli, aglio e aneto (ma forse qualcuno mette anche la menta??)
    A Agiofili si arriva anche a piedi, da Vassiliki ci vogliono circa 45 min.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social