Immersi nella natura islandese

Viaggio alla scoperta dell’Islanda, con stopover in Svizzera per visitare il centro storico di Basilea

  • di pablecido
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

20-27 maggio 2018

Un volo Easy Jet ci porta da Cagliari a Basilea in Svizzera. Alloggeremo presso Aparthotel Adagio Access a Saint Louis (in territorio francese): vicino all'aeroporto ma ben collegato al centro di Basilea coi mezzi pubblici, offre un comodo (e gratuito) servizio navetta da e per aeroporto (40 euro a notte a testa). Ne approfittiamo per dare uno sguardo veloce al bel centro storico (municipio e cattedrale) e al Kurstmuseum, interessante museo di arte moderna.

Il giorno dopo, di buon'ora, un efficientissimo treno delle ferrovie svizzere ci porta a Berna. Abbiamo comprato il biglietto risparmio in anticipo sul sito delle ferrovie svizzere, abbattendo di gran lunga i costi della trasferta (circa 20 eur a testa a/r).

La capitale elvetica ha un centro storico medievale perfettamente conservato e solo una passeggiata a piede tra le sue vie ed il lungo fiume valgono il viaggio; aggiungiamo una visita al locale Centro Klee ed alla cattedrale. Si pranza in centro a un prezzo tutto sommato contenuto (25 euro a testa), considerato che la Svizzera non è certo economica. In serata rientriamo a Basilea. La mattina seguente ci attende una levataccia alle 4 del mattino perché il volo (sempre Easy Jet) per Keflavik parte alle sei. Ne vale la pena: grazie al fuso orario (2 ore in meno rispetto all'Italia) recuperiamo metà del tempo di viaggio e giungiamo all'aeroporto internazionale di Reykjavík alle 8 della mattina. Lo shuttle bus ci fa raggiungere in pochi minuti l'area degli noleggio dove prenderemo possesso della vettura (toyota auris) affittata ad un costo di 50 euro al giorno; con un piccolo sovrapprezzo prendiamo il GPS che si rivelerà utilissimo nei nostri spostamenti. Costo medio della benzina 1.80 euro al litro; se potete optate per un diesel!

Avendo solo 5 giorni da spendere nell'isola concentriamo il nostro tour nella zona sud.

Prima tappa (circa 2 ore) Selfoss dove dormiremo la prima notte in una locale guesthouse (Garun – 30 eur a testa) molto pulita e confortevole, anche se il bagno è in comune. Utilissima la cucina che useremo per la preparazione dei pasti visti i costi proibitivi dei ristoranti islandesi.

In Islanda gli alberghi sono cari ed occorre prenotare gli alloggi per tempo e con un po' di capacita di adattamento (p. es. bagno in comune) si riesce a contenere i costi; se possibile cercate sempre soluzioni che comprendono l' uso cucina, vi garantisco che risparmierete parecchio! Per la spesa c'è la catena discount locale (bonus) che si rivela un'ottima scelta.

Lasciati i bagagli in albergo e fatto un po di spesa, ci dirigiamo verso il circolo d'oro: parco Thingvellir, cascata Skogafoss e Geysir. Possiamo cosi ammirare le bellezze naturali dell'isola. Paesaggi lunari, cascate, geyser scorrono sotto i nostri occhi sempre sotto una pioggia incessante e un vento gelido, ma il clima islandese è questo e siamo partiti preparati: giacche, maglie pesanti, scarponi da trekking e sciarponi.

Buone notizie: l'isola è cara è vero, ma tutte le attrazioni e meraviglie naturali si possono ammirare gratis!

Rientriamo in serata (in questo periodo dell'anno fa buio quasi a mezzanotte) e ceniamo in hotel, preparandoci il pasto nella cucina della guesthouse

  • 1175 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social