Meravigliosa Islanda

Tour in senso orario sulla Road 1: dallo spettacolare geyser ai laghi di una bellezza aspra in mezzo alla lava e ai vulcani, passando per cascate e ghiacciai maestosi

  • di cazzago
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Finalmente quest'anno sono riuscita ad andare in Islanda, sempre rinviata per vari motivi. A gennaio mi metto all'opera con la guida Lonely Planet (inseparabile) e prenoto il volo aereo (Venezia/Londra con Easyjet) e (Londra/Reykjavik con Icelandair) per un totale di spesa di € 680 (per due persone); c'è anche il volo diretto da Milano ma gli orari e le date non coincidevano con i miei giorni a disposizione.

Arrivo a Reykjavik venerdì primo luglio alle ore 17,30, subito noleggio auto (Easyterra tramite Avis noleggi low-cost) mi consegnano una Polo per € 384 di otto giorni. Prima serata a Reykjavik in una famiglia con mini appartamento autonomo prenotata tramite AirBnb che vi consiglio vivamente per il prezzo e perchè mi sono trovata benissimo. A Reykjavik fa freddissimo, io non ho il piumino e mi pento di non averlo portato via perché tira un vento ed è nuvoloso. Andiamo in cerca di un ristorante al vecchio porto e ci fermiamo su quello consigliato dalla guida Lonely al Saegreifinn dove si mangiano degli spiedini di pesce molto buoni e molto costosi, l’ambiente è una bettola a caratteristica.

Il giorno dopo iniziamo il giro del famoso ‘Circolo D’Oro’. Prima meta Pingveilir, per arrivarci iniziamo a vedere il paesaggio islandese, molto diverso a quello che vedremo nei giorni successivi, ma comunque bello e vario ad ogni curva. Arriviamo a Pingvellir e notiamo al parcheggio tani autobus e moltissime auto, ci sono moltissimi turisti. Iniziamo a visitare il Parco Nazionale di Pingveilir dove i vichinghi costruirono il primo Parlamento democratico del Nord Europa. In ogni angolo si vede una vastissima area verdeggiante ricca di fiumi e cascate creata dall’incontro della placca tettonica del Nordamerica con quella euroasiatica. Paesaggio notevole, seppur il tempo è nuvoloso. Lasciato il parco ci dirigiamo verso la seconda meta della giornata: i Geysir. Praticamente è un terreno che bolle ed esplode, pazzesco e affascinante. Mangiamo un panino e via per la terza meta del Circolo D’oro: la cascata Gullfoss. La cascata è la più famosa d’Islanda, ma in seguito ne vedremo di tutti i tipi e non saprei dire quale la migliore.. tutte splendide e uniche. La Gullfoss è enorme e si getta con un salto di 32 metri, il sole non c’è e quindi non vediamo l’arcobaleno delle foto e fa molto freddo. Dopo le foto di rito riprendiamo la nostra auto e andiamo a visitare Reykiavik perché il giorno dopo iniziamo a fare il giro dell’Isola. Arriviamo in città alle ore 17 e abbiamo tutto il tempo per visitarla, senza vedere musei, ci fermiamo per la cena (sempre carissima) e ritorniamo nel nostro appartamento.

La Domenica mattina partiamo per la nostra prima tappa: Hvammstangi a nord, dovremo arrivarci in 3 ore di auto. Prima di andare verso nord andiamo a vedere la spiaggia di Reykiavik, non ne vale la pena! Partiamo con la nostra Polo e prima di arrivare a Borgames dobbiamo passare in un tunnel sott’acqua di ca. 5 Km., fa un po’ impressione. Visitiamo Borgames, niente di speciale, mangiamo un panino velocemente e alle ore 15 arriviamo al nostro cottage di Hvammsangi, paesino di pescatori poco fuori della Road 1 all’inizio di un fiordo. I cottages che ho prenotato tramite booking sono meravigliosi, isolati in un’area con un campeggio vicino. Andiamo subito al porto per prenotare un giro in barca per vedere le foche e forse le pulcinelle di mare. Partiamo alle 17 e siamo in quattro con una barca tutta per noi, lungo il fiordo si vedono subito alcune foche distese al sole , altre che nuotano, è un bello spettacolo sicuramente insolito, non possiamo avvicinarci con la barca però con i cannocchiali si vedono benissimo, nel ritorno individuiamo anche alcune pulcinelle di mare a fior d’acqua. Ritornati al porto ci invitano a vedere la partita dell’islanda nel centro civico alla sera alle 21,00, partita che verrà persa. Ceniamo in un localino del porto e ritorniamo al nostro cottage in legno dopo una breve camminata

  • 15735 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social