Islanda mozzafiato

Tour in auto di tutta l’isola, girando tra ostelli e guest house

  • di Paola Gioia Conca Bonizzoni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Eccoci qui, io e il mio ragazzo, pronti per la nostra nuova avventura... un giro di tutta l'Islanda in macchina girando tra ostelli e guest house. Sapendo che l'Islanda è un paese caro decidiamo fin dall'inizio di risparmiare su alcune cose per partire preparati: prima di tutto portandoci il sacco a pelo cosi negli ostelli non paghiamo il supplemento per le lenzuola, scegliendo dei voli con 2 scali (a volte eterni, ma fa parte dell'avventura) e partendo con le borse già piene di cibo da poter cucinare una volta arrivati e scatolette di tonno, mais, ceci, biscotti, cereali etc...e un immancabile thermos con tante bustine di the che ci ha fatto compagnia durante tutti i trasferimenti in macchina...insomma invece di una vacanza da campeggio zaino in spalla...pseudo campeggio valige alla mano!In più per godeci tutte le giornate fino all'ultimo istante abbiamo deciso di prenotare da casa tutti gli ostelli e le guest house così da non preoccuparcene durante la vacanza! Partiamo Domenica 20 Lugio da Malpensa alle 10.30 di mattina, facciamo due scali: uno per pranzo a Vienna (1 ora e mezza) e uno per cena a Stoccolma (7 ore ma in un bell'aeroporto) per arrivare finalmente a Reykjavik alle 23.30. Arrivati all'aeroporto abbiamo acquistato i biglietti del flybus (andata e ritorno) che ti porta in paese in 45 minuti o direttamente in alcuni hotel e ostelli.

Il 21 Luglio ci svegliamo con calma, nel nostro ostello ci prepariamo il pranzo e dedichiamo l'intera giornata a girarci la città. Questo paese è molto particolare, è tutto così calmo, silenzioso e pulito. In una giornata ti puoi girare tutto abbastanza bene dalle chiese ai negozi ed ai parchi, ma ci teniamo da conto qualche museo e negozietto per l'ultimo giorno della vacanza che passeremo a Reykjavik ancora una mezza giornata. Visto che il nostro ostello è proprio in centro, ceniamo nella cucina comune e poi ci godiamo un po la movida dei turisti di passaggio e scambiamo sue chiacchiere e consigli con loro prima di andare a riposarci pronti per iniziare il giro on the road.

22 Luglio

Il nostro giro seguirà quasi soprattutto la strada principale (la uno) e la percorreremo in senso orario quindi una volta svegliati di prima mattina ci dirigiamo con gli autobus a prendere la macchina che avevamo prenotato dall'Italia. Il programma di oggi prevede di percorrere la strada verso nord fino a Reykir dove abbiamo prenotato due letti in ostello. Purtroppo abbiamo dovuto evitare i fiordi nor-occidentali (pare che siano molto belli) per riuscire a vedere altre cose molto belle nelle giornate successive. La nostra prima deviazione dalla uno la prendiamo per evitare il tunnel e percorrere tutto il fiordo Hvlfjordur per iniziare fin da subito ad immergerci nel verde di questa terra fermandoci ogni tanto ad ammirare il paesaggio e a fare due passi ad esempio lungo il fiume Glymur. Per pranzo (ovviamente al sacco) ci fermiamo a Borgarnes, un piccolo paesino. In serata siamo arrivati in questo piccolo ostello molto carino e pulito nel bel mezzo del nulla, a nord sul mare. In questa prima giornata è valsa la pena arrivare a destinazione per tempo, per riuscire a fare un bagno nella piccola piscina esterna con acqua solfurea caldissima e fare due passi sulla sabbia nera ammirando il mare. Ovviamente anche questa sera ci aspetta una cena in ostello essendo oltretutto in mezzo al nulla!

23 Luglio

Oggi continueremo e vedere il nord spingendoci un po' più verso est. Ci fermiamo prima di tutto a Blonduos dove facciamo benzina (sempre meglio farla dove si può) e un pochino di spesa, ma soprattutto rimaniamo stupiti dalla loro particolare chiesetta. Poi io con insistenza ho convinto il mio fidanzato a deviare verso Skagastrond dove c'è un famoso pub-museo di musica country ma che purtroppo troviamo chiuso! rientrati lungo il nostro cammino ci dirigiamo verso il monte Tindastoll dove in inverno sono operativi degli impianti sciistici, qui in mezzo a tanto verde bellissimo ci facciamo una piccola camminata (non avevamo tanto tempo) e un picnic. Di nuovo in macchina la pausa successiva la facciamo alla vecchia torbiera di Glaumbaer. Per la serata avevo preparato una bella sorpresa per il mio fidanzato, un'ultima tappa prima di arrivare all'ostello in Akureyri. Avevo prenotato in un ostello a Skjaldarvik una cavalcata di un'ora tra i fiordi e un bagno nella loro piscina esterna con acqua caldissima

  • 23898 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Paola Gioia Conca Bonizzoni
    , 16/1/2016 15:49
    Ti chiedo scusa del ritardo nella mia risposta ma non avevo visto la notifica che mi avvisava del tuo messaggio.
    Spero ti sia ancora utile.
    In ogni caso dirti la cosa più bella è davvero complicato perchè ho trovato tutto davvero unico e magico a suo modo e dipende anche molto dai gusti ma sicuramente i dintorni del lago Myvatn con i crateri tra il lago e il verde e le passeggiate è stata una tappa che non poteva mancare. ( non fatevi demoralizzare se a ovest del lago scendete dalla macchina e venite investiti da una marea di moscerini fastidiosissimi perchè a sud e a nord est del lago invece non ci sono). é stata davvero bella anche la gita in mezzo agli iceberg, per non parlare dell'acqua totalmente trasparente nella frattura del parco Pingvellin. Insomma non rinuncerei a nulla. Ecco magari non avrei dormito ad eskifiordur perchè era un po' tristino mentre a Seydisfiordur c'era un paesino molto più caratteristico dove avremmo voluto fermarci (ma ormai no c,era posto e avevamo già prenotato nell'altro).
    Per quanto riguarda i supermercati dipende dalle zone, intorno ai piccoli centri abitati ci sono, ma troverai anche interi tratti di strada con poco e niente. Comunque in generale si sono un po' cari però stando attenti ce la si fa. Il miglior consiglio è partire già un po' forniti di scatolette varie tra tonno, mais etc cosi li prendi proprio solo il necessario.
    ciao
    Paola
  2. Pennywise1982
    , 16/10/2015 00:21
    Bellissimo giro in quello che dai tuoi racconti sembra essere un paradiso terrestre.
    Qual'è stata la cosa più bella che hai visto/fatto? Tra le bellissime esperienza cosa ritieni assolutamente imperdibile?
    Spero di andare in Islanda l'estate prossima. L'idea è quella di fare un giro in camper.
    Lungo il tragitto ad anello si incontrano supermercati? Sono molto cari?
    Grazie in anticipo.
    Ciao
    Filippo

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social