La mia islanda: 4 amici, 3 pecore, 6500km nella natura

Diario di viaggio e qualche dritta per chi vorrà intreprendere un viaggio alla scoperta di questa particolarissima isola. Un viaggio che non è per tutti, che necessita una preparazione soprattutto nella testa... per esser pronti a spazi sconfinati, silenzi e ...

  • di Ebec77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Un po’ la curiosità un po’ il mio amore per la natura un po’ la voglia di vedere e vivere un paese e un ambiente totalmente diverso dalle mete toccate negli ultimi anni (in cui dominava il colore e il sole) mi ha portato a vivere la mia vacanza 2011 in Islanda, assieme ad altri tre compagni di viaggio.

Come è ormai mia usanza fare, anche in questa occasione cercherò di trasmettere qualche utile informazione a chi sta pensando di intraprendere la stessa avventura.

Guide turistiche: ne ho acquistate e analizzate diverse;la migliore è risultata essere la Lonely planet, in questo caso veramente molto completa e ricca di informazioni con un buon numero di pagine e luoghi (anche se talvolta non sono riuscita a trovare tutto quello che vi citano e le tariffe varie non sempre corrispondevano).

Voli: pensavo fossero molto più cari in realtà con qualche accortezza si riesce a non spendere una fortuna. Ho prenotato a gennaio per partire ad agosto. La compagnia + conveniente in assoluto è la iceland express che ad esempio parte e torna ogni lunedì da bologna con volo diretto. Considerando però che l’arrivo è a tarda notte abbiamo valutato che la cosa ci avrebbe portato via qualche bel giorno. Chi vuole come noi sfruttare anche il weekend può acquistare la tratta dell’iceland express direttamente da Londra (da cui ha partenze quotidiane) e prendere un low cost italia-Londra (e non c’è che l’imbarazzo della scelta). Con questa combinazione abbiamo speso per il volo andata e ritorno compresi bagagli e tasse 380 euro.

Trasporti: ahiahiahi…. Tasto molto dolente! Comunque in questo campo è questione di scelte e obiettivi. Le compagnie di noleggio sono parecchie e ognuna ha le sue tipologie di auto e di pagamenti. Comune a tutti è una sola costante. I noleggi delle auto, qualsiasi siano le categorie sono mooolto onerosi sempre, inoltre le auto difficilmente sono nuove. Va ricordato che se si vuole affrontare un percorso sterrato (le strade “F”) bisogna accertarsi di essere autorizzati dai noleggiatori a praticarlo e avere un mezzo adeguato per affrontarli. Consiglio un’assicurazione totale (anche se nessuno assicura parabrezza e ruote). Benzina e diesel costano uguale, si può pagare comunque ovunque con carta di credito e i distributori sono abbastanza presenti sul territorio. Quelli che troverete di + sono gli “N1” e gli “Olis” (in questi ultimi se avete la tesserina che a volte si trova in qualche ufficio turistico potrete, presentandola alle casse, bervi un caffè totalmente gratis). Chi non vuole noleggiare un’auto può anche fare il giro dell’Islanda in autobus. Ce ne sono in numero e frequenza sufficiente nel periodo estivo e lasciano sempre i passeggeri nei luoghi più conosciuti e turistici. Ovvio che in questo modo si è sempre con l’orologio in mano e non si può godere un territorio che piace con la giusta calma dovendo rispettare degli orari. C’è una tesserina-biglietto apposito che permette di prendere tutti gli autobus per girare l’Islanda.

C’è anche chi fa l’autostop! Anzi sono tanti! Ma si rischia di passare ore ad attendere….

Pernottamenti: nel mio viaggio sono stata nelle sistemazioni più disparate (ostelli, guesthouse, b&b, hotel, appartamento….). Facendo un bilancio e volendo dare un consiglio col senno di poi quello che consiglierei è assolutamente di prenotare il maggior numero possibile di ostelli. Sono sempre super nuovi, attrezzatissimi, molto puliti e davvero confortevoli e con sistemazioni differenziate, da camere private da 2 o 4 letti a dormitori in base alle esigenze e al budget.

Sono stata mille volte meglio negli ostelli che nella maggior parte delle guesthouse o b&b che di solito prediligo ma in questo caso non gli facevano neanche le scarpe! Qualsiasi sia la soluzione (hotels a parte) se si ha il proprio sacco a pelo quasi ovunque si può scegliere la formula “sleeping bag accomodation” per risparmiare un po’: praticamente si dorme in letti solo dotati del coprimaterasso e magari di una coperta aggiuntiva per chi ha freddo e ci si va con il proprio sacco a pelo appunto.

C’è una regola comune a tutti in Islanda: ogni volta che si entra in una casa o ostello o altro ci si deve obbligatoriamente sempre togliere le scarpe. Si gira sempre in calzini o con le proprie ciabattine o scalzi. Credo sia tutto sommato un’ottima abitudine per lasciare tutto lo sporco fuori di casa dunque non ci ha mai creato alcun problema anzi.

Si può poi scegliere se includere o meno la colazione. Di solito il costo si aggira sui 9 euro. Da alcune parti ci sono dei bei buffet e dunque ne vale la pena perché si mangia talmente tanto da saltare il pranzo! da altre un po’ meno.

Alla fine però le cucine a disposizione degli ospiti sono così ben organizzate e attrezzate che praticamente tutti si preparano tutto da soli.

Avvertite sempre con una telefonata se arrivate dopo le 18 in generale perché in alcuni casi potrebbero dare la camera a qualcun altro (soprattutto negli ostelli). La zona in assoluto in cui si fa più fatica a trovare una sistemazione e soprattutto a trovarla a prezzo decente è quella del lago di Myvatn in cui spesso viene richiesto di fermarsi 3 notti (che in effetti servono assolutamente per questo territorio ma chi ne avesse di meno disponibili magari farà un po’ più fatica)

  • 35963 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. polaC
    , 21/3/2012 23:32
    Ciao, sto organizzando di andare 15 gg in Islanda ad Agosto 2012, vorrei chiederti qualche consiglio...

    1) è strettamente necessaria la macchina 4x4???
    2) pensavo di partire senza prenotare i pernottamenti, pessima idea???

    se hai altri consigli fondamentali te ne sarei grata! :)

    ps: il mio preventivo è intorno ai 2500€ e siamo pure in 4 a dividerci il costo della macchina....
    in cosa sbaglio???

    grazie mille
  2. dania53
    , 14/9/2011 16:23
    racconto molto interessante e utile quello che manca per essere ancora più utile secondo me sono i km.giornalieri i costi dei pernottamenti e del gasolio

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social