Giro dell'Islanda in 4x4

Giro dell'Islanda con 4x4: geyser, cascate, ghiacciai, fumarole, vulcani, terme e trekking!!!

  • di Ambarabaccicci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Io e il mio compagno siamo amanti del trekking, della natura e dei viaggi “on the road”; questa estate abbiamo girato l’Islanda e tutte le nostre migliori aspettative non sono state deluse, anzi!!! 3.08.10 Siamo partiti da Pisa con Ryanair per Londra, dove i voli Icelandair per Keflavik (l'areoporto internazionale a 40 min dalla capitale) ci sono costati la metà che da Milano. Arrivati in Islanda alle 23,00 ora locale, il bus ci ha portati nella capitale, dove a pochi passi dalla fermata ci aspettava la Sunna Guesthouse. Durante il tragitto abbiamo già la prima occasione di stupirci di questo paese: nonostante sia mezzanotte, il cielo non è ancora nero, ma di un blu intenso, e le luci delle case riverberano in questo blu e si riflettono sull’acqua del mare, a pochi metri dalla strada, creando dei giochi di colori bellissimi.

4.08 Dopo un’abbondante colazione dolce e salate, tra cui le mitiche aringhe marinate, abbiamo ritirato il Suzuki Jimny prenotato via internet e siamo partiti verso il “Circolo d’oro” (Pingvellir, Geyser e Gullfoss). Appena usciti da Reykjavik ci accorgiamo che i paesaggi qui sono completamente diversi da tutti quelli visti fino ad ora, orizzonti infiniti, cieli tersi e natura, natura, natura, dove la mano dell’uomo spesso non è visibile o comunque è soltanto un dettaglio secondario. A Pingvellir camminiamo in mezzo alla frattura tra la placca terrestre americana e quella europea, che si allontanano di circa 2mm l’anno, e dei bellissimi pannelli lungo il percorso ci mostrano come, già nell’800 d.C. Qui si radunassero per intere settimane i primi abitanti dell’isola, creando veri e propri accampamenti di tende, per prendere decisioni in merito agli aspetti politici e commerciali: il primo parlamento europeo è nato qui! Passeggiando in mezzo a questa distesa di verde e rocce laviche, arriviamo a dei bellissimi laghetti di acqua cristallina incastonati tra le rocce spaccate dal movimento tettonico. Siamo circondati dalla forza e dalla bellezza della natura, e, come ci succederà moltissime altre volte nel resto del viaggio, siamo senza parole di fronte a tale spettacolo!!! Si riparte e dopo poche decine di km (in Islanda le distanze sono amplificate rispetto alle nostre!!!) arriviamo nella zona dei famosissimi Geyser…davvero incredibili!!! C’è un sole bellissimo, tanto che siamo in t-shirt e quando l’acqua viene spedita a 30m da terra, il bianco del vapore che poi si forma nell’aria fa un contrasto bellissimo con lo sfondo del cielo, che è di un azzurro stupefacente. Altri km e arriviamo a Gullfoss, una delle cascate più belle del mondo. Scesi dall’auto, pochi passi ci portano ad affacciarci su uno spettacolo che ci lascia senza fiato, tanto che io mi commuovo e quasi piango per tale bellezza: due arcobaleni completi e paralleli incorniciano la cascata, che fa un doppio salto e prosegue in un canyon che è la solita frattura della crosta terrestre che abbiamo lasciato a Pingvellir e che ritroveremo anche nel resto del viaggio, attraversa infatti tutto il paese, da sud-ovest a nord-est. Dopo una mattinata e un primo pomeriggio di tale intensità, ci aspettano 170km di strada sterrata che attraversa il nulla e che ci porterà, dopo altri 120km di asfalto, ad Akureyri, seconda tappa del viaggio. Il percorso è faticoso e impegnativo, perché, nonostante il limite di 80km/h, è già difficile arrivare a 60, e a volte le buche costringono a scendere ai 40km/h…ma ne vale la pena!!! Incrociamo pochissime auto e ci sembra di essere su marte: terra rossa, orizzonti infiniti e in lontananza, piccolissime, le punte dei ghiacciai. Ci fermiamo a volte per fare qualche foto, e ci stupisce il silenzio assoluto intorno a noi, rotto soltanto dal sibilare del vento

  • 20019 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. polaC
    , 21/3/2012 23:54
    Ciao, sto organizzando di andare 15 gg in Islanda ad Agosto 2012, vorrei chiederti qualche consiglio...

    1) è strettamente necessaria la macchina 4x4???
    2) pensavo di partire senza prenotare i pernottamenti, pessima idea???

    se hai altri consigli fondamentali te ne sarei grata!

    ps: il mio preventivo è intorno ai 2500€ e siamo pure in 4 a dividerci il costo della macchina....
    in cosa sbaglio???

    grazie mille

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social