Cartoline da Iseo!

Visti dall’alto, i luoghi caratteristici del lago appaiono come perle incastonate nel verde. Ogni spicchio di territorio rivela la sua magia che lo rende meta accogliente. L’approdo è un’esperienza sorprendente, come la scoperta degli angoli nascosti di ogni singolo centro ...

  • di laura_85
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Visti dall’alto, i luoghi caratteristici del lago appaiono come perle incastonate nel verde. Ogni spicchio di territorio rivela la sua magia che lo rende meta accogliente. L’approdo è un’esperienza sorprendente, come la scoperta degli angoli nascosti di ogni singolo centro abitato. Da ogni punto della costa è possibile ammirare l’incantevole panorama, una cartolina ammaliante per il visitatore. Lungolago, tra i quali troneggia l’Accademia Tadini, elegante pinacoteca in stile neoclassico.

IL FASCINO SUGGESTIVO DEL LAGO D'ISEO

Un fascino discreto, clima mite e un paesaggio che si lascia ammirare attraverso i colori delle stagioni. Questa la fotografia del lago d’Iseo, un bacino che va scoperto dalle sponde ai borghi costieri fino alle alture circostanti. La natura, pregna di profumi e silenzi, si sposa con la storia e la cultura dei luoghi. Da Sarnico, la località più a sud del Sebino, tradizionalmente di grande richiamo turistico accarezzata dalla brezza lacustre, all’incantevole Lovere, tra i borghi più belli d’Italia, la sponda bergamasca riserva l’immersione emozionante in ambienti caratteristici e suggestivi. Dalle piazze affacciate sul lago di Sarnico fino al porticciolo di Tavernola è un lungo invito a passeggiare godendo di un’atmosfera tranquilla e riposante. Risalendo si incontra il centro medioevale di Riva di Solto, uno dei più pittoreschi, luogo ideale per la pratica di sport acquatici. La strada intagliata nella roccia con pareti a strapiombo sul lago, il tratto più selvaggio del bacino, conduce a Castro, centro che conserva le fortificazioni di epoca romana, e infine a Lovere, che regala la bellezza degli edifici storici medioevali nelle vie interne e una serie di eleganti palazzi sul lungolago, tra i quali troneggia l’Accademia Tadini, elegante pinacoteca in stile neoclassico. Il lago d’Iseo è uno specchio su cui si riflettono gli splendidi versanti che lo circondano, costellato di borghi medievali, palazzi, ville, castelli, nuclei storici, con mirabili esempi di architettura ben conservati, ma anche ricco di elementi naturalistici. Dei borghi rivieraschi, mete turistiche per eccellenza, Sarnico presenta un centro storico dalla caratteristica pianta medievale a semicerchio. Adagiato sulla sponda destra del lago di Iseo, il paese gode di un clima mitigato dalla protezione delle colline e dalla brezza. Qui, all’inizio del Novecento, si è sviluppata un’architettura ispirata allo stile liberty. Il borgo antico si caratterizza per i suoi angoli caratteristici e testimonianze artistiche di grande valore presenti nelle chiese. La Contrada (via Lantieri) è la strada principale del centro rivierasco, con una variopinta cornice di negozi tra portali, vicoli e arcate. Piacevole e suggestiva la passeggiata lungo il lago. Sarnico è sede dei famosi cantieri navali Riva, dove nascono i prestigiosi motoscafi considerati le Ferrari dell’acqua. Costeggiando il lago si raggiunge Predore, immerso in un paesaggio tipicamente lacustre fatto di alberi di ulivo e fiori, e Tavernola, dove il paesaggio assume una connotazione tipicamente mediterranea in cui spiccano rari esemplari di pini acquatici. La quiete del lago, con gradevoli parentesi dedicate al benessere e alla cucina del pesce d’acqua dolce, è un attraente biglietto da visita per un’esperienza indimenticabile. Il richiamo è dettato dall’incontro magico fra terra e acqua, che si realizza in ogni lembo di bacino e trova le sue espressioni massime al cospetto di borghi sorti con l’intento di esaltare un altro importante connubio: quello tra natura ed gusto architettonico. La sovranità dei luoghi e l’incanto dei riflessi, profumi e sapori che si fanno percepire in modi diversi nel corso delle stagioni, contribuiscono a creare atmosfere ammalianti da cui lasciarsi cullare L’accesso al lago è fatto di strade che seguono il profilo della costa , a tratti bassa, nei punti più selvaggi sovrastata da pareti rocciose. Un itinerario spettacolare, da sud a nord, che lascia sorpresi mentre s’incede. Decisamente singolare ed alt rettanto ricco di curiosità poterci arrivare con il treno a vapore, una sorta di macchina del tempo che da Bergamo porta alla soglia del bacino d’Iseo. Consigliata da noi: Crociera sul lago, imperdibile!

  • 4275 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. maryvass
    , 19/5/2010 15:38
    bellissimoo non vedo l'ora di andarci!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social