Un'Irlanda di emozioni

Un viaggio emozionante tra le mete più conosciute e quelle meno battute dell'isola di Smeraldo

  • di superele1982
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Ero stata in Irlanda a studiare per tre settimane nel lontanissimo 1998, quando avevo sedici anni, e non sono più riuscita a dimenticare la bellezza del sud ovest con i suoi panorami mozzafiato, la simpatia degli irlandesi e la vitalità di Dublino. Dopo tanti anni, volevo che anche mio marito vivesse insieme a me un po’ di questo Paese più unico che raro, quindi abbiamo preparato un bell’itinerario (con volo + noleggio auto), prenotato i b&b dall’Italia e siamo partiti con aspettative altissime… che puntualmente l’Isola di Smeraldo non ha deluso, anzi, si può dire che le abbia persino superate.

GIORNO 1 – GIOVEDI’ 6 AGOSTO

Abbiamo il volo alle 11.20 a Linate, quindi partiamo da Parma con calma, lasciamo l’auto nel parcheggio che abbiamo prenotato, vicino all’aeroporto, veniamo accompagnati alle partenze con la navetta gratuita e iniziamo il nostro viaggio. Atterriamo a Dublino con un po’ di ritardo, ritiriamo l’auto a noleggio prenotata con Hertz (quest’anno la nostra compagna di viaggio è una Scoda Rapid) e ci dirigiamo subito verso Howth e il bed and breakfast che abbiamo prenotato per la prima notte.

Howth è una penisola poco a nord di Dublino, a pochi chilometri dall’aeroporto, ed è un caratteristico porto irlandese: colorato, tranquillo, il panorama è comunque piacevolissimo e ce ne accorgiamo sin da subito, mentre andiamo a Cornerville, prenotato per una notte al prezzo di 80€ (colazione inclusa, parcheggio pubblico gratuito).

Al primo tentativo nessuno viene ad aprirci, poi ci rendiamo conto che il proprietario è nel garage e bussiamo anche lì. Ci riceve gentilmente e ci mostra la camera, spaziosa (mai visto un letto così grande) e pulita, arredata in stile georgiano, tipico dell’Irlanda, da quanto scopriremo durante tutto il nostro viaggio. Ci dà un po’ di indicazioni utilizzando una grande cartina dei dintorni, risaliamo in auto e percorriamo i pochi chilometri che ci separano dal centro di Howth. Siamo affamati (in aereo non abbiamo mangiato), quindi cerchiamo subito un posticino. Ci fiondiamo da “Crabby Jo’s”, e ordiniamo calamari fritti e sandwich di gamberi, insieme a due belle birre fresche. Con un caffè, spendiamo 32 euro, ma siamo soddisfatti e possiamo iniziare la nostra passeggiata.

Il molo è piuttosto tranquillo, assistiamo alle operazioni per tirare in secca e trasportare via una grande nave da pesca, il tutto ordinatamente e con molta calma e sicurezza. Non c’è tanta gente in giro, e arriviamo abbastanza rapidamente sulla collina che dà sul mare. Una chiesa diroccata fa da cornice ad un cimitero, ma l’atmosfera non è triste e desolata, nonostante il luogo in cui ci troviamo. Belle croci celtiche si affacciano sul mare d’Irlanda e i gabbiani volano numerosi nel cielo piuttosto nuvoloso. Poche gocce di pioggia ci accompagnano al rientro al bed and breakfast per riposare un po’ prima di tornare ad Howth per cena.

Facciamo un giro fino al faro, scattiamo qualche foto piuttosto suggestiva nella pur semplice atmosfera che ci circonda e poi torniamo verso il centro. Scegliamo un pub vicino alla stazione della DART, la linea che collega Howth con il centro di Dublino. “The Bloody Stream” è il tipico pub irlandese: piuttosto antico, muri spessi, luci soffuse, camino acceso (in agosto!), buona musica in sottofondo e cucina gustosa. Ordiniamo un assaggio di tre ostriche e due bei piatti di fish&chips. Con due pinte di birra spendiamo 44€, e questa sarà sempre più o meno la spesa media a cena per due persone considerando un piatto completo (main dish) e una pinta di birra.

Torniamo a Cornerville e ci riposiamo dopo la nostra prima giornata in terra d’Irlanda

  • 17008 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social