Partenza il 26/7/2013 · Ritorno il 9/8/2013
Viaggiatori: 3 · Spesa: Da 500 a 1000 euro

Giro dell'Irlanda in 14 giorni

di mamondo - pubblicato il

26/07/2013: BOLOGNA - DUBLINO

Partenza da Bologna dopo pranzo con volo diretto Ryanair verso Dublino. Arriviamo nel pomeriggio e piove (ecco, iniziamo?). Prendiamo un taxi per l’hotel e mentre siamo in auto c’è un acquazzone con strade quasi allagate. Spesa del taxi: 26 euro.

L’hotel è l’ALBANY HOTEL, prenotato tramite travelrepublic. Non è male, la stanza è bella, il bagno grande, il personale gentilissimo, ottima la posizione centrale. La colazione è continentale, non irlandese, ma abbondante. Ha smesso di piovere allora usciamo per cenare e fare un primo giretto. Comperiamo acqua, crackers e biscotti per i prossimi giorni poi arriviamo nella zona di TEMPLE BAR e cerchiamo dove cenare. Scartiamo i locali con la musica troppo forte perché siamo stanchi e negli altri locali non ci prendono perché è venerdì sera e non avendo prenotato non c’è posto prima delle 21:00. Finiamo allora da LEO BURDOCK’S, una specie di fast food irlandese, per mangiare fish & chips. Spendiamo 30 euro per 3 piatti con tante di quelle patate fritte (buonissime) che andrebbero bene per 10 persone.

27/07/2013: DUBLINO

Intera giornata a disposizione per girare a Dublino senza neanche una goccia di pioggia: ieri era iniziata male, ma ora sta migliorando, c’è un bel sole. La prima tappa la dobbiamo fare al vicino ST. STEPHEN’S GREEN, per portare Diego (3 anni e mezzo) nell’area giochi per bambini. E’ un bel parco con laghetto con le papere. Poi andiamo a visitare il TRINITY COLLEGE e facciamo un po’ di coda per vedere il BOOK OF KELLS e la OLD LIBRARY. Questo libro è famosissimo, e sarà anche bello, ma se ne vedono solo 2 pagine dopo aver fatto la coda di nuovo davanti alla teca. La libreria ci piace un po’ di più. Ingresso 9 euro ad adulto.

Pranziamo da BOBOS BURGERS per 30 euro circa.

Andiamo a vedere, ma solo da fuori, il DUBLIN CASTLE e il suo bel giardinetto e visitiamo la CHESTER BEATTY LIBRARY che è gratuita e contiene varie raccolte del suo fondatore. Non abbiamo molta voglia di impegnarci nella visita così la guardiamo molto in fretta.

Andiamo alla ST. PATRICK’S CHURCH con sosta all’area giochi del parco di fianco. Ingresso 5,5 euro per adulto. Poi andiamo alla CHRIST CHURCH con la sua grande cripta. Mentre siamo in chiesa assistiamo anche alle prove di un coro di ragazzi molto bravi. Ingresso 6 euro ad adulto.

Cena da THE HAIRY LEMON 48 euro (per 3 piatti, Diego mangia come un adulto)

28/07/2013: DUBLINO

Ancora una giornata intera a Dublino. Prendiamo un autobus per andare alla GUINNESS STOREHOUSE dove facciamo la visita con le audioguide (in italiano). Ingresso 16,5 euro per adulto. Ad un certo punto ci perdiamo perché io prendo le scale mobili con Diego e Andrea prende l’ascensore con il passeggino, e non ci siamo messi bene d’accordo a che piano ritrovarci. Dopo un po’ di su e giù ci ritroviamo e andiamo all’ultimo piano con vista panoramica sulla città a bere la pinta che è compresa nel biglietto. Panorama stupendo. Ora è tempo di shopping, comperiamo una maglietta a testa. Quando usciamo si mette a piovere e torniamo in centro a piedi sotto impermeabili e ombrelli. Ci ripariamo un po’ sotto un albero poi smette e proseguiamo. Mangiamo una pizza al taglio da RAY’S PIZZA (ma dai, è buona!) poi andiamo a passeggiare nella zona pedonale oltre il fiume Liffey. E’ una zona con negozi, c’è un obelisco a forma di ago puntato nel cielo (THE SPIRE) e statue di vari personaggi. Si rimette a piovere piuttosto forte e ci bagniamo abbastanza prima di arrivare al centro commerciale di fianco a ST. STEPHEN’S GREEN. Ci rimaniamo almeno 2 ore prima che smetta di piovere, poi ritorniamo in albergo. Alla sera, mentre scende ancora qualche gocciolina di pioggia, usciamo per cena da SALAMANCA con tapas e sangria a 62 euro. Facciamo ancora un giretto a TEMPLE BAR poi rientriamo.

29/07/2013: DUBLINO – GLENDALOUGH – KILKENNY

Lasciamo i bagagli in hotel e partiamo a piedi verso l’autonoleggio dove dobbiamo ritirare l’auto che abbiamo prenotato via internet da casa con TINOLEGGIO. Ci danno una Fiesta con il seggiolino per Diego. Ora dobbiamo tornare all’hotel a riprendere le valigie ed è la prima esperienza con la guida a sinistra. Per fortuna il percorso sulla mappa mi è chiaro così posso dare le indicazioni corrette ad Andrea che deve già pensare a non sbagliare corsia. Quando ripartiamo dall’hotel sono ormai le 12.00. Ci dirigiamo a GLENDALOUGH. Appena arriviamo mangiamo nell’unico posto possibile, ovvero l’hotel di fianco all’ingresso. Subito dopo facciamo una passeggiata tra le rovine dell’antico sito monastico. Andiamo dal Lower Lake all’Upper Lake, senza trovare la pietra dove dormì l’eremita, poi si mette a piovere. Per fortuna dura poco e ci ripariamo sotto gli alberi. Finito il giro ripartiamo per KILKENNY dove arriviamo verso le 18.00 da THE LAURELS B&B. Lasciamo i bagagli al B&B e andiamo subito verso il castello con tappa obbligatoria al parco giochi. Il castello è molto carino da fuori e ha un parco con un prato verde immenso. Andiamo a cena piuttosto tardi ma per fortuna troviamo un pub dove ancora ci danno da mangiare. C’è anche la musica dal vivo. Usciamo dal pub e c’è un arcobaleno stupendo. Ritorniamo al B&B prima che si rimetta a piovere. Peccato non aver avuto il tempo di visitare meglio la città perché ci è sembrata carina. Il B&B non è bellissimo, il letto matrimoniale molto piccolo, il bagno piccolo e un po’ vecchio. La colazione invece è ottima e abbondante.

30/07/2013: KILKENNY – CASHEL – CAHIR – CORK

La prima sosta della giornata è al parco giochi del castello di Kilkenny perché ieri non bastava (e in effetti le aree gioco qui in Irlanda sono molto belle). A Cashel visitiamo la ROCK OF CASHEL. Molto bello il luogo, panoramico sulle verdi colline. Pranziano con cibo comperato al supermercato. A Cahir c’è il CAHIR CASTLE dove Diego si diverte a sparare col cannone e a girare x le tante stanze e torri e scoprire dove portano tutte le scale. Ultimo tragitto in auto di oggi verso Cork fino al B&B BELVEDERE LODGE. Cena a Cork: pioviggina, è tutto grigio, la prima impressione è pessima, non ci piace per niente. Il B&B invece è molto bello, la camera è carina e spaziosa, la colazione favolosa.

31/07/2013: CORK – KINSALE – CLONAKILTY – CORK

Piove. E pioverà quasi tutto il giorno. Andiamo a sud verso il mare e visitiamo la cittadina di KINSALE. E’ molto carina con le case colorate, peccato che con la pioggia e un bimbo piccolo non ci si muova bene. Proseguiamo lungo la costa verso ovest e visitiamo CLONAKILTY dove andiamo a pranzare da AN SUGAN per circa 40 euro. Per fortuna piove un po’ meno così visitiamo la cittadina.

Ritorniamo a Cork e per cena andiamo in centro. Cork continua a non piacerci.

01/08/2013: CORK – RING OF KERRY – KILLARNEY

Partiamo presto per Killarney, ci fermiamo al nostro B&B, il SHEPHERDS LODGE, ma è presto per lasciare le valigie allora partiamo subito per il RING OF KERRY. Facciamo il giro in senso orario (contrario a quello dei tour) per non trovarci dietro ad una corriera. La prima tappa è il LADY’S VIEW. In mezzo alla pioggia fortissima si intravede appena che laggiù ci deve essere un panorama mozzafiato. Che peccato! Ci fermiamo per una fetta di torta e un giro al negozio di souvenir. Attraversiamo i monti per arrivare al mare a KENMARE sempre sotto una pioggia fortissima e guardare le pareti dei monti a fianco ci fa un po’ paura perché sono verdissimi ma striati da rivoli/cascate d’acqua che si riversano giù e non si capisce dove vadano e ti pare che debbano allagare la strada da un momento all’altro. Proseguiamo per SNEEM dove pranziamo al BLUE BULL e quando usciamo ha smesso di piovere. Andiamo a vedere il fiume burrascoso che passa sotto la strada e facciamo un giretto. La sosta successiva è a WATERVILLE dove ci fermiamo per giocare un po’ in spiaggia con i sassi. Ricomincia a piovigginare allora ripartiamo fermandoci ogni tanto per vedere i paesaggi. Ultima sosta alla bellissima spiaggia di ROSSNEIGH, anzi al parco giochi che sta subito dietro, poi completiamo il giro.

Alla sera ceniamo a KILLARNEY al FLESH bar e ristorante. Non è niente di particolare. Spesa circa 42 euro. Il Shepherds Lodge è carino ma potrebbe essere meglio. La stanza non è piccola ma manca un tavolino o un qualsiasi altro appoggio per gli oggetti. E poi l’ultimo fa la doccia fredda.

02/08/2013: KILLARNEY – DINGLE PENINSULA – KILLARNEY

Oggi c’è bel tempo, wow! Facciamo il giro della DINGLE PENINSULA, sempre in senso orario. Prima tappa alla spiaggia di INCH dove ci sono i surfisti. E’ una bellissima spiaggia grande ma molto ventilata. Altra sosta a DINGLE per una passeggiata in paese (e 5 minuti di pioggia). Lungo la strada ci fermiamo ad ammirare il paesaggio dalla punta più a ovest dell’isola: SLEAHEAD. Pranziamo in un paesino poco dopo che si chiama BEALLYFERRITER. Nel pomeriggio facciamo il CONNOR PASS e infine una brevissima sosta a TRALEE solo per un gelato. Il giro della penisola è bellissimo, i panorami sono favolosi e ci rendiamo conto che sicuramente sarebbe stato favoloso anche il Ring of Kerry senza tutta quella pioggia. Alla sera ceniamo a Killarney da DENNY MANN dove alle 22:00 c’è un concertino di musica tradizionale. Molto turistico. Spesa di 55 euro.

03/08/2013: KILLARNEY – CLIFFS OF MOHER – GALWAY

Oggi giornata di trasferimento. Partiamo da Killarney e dobbiamo arrivare a Galway passando per le Cliffs of Moher. Ad un certo punto siamo stanchi di stare in macchina e decidiamo di fare una piccola sosta. Siamo vicino al BUNRATTY CASTLE, allora ci fermiamo li, ma tanto per cambiare si mette a piovere proprio in quel momento. Così non ci sgranchiamo nemmeno e ripartiamo per ENNIS. Passiamo per il centro informazioni dove una signora gentilissima ci racconta tutto quello che potremmo vedere di interessante nei dintorni, peccato che siamo solo di passaggio. Pranziamo in un pub carino, il BROGANS BAR per 30 euro, facciamo una piccola passeggiata e ripartiamo per le scogliere. Scorgiamo già da lontano in mezzo ai prati verdi il mega parcheggio con tante auto. Facciamo un bel giro a piedi prima lato nord e poi lato sud. Sono spettacolari anche se un po’ controluce, forse al mattino con il sole dall’altra parte sono ancora meglio. Ma non possiamo lamentarci: le stiamo ammirando con il sole! Non tutti sono così fortunati.

Ripartiamo per Galway, abbiamo ancora un po’ di strada. Arriviamo al WOODVIEW B&B, che è veramente il più brutto di tutta la vacanza. Siamo appena arrivati e ci sono dei capelli per terra, non sono di certo nostri. Arggg, qui ci dobbiamo stare 3 notti. Nei giorni successivi si sono accumulati anche i nostri di capelli perché il pavimento non l’hanno mai pulito. E non hanno mai svuotato il cestino del bagno (3 giorni con il pannolino di Diego della notte). Il primo giorno avevamo un asciugamano grande e uno da mani a testa, poi ce ne hanno tolti la metà. Mah, orribile, ed è anche costato tanto (330 euro per 3 motti), ma era l’ultimo rimasto libero.

Per cena andiamo in centro a GALWAY in auto e per poco più di 2 ore spendiamo 5 euro di parcheggio (ma non c’è alternativa). Andiamo in un pub molto rumoroso, il KELLY’S BAR (cena per 38 euro), ma del resto è sabato sera e siamo nella settimana dei Galway Races, una manifestazione che qui è molto sentita.

04/08/2013: GALWAY – CONNEMARA – GALWAY

Oggi è una giornata stupenda, c’è un sole fantastico, fa quasi caldo. In programma c’è il giro del CONNEMARA. La prima sosta la facciamo alla CORAL BEACH di CARRAROE. Se ci fossero 7-8 gradi in più potremmo pensare di essere ai Caraibi. È fantastica e non ha la sabbia, sono tutti coralli e conchiglie triturate. Accidenti, se avessi un costume e un asciugamano potrei vincere il freddo dell’acqua e buttarmi come fa senza problemi qualche turista sicuramente nordico. Ci fermiamo un bel po’ a cercare conchiglie.

Ripartiamo e ci fermiamo a pranzo a CARNA in un bel pub. La tappa successiva è la DOG’S BAY vicino a ROUNDSTONE un bel paesino di pescatori. Questa assomiglia ad una bella spiaggia della Sardegna. Proseguiamo per CLIFDEN dove ci fermiamo a prendere un gelato, poi proseguiamo per la SKY ROAD, una strada molto panoramica che parte e torna a Clifden. Ci dirigiamo verso l’abbazia di KYLEMORE dove sostiamo solo nel parcheggio perché Diego dorme e poi è tardi. Facciamo molte foto perché da fuori è molto bella, sembra un castello fiabesco affacciato su un lago. Tornati a Galway ci fermiamo a cenare nella zona sul mare. Oggi pizza da SUPERMACS.

05/08/2013: GALWAY – CLONMACNOISE – GALWAY

Iniziamo la giornata con una sosta al parco giochi, poi andiamo a vedere il sito di CLONMACNOISE che si trova nell’interno. Ci fermiamo a pranzo nel vicino paese di SHANNONBRIDGE in un bel pub del paese (JJ KILLEEN per 37 euro). Altra sosta al parco giochi e ritorno a Galway. Andiamo di nuovo in centro per cena. Oggi c’è meno confusione allora facciamo un giretto. Cena da KING’S HEAD per 30 euro. Parcheggio sempre 5 euro.

06/08/2013: GALWAY – SLIGO – DONEGAL – DERRY

Finalmente lasciamo questo bruttissimo B&B. Anche oggi abbiamo un tragitto lungo, dobbiamo arrivare fino in Irlanda del Nord. Prima tappa a SLIGO. Al supermercato comperiamo delle mele ma poi ci fermiamo anche in una bella panetteria/bar per una fetta di torta. Facciamo un piccolo giro e comperiamo qualche souvenir da portare a casa agli amici. Con l’auto passiamo davanti alla SLIGO ABBEY ma la guardiamo solo da fuori senza entrare. Ripartiamo e ci fermiamo poco dopo nel paese di GRANGE per pranzare e troviamo un posto gestito da un italiano che chiacchiera un po’ con noi e poi ci fa anche lo sconto. Il paese è piccolo, non c’è niente, a parte un bellissimo parco giochi dove ci tocca fare una sosta.

La tappa successiva la facciamo a DONEGAL un paese piccolo ma molto carino. Visitiamo il castello, per il giro in battello non abbiamo tempo. Merenda con gelato poi inizia a piovere un po’. Ripartiamo per arrivare fino alla nostra destinazione: il B&B GROARTY MANOR vicino a DERRY, in Irlanda del Nord.

Questo B&B è migliore del precedente. Ha un bellissimo giardino e la stanza è grande. Andiamo a cena a Derry ma facciamo molta fatica a trovare un posto che ci dia da mangiare. Qui, a differenza che in Irlanda, nei pub non fanno da mangiare, si beve solo, quindi bisogna andare al ristorante e neanche troppo tardi altrimenti la cucina è già chiusa. Troviamo finalmente un ristorante aperto, il CAFE’ DEL MONDO, molto chic, mangiamo molto bene, ma spendiamo anche 56 sterline. Dopo cena facciamo un giro sulle mura che circondano tutto il centro della città con i cannoni lungo il percorso: molto belle.

07/08/2013: DERRY – INISHOWEN PENINSULA – DERRY

Partiamo visitando un sito molto vicino al nostro B&B ovvero il GRIANAN OF AILEACH. E’ un forte circolare in pietra ad ingresso gratuito che offre anche un ampio panorama tutto attorno. Dedichiamo poi la giornata alla penisola di Inishowen facendo il giro in senso orario e la prima tappa è al GAP OF MAMORE dove ci fermiamo un po’ per vedere le pecore con Diego. Proseguiamo e arriviamo al paesino di CLONMANY dove c’è la festa del paese. Vorremmo pranzare li, ma non ci sono posti dove mangiare allora andiamo avanti e nei pressi di BALLYLIFFIN troviamo un bel posticino dove fermarci: il NANCY’S BARN. Facciamo un ottimo pranzetto e proseguiamo per la punta nord della penisola. Altra sosta alla spiaggia di FIVE FINGERS con le dune di sabbia più alte d’Europa. E’ un paesaggio bellissimo tra mare, spiaggia e dune alte ricoperte d’erbetta verde. Ci fermiamo un po’ a giocare e fare foto poi ripartiamo per MALIN HEAD, il punto più a nord d’Irlanda. Diego si mangia un gelato e noi una cioccolata calda, che mi sembra più appropriata. Dalla punta nord andiamo alla punta est della penisola e ci fermiamo anche qui sulla spiaggia ma ormai è tardino quindi fa un po’ freddo. Per cena ritorniamo a Derry, ma prima facciamo un giro nel quartiere di BOG SIDE dove ci sono stati gli episodi di violenza del Bloody Sunday e ora ci sono dei murales in ricordo di quel periodo. Anche oggi facciamo fatica a trovare un posto dove cenare, poi finalmente ci indicano un ristorante che rimane aperto fino a tardi, il FITZROYS (preciso che sono le 20:30, non mezzanotte!).

08/08/2013: DERRY – CAUSEWAY – NEWGRANGE

Oggi vorremmo fare la costa nord dell’Irlanda del Nord, compresa la Causeway Route, ma dobbiamo fare tanta strada quindi taglieremo fuori molte tappe, purtroppo. Facciamo la prima sosta al DUNLUCE CASTLE, le rovine di un castello sulla scogliera, con bellissimo panorama sul mare, le spiaggie e le scogliere vicine. Oggi non si paga l’ingresso, ma non abbiamo capito il perché. Ci fermiamo a pranzare in un paesino, e poi andiamo alle GIANT’S CAUSEWAY dove c’è un visitor center enorme e ben organizzato con attività interessanti anche per i bambini. Ingresso 17 sterline. C’è anche un cartone animato che Diego vuole vedere almeno 5 o 6 volte. Facciamo il percorso sulle colonne di basalto ascoltando l’audioguida. Sono molto spettacolari queste formazioni e per un tratto piuttosto esteso. Andrea vorrebbe andare anche al ponte di corde ma è tardi, allora ci passiamo davanti per renderci conto che visitarlo non è una cosa veloce, poi Diego dorme e comunque non so se potrebbe andarci sul ponte alla sua età, mi sembra pericoloso. Partiamo per Donore dove abbiamo il B&B per questa notte. Facciamo un po’ di coda attorno a Belfast e una tappa in un parco giochi di LISBURN per sgranchirci e fare merenda con le nostre mele. Arrivati al NEWGRANGE LODGE ci consigliano di andare a cena a Slane all’OLD POST OFFICE BRASSERIE e devo dire è stato un ottimo consiglio (ma non è economico: 51 euro). Il Newgrange Lodge è discreto, il bagno è piccolissimo e la colazione non è la tipica irlandese ma quella continentale ed è “fai da te”, nel senso che ci si serve da soli e si sparecchia da soli. Come appoggio per visitare il sito di Newgrange è ottimo perché è di fronte all’ingresso. E il personale è stato gentilissimo.

09/08/2013: NEWGRANGE – DUBLINO - BOLOGNA

Dal Newgrange Lodge ci prenotano la visita al sito di Newgrange, basta presentarsi puntuali alle 9:00 alla reception. Andiamo a piedi al visitor center e alle 9:45 partenza con il bus per il tour (12 euro). La visita guidata all’interno della costruzione è in inglese. Ci fanno anche una dimostrazione di come entra la luce fino al centro solo all’alba del 21 di dicembre. Al ritorno facciamo un giro nel visitor center poi andiamo verso Dublino dove dobbiamo riconsegnare l’auto. C’era da visitare anche il sito di KNOWTH ma purtroppo dovendo fare la deviazione a Dublino prima di andare all’aeroporto abbiamo paura di non fare in tempo. Sarebbe stato più comodo lasciare l’auto direttamente all’aeroporto visto che si trova sulla strada tra Newgrange e Dublino, ma abbiamo optato per riconsegnarla nello stesso posto dove l’abbiamo ritirata perchè si risparmiavano circa 200 euro. Consegniamo l’auto verso le 13.00 e prendiamo un taxi per l’aeroporto per 25 euro. Pranziamo e ritorniamo in Italia.

Conclusioni

La vacanza ci è piaciuta molto anche se un po’ stancante. Ci sono talmente tante cose da vedere che verrebbe voglia di aggiungere sempre qualcosa da visitare, ma non si fa in tempo a fare tutto. Vedere tutta l’Irlanda in due settimane è una cosa impossibile, comunque ci siamo fatti una bella idea.

Note

· Dicono tutti che in Irlanda non si cena dopo una certa ora, ma noi abbiamo avuto problemi solo a Derry in Irlanda del Nord, per il resto abbiamo sempre trovato dei pub con cucina aperta andando a cenare anche verso le 20:00 - 20:30.

· Il clima è molto variabile, un attimo c’è il sole e l’attimo dopo piove. Poi dopo 5 minuti torna il sole. E’ consigliabile avere un giubbino impermeabile con cappuccio. Noi siamo andati in piena estate quindi la differenza di temperatura rispetto all’Italia si sente. Ma comunque la temperatura è sempre più o meno costante, non ci sono grandi sbalzi tra giorno e notte o tra quando c’è il sole e quando piove.

· Le strade sono belle, con l’asfalto sempre perfetto, però a volte sono molto strette, con i muretti a fianco. Per chi come noi non è abituato alla guida a sinistra non è facile. Le autostrade non sono a pagamento tranne alcuni brevi tratti. I limiti di velocità si possono benissimo rispettare, non sono eccessivi, anzi, non capisco come possano mettere limite di 100 km all’ora nel Ring of Kerry che ha stradine strette e trafficate e tutte curve. Impossibile arrivarci ai 100!

· Consiglio di andare sempre a fare un giro al tourist information center della località dove andate perché sono pieni di materiale informativo interessante e mappe della zona.

· Prima di partire per fortuna abbiamo comperato un adattatore per le prese, altrimenti non avremmo mai caricato il telefono e la macchina fotografica.

· Anche il navigatore portato da casa è stato molto utile unito alla mappa dettagliata che avevamo comperato.

di mamondo - pubblicato il