Finalmente Irlanda

Viaggio on the road nella verde Eire

  • di Mattia Cestonaro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Irlanda. Il mio Paese. Mio perché da anni mi sono innamorato, anche se solo virtualmente, della verde Eire. I paesaggi, i pub, la gente cordiale, le stout (le birre nere), il clima fresco che per uno come me che odia il caldo è il paradiso. Ebbene, finalmente l'ho visitata, nel modo migliore a mio parere e cioè on the road.Io e la mia ragazza. Per vedere dal vivo se tutto ciò che si sente dire su questa isola sono solamente luoghi comuni o pura realtà.

Abbiamo organizzato il nostro viaggio incentrandolo sulla parte "naturale" dell'isola,escludendo le grandi città,forti della convinzione che anche nei piccoli paesini i pub potevano offrire serate di puro intrattenimento.

GIORNO 1: L'ARRIVO

Ma veniamo al viaggio vero e proprio: superato il solito nervosismo che ho per il volo,atterriamo a Dublino alle 16.15,perfettamente in orario.Avevamo già noleggiato l'auto da casa con la Hertz,sfruttando lo sconto che offriva la Ryanair. Fuori dall'aereoporto il furgoncino della Hertz ci porta al deposito auto,a circa 5 minuti dal terminal,dove abbiamo una brutta sorpresa: la compagnia di noleggio voleva i soldi della franchigia presenti sulla carta di credito,ed avendo io utilizzato una ricaricabile non li avevo.Dopo circa un'ora e mezza di brividi abbiamo risolto,sottoscrivendo la casco con un costo aggiuntivo di 12 euro al giorno,riuscendo a farci fare la ricarica dall'Italia! Vabè,il solito intoppo del viaggio.Si parte. L'auto ci ha piacevolmente sorpresi: una Renault Megane 1.6 turbodiesel,3 porte ma spaziosa per due.Praticamente nuova (16000 km) e con pochi acciacchi nonostante sia una delle auto che danno a chi sottoscrive la casco.

Tempo di superare il primo semaforo e le prime due rotatorie e una delle preoccupazioni più grandi che avevo,la guida a destra,se ne va! Mi sono trovato bene dall'inizio,e l'aver preso l'autostrada praticamente dall'inizio mi ha forse facilitato il compito. Fin da subito siamo immersi dal verde che ci accompagnerà per tutto il viaggio.Anche poco fuori le grandi città con Dublino e Belfast.

Prima tappa: Carrickfergus,poco dopo Belfast sulla costa.Paese scelto per la sua posizione come base di partenza per il giro del giornio seguente più che per qualche sua attrattiva particolare. Arriviamo al bed and breakfast in poco tempo,molto meno di quello previsto dal navigatore.Navigatore che si è però dimostrato utile a farci trovare la strada in mezzo alla nebbia fitta che ci ha accolti fin da subito in Irlanda del Nord. Il nome del B&B; è HillCrest,una graziosa casa nel mezzo di una specie di maneggio,circa 5 minuti di auto dopo il paese.Il padrone,Bobby,un signore anziano con la passione dei cavalli e la moglie Norma sono stati molto cordiali.Quella sera c'eravamo solamente noi a dormire.La stanza era molto bella,grande,arredata un pò all'antica ma con bagno moderno e pulito,tv satellitare e connessione wi-fi.Asciugamani e accessori per il te in camera.Colazione Irish buona e completa,continental a buffet.Prezzo 25 sterline.

Fatto il check-in,decidiamo di uscire ed andare a Carrickfergus per berci una birretta (nonostante la stanchezza per il viaggio) e cercare una banca per prelevare in sterline.Il paese era semi-deserto,stavano facendo dei lavori nella via principale ela strada era chiusa alle auto.Bevuta la birretta,andiamo al castello al di là della strada per fare qualche foto dall'esterno. Carino,con il tempo da lupi che c'era ci ha fatto proprio una bella impressione

  • 9548 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social