Giro d'Irlanda, unclockwise

11 giugno – Mercoledì Partenza da Forlì con volo Ryanair delle 11 e arrivo a Dublino in perfetto orario, ore 1 e mezza locale. Avendo prenotato dall’Italia un hotel in centro prendiamo la navetta chiamata Aircoch -12 Euro andata e ...

  • di mirtilla75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

11 giugno – Mercoledì

Partenza da Forlì con volo Ryanair delle 11 e arrivo a Dublino in perfetto orario, ore 1 e mezza locale.

Avendo prenotato dall’Italia un hotel in centro prendiamo la navetta chiamata Aircoch -12 Euro andata e ritorno. Arriviamo al Kildare Street Hotel, in pieno centro, accanto al Trinity College; la stanza è grande (n.108), con addirittura due letti matrimoniali, il bagno è piccolo ma non manca nulla (a parte il bidé, ovviamente).

Andiamo nel Tourist Office del centro e prendiamo una Heritage Card al prezzo di 8 euro (riduzione studenti – 21 euro per gli adulti) che ci permetterà di entrare gratuitamente in molti dei siti da visitare; ci incamminiamo per la visita al Dublin Castle, ma è chiuso per il referendum sul trattato di Lisbona; ci facciamo allora un giro per il centro a piedi, anche se il tempo non è un gran che. Primo giro in un centro commerciale di Grafton Street e primi acquisti: la catena di souvenir ufficiali si chiama “Carrols” (mi pare) e ce l’hanno anche i Tourist Office (a prezzi leggermente inferiori).

La mattina ci svegliamo presto; la stanza in effetti è un po’ rumorosa, visto che dà sulla strada in cui possono girare gli autobus, ma niente di insopportabile (in fondo 40 euro a persona al centro di Dublino non è tanto). Visita al Trinity College in cui troviamo già la fila ancora prima che apra. Aspettare vale la pena sia per vedere il Book of Kells, che per vedere la magnificenza della Long Room nella Old Library; peccato non si possano fare le foto, la stanza è davvero splendida. All’uscita ci prendiamo da mangiare qualcosa da Marks&Spancer e ci incamminiamo per la visita alla St.Patrick Cathedral e alla Christ Church Cathedral, entrambe forse più belle all’esterno che all’interno, il biglietto è di 4 euro ciascuna. Ci incamminiamo a piedi verso la Kilmainham Gaol, la famigerata prigione della Guerra Civile; la visita è solo con guida di lingua inglese, ma è davvero interessante e toccante, senza parlare del fatto che è stata usata come location di molti film (Nel nome del Padre, con Daniel Day Lewis). E’ abbastanza lontano dal centro, ma la lunga passeggiata ci permette di vedere una parte nuova di Dublino. Nel tardo pomeriggio (il sole tramontava verso le 10 e 30 per cui c’è stato tutto il tempo di vedere tutto con la luce) una passeggiata a Temple Bar, O’Connell Street, una visita ad un paio di pub e poi visita al St. Stephan Green, il parco nel centro storico. Ci prendiamo anche un espresso al Butlers Chocolate, una catena di cioccolaterie che ha diversi negozi nel centro e che serve l’unico caffè decente di Dublino.

La mattina seguente lasciamo il Kildare Street Hotel con un taxi (ce ne sono tantissimi) e per 11 euro ci facciamo lasciare nella South Circular Road, alla Herz, dove per 108 euro ci prendiamo una Peugeot 207 nuovissima per farci un bel giro di 7 giorni.

Partiamo alla volta di Newgrange, sito archeologico 40 km a nord di Dublino; la visita anche qui è con guida inglese ed entriamo con la Heritage Card; la tomba è enorme e suggestiva, anche se all’interno si può stare pochissimo. Alle 11 ripartiamo alla volta della contea di Antrim, Irlanda del Nord, verso le mitiche Giant’s Causeway.

Arriviamo verso le 4 e 30, paghiamo 5 euro di parcheggio e ci incamminiamo verso il sito. Dopo 5 minuti di passeggiata le 37000 colonne di basalto di forma ottagonale ci salutano dal basso. Ci incamminiamo in mezzo per fare un centinaio di foto e proseguiamo a piedi per tutto il percorso.

Verso le 6 e mezzo ripartiamo per Derry, dove dall’Italia avevamo prenotato il Sunbeam House B&B in Bishop Street, a 5 minuti a piedi dal centro. La signora Kathleen è gentilissima e di grande aiuto e ne approfittiamo per chiederle informazioni di tutti i generi. La stanza è grande ed anche questa con due letti matrimoniali, pulita e con una bella doccia

  • 953 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave