E vai di guiness

10/08/05 - 21/08/05 ROBY- MONICA tv 10/08/05 – PARTENZA DALL’AEROPORTO MARCO POLO DI VENEZIA L’avventura inizia all’aeroporto di Venezia con il volo diretto dell’AerLingus. Comodo ed economico…l’economicità l’abbiamo subito riscontrata alla partenza quando sono partiti i due reattori landini testa ...

  • di Monica Migo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

10/08/05 - 21/08/05 ROBY- MONICA tv

10/08/05 – PARTENZA DALL’AEROPORTO MARCO POLO DI VENEZIA

L’avventura inizia all’aeroporto di Venezia con il volo diretto dell’AerLingus. Comodo ed economico…l’economicità l’abbiamo subito riscontrata alla partenza quando sono partiti i due reattori landini testa calda…sembrava l’ultimo dell’anno a Napoli…il decollo simpatico ( sembrava si staccassero i sedili) e l’atterraggio alla Colli McCree (il rellysta) in ogni caso siamo arrivati a Dublino.

L’aeroporto molto spartano…usciamo e prendiamo un taxi verso il B&B già prenotato dall’Italia perché arrivando a mezzanotte era un po’ improbabile trovarne uno.

Sembra di entrare in una casa delle bambole…tutto curato e en pendant: le tende con la stessa fantasia del lampadario e della trapunta…Bello!! Ad aspettarci il the’. Riposiamo, ma l’emozione è talmente grande che la mattina presto sveglio Roberto,,,dopo aver guardato l’ora mi lancia un cuscino in faccia (7:15). Cmq facciamo colazione verso le 9:00 con la IRISH BREAKFAST: pancetta, uova, wurstel,polpettine, thè, cereali, succo di frutta, pane, burro, marmellata, frutta,…Da scoppiare!!!

Usciamo x bus n° 42 direzione CITY CENTRE. Scendiamo in ABBEY STREET a 2 passi dalla vita dublinese: i monumenti un po’ soffocati dai palazzi, negozi, pub…

Nella mattinata il grigio del tempo ha reso molto triste la camminata verso il TRINITY COLLEGE, ma oltrepassato l’atrio ecco aprirsi uno stupendo ateneo. Lunga coda per il BOOK OF KELLS. Enormi campi per lo sport. Ci dirigiamo verso MARRION SQUARE dove troviamo le case con le porte colorate…molto eleganti…ST.STEPHEN GREEN e finalmente GRAFTON STREET la via pedonale dove ci si ritrova per fare shopping e li finalmente il sole ci rallegra la visita. La via era talmente caotica che sembrava la gente ti venisse addosso…frenetica…

Tutte le strade sono piene di pub…basta solo guardarsi intorno: tutti in stile anche i baristi!!!

Proseguiamo verso il TEMPLE BAR; il quartiere più vivace. Qui la Dublino giovane fa capolino. Colori, musica, allegria. Corriamo verso il quartiere medioevale e ci troviamo subito davanti al CASTELLO di Dublino…pensavo meglio, inizia a piovere, ma continuiamo verso ST.PATRICK CATHEDRAL stupenda con il parco fiorito, atmosferica. Ritorniamo per la cattedrale cristiana, attraversiamo la Laffley e ci addentriamo in HENRY STREET per giungere in O’CONNELL STREET. Ormai è ora di cena e stremati ( è dalle 10:00 che camminiamo) ci spingiamo verso GAFTON STREET per poi tornare a TEMPLE BAR. Non ce la facciamo più e torniamo al B&B (sono le 21:00). Ci riposiamo e mi accorgo che il paesino dove siamo , MALAHIDE, è vicino al mare. Provo in tutti i modi a spingere Roby ad andarci, ma si rifiuta dicendomi…”domani…”

12/08/05 - RING OF WORTH

Oggi pensiamo di fare una cosa un po’ più tranquilla e ci dirigiamo verso la penisola di Dublino: WORTH. Scendiamo dalla DART in un porticciolo…raggiungiamo delle scogliere bellissime…il sentiero: da una parte fiori viola e gialli e dall’altra le scogliere a picco sul mare… tranquillo e molto suggestivo…qui i dublinesi vengono a rilassarsi…

Sempre con la DART raggiungiamo COLLONNY STATION per finire la visita a Dublino. A piedi abbiamo attraversato la città da est a ovest per raggiungere PHOENIX PARK…(Roby a momenti mi RI-uccideva…sempre li a lamentarsi quando fa così bene camminare…ci sono anche i cartelli x Dublino…camminare fa bene al cuore). Questo parco è il più grande d’Europa (700 ettari) uno spettacolo con i campi da rugby, hurling, cricket,… lo zoo…abbiamo visto liberi anche dei DAINI…

Poi passando davanti alla fabbrica della GUINNESS arriviamo al TEMPLE BAR per mangiare e siamo stati coinvolti dall’euforia irlandese con i gruppetti che suonavano musica tipica e facevano ballare un po’ tutti

  • 514 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico