Irlanda in Casa Galleggiante

Avendo tratto informazioni a piene mani sul sito di Turistipercaso prima di partire per l’Irlanda, non posso non regalare anch’io un piccolo contributo! Per una settimana (da lunedì 8 a lunedì 15 agosto) io il mio ragazzo e un’altra coppia ...

  • di Pennyontheroad
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Avendo tratto informazioni a piene mani sul sito di Turistipercaso prima di partire per l’Irlanda, non posso non regalare anch’io un piccolo contributo!

Per una settimana (da lunedì 8 a lunedì 15 agosto) io il mio ragazzo e un’altra coppia abbiamo affittato una house boat e abbiamo precorso un tratto del fiume Erne e un tratto del fiume Shannon. La compagnia di navigazione prescelta è la Emerald Star Line (ha anche un bel sito dove è possibile vedere tutti i modelli di barche e da dove si può partire).

Noi abbiamo scelto un house boat modello Lake Star (due camere, due bagni), veramente molto carina, confortevole e pulita.

Non occorre avere una patente speciale per portare la house boat, tutti possono guidare una barca del genere, si procede molto molto lentamente; bisogna solo stare un po’ attenti alle manovre, agli attracchi, alle partenze, ma basta andare piano e non può succedere niente di pericoloso!

Il nostro viaggio è iniziato da Belturbet e abbiamo lasciato (pagando un supplemento) la barca a Carrick-on-Shannon (ciò ci ha permesso di non ripercorrere due volte uno stesso tratto; peraltro, la sezione che va da Belturbet a Carrick è “infestata” di chiuse). Belturbet è quasi al confine con l’Irlanda del Nord, da lì ci hanno consigliato di andare ancora verso nord, in direzione di Enniskillen; effettivamente si trovano luoghi veramente incantati! Se doveste capitarci, cercate di attraccare e dormire all’approdo dell’isola di Devenish, sotto le rovine di un antico monastero!

Godetevi gli splendidi laghi, i pascoli, i cigni, le papere; se vi organizzate bene con la cambusa, potrete cucinare sempre in barca e mangiare in posti isolati e selvaggi.

Consigli, suggerimenti, annotazioni (random): in Irlanda si paga in Euro, se però fate un percorso simile al mio (da Belturbet in su), entrate di fatto nell’Irlanda del Nord e lì si paga in sterline; il telefonino (tastato su Omnitel e Wind) prende sempre, anche nei posti più sperduti; all’inizio del viaggio la Emerald Star Line ti fornisce di un suo telefono cellulare per poter contattare la base ogni qual volta si ha bisogno di qualcosa (informazioni metereologiche; vieni ad aggiustarci il bagno; abbiamo finito le bombole del gas; ecc. Ecc.); se si vuole ricaricare il cellulare bisogna portarsi dietro un caricatore da accendisigari; non ci sono prese in barca (dunque non si può usare il phon, il rasoio elettrico e quant’altro richieda una spina); bisogna sempre stare attenti alla quantità di acqua presente nel serbatoio, se scarseggia (e tra docce e lavaggio di piatti, CAPITA) bisogna cercare un punto in cui rifornirsi (ce ne sono vari); di solito quando si passa ad una chiusa c’è un omino che ti aiuta (costo €1,50); se non c’è bisogna fare tutto da soli, quindi uno deve scendere dalla barca e manovrare le porte di chiusura e apertura (si utilizza una tesserina di cui si è forniti alla partenza; è tutto molto più semplice a farsi che non a dirsi); il tempo cambia spessissimo ma una cosa è certa : la pioggia! Portare sempre una giacca a vento e/o un k-way; ad agosto la sera fa veramente freddo, quindi maglioni, giacche e sciarpe per la gola; è possibile acquistare in loco (nei supermarket) i barbecues usa e getta; assaggiate il loro salmone (freschissimo nelle pescherie), il pollo e la carne in generale (per questi alimenti occorre scendere e fare una spesa veloce nel paese che si riesce ad incontrare, anche perché il frigo fornito dalla barca è davvero piccolo!); noi dopo 5 giorni, comunque, ci siamo mangiati la pasta (portata dall’Italia), non ne potevamo più di carne (per quanto ottima); la sera, dall’imbrunire in poi, ci si riempe di insetti di diversa dimensione (tutti innocui a parte qualche zanzara), è bene premunirsi di candele, citronelle, zampironi (soprattutto se si vuole mangiare fuori)

  • 1141 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave