Inter rail all'avventura

L'avventura ha inizio! Chissà stanotte dove dormiremo, cosa faremo... Vabbè, "ci arrangiamo"! 22. 07. 1999 Modane (FRANCIA) Siamo appena arrivati in Francia e ci hanno già dato una buona notizia, il primo treno utile per Parigi è tra parecchie ore, ...

  • di brawler
    pubblicato il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

L'avventura ha inizio! Chissà stanotte dove dormiremo, cosa faremo... Vabbè, "ci arrangiamo"! 22. 07. 1999 Modane (FRANCIA) Siamo appena arrivati in Francia e ci hanno già dato una buona notizia, il primo treno utile per Parigi è tra parecchie ore, nel cuore della notte! Questa cittadina di confine è disabitata e fredda. Inoltre mi s'è pure rotta la macchina fotografica... Cominciamo bene... [Takx]: Mentre chiacchieravamo con dei ragazzi del posto, Marco ha cercato più volte di "sbolognare" loro i 100 franchi francesi (fuori corso) che porta con sè, arriva Francesco, un signore di una sessantina d'anni, tipo missionario, s'è messo a parlare con noi tutti di fede e religione mentre noi lo prendevamo in giro... Alla prima occasione ce la svigniamo... 23. 07. 1999 Parigi (FRANCIA) [Takx]: Finalmente arriva il treno. E' superaffollato, negli scompartimenti non c'era posto e le piazzole d'entrata erano occupate anche con sei persone... Girovagando trovo la piazzola alla fine del treno, di fronte al bagno, completamente libera! Mentre aspetto Marco, si affaccia un ragazzo e mi chiede se era libero quello spazio: "Mi dispiace, sto aspettando altri quattro ragazzi!" Col coltellino armeggiamo alla porta del WC finchè non appare la scritta: "Fuori Uso". Buona notte nel treno verso Parigi. Appena arriviamo nella capitale francese ci rechiamo subito verso la Torre Eiffel. Eravamo davvero stanchi morti, quindi ci accampiamo un pò in un parchetto vicino a riposare e pranzare. Un bel riposino sui nostri materazzini ci voleva proprio! Ma alla fine si riparte, destinazione Calais. Da lì ci imbarcheremo per l'Inghilterra. 24. 07. 1999 Dover (INGHILTERRA) Siamo in Gran Bretagna! La traversata della Manica è stata molto particolare, lasciare lentamente la Francia e dirigersi per l'Inghilterra è stato emozionante! Inoltre è stata allietata dalla presenza di due ragazze scozzesi molto carine.

[Lorna MacPhail da Glasgow, Scozia]: "Se non ce la fai e non tieni duro, và a casa" Arrivati in tarda serata nella capitale inglese, confesso di essermi sentito un pò perso nella grande Victoria Station dove tutti correvano a destra e sinistra indaffarati, e noi non sapevamo dove mettere al sicuro e a riposo le nostra stanche ossa! Grande idea! Gatwick Airport. Posiamo armi e bagagli e ci addormentiamo subito. 25. 07. 1999 Londra (INGHILTERRA) Il Madame Tussauds Museum mi incanta sempre! [Takx]: Le statue sono estremamente realistiche (alcuni scambiavano le persone vere per statue), la stanza degli orrori è perfidamente interessante... Scattiamo tantissime foto e quando stiamo per lasciare Londra notiamo che: la macchina fotografica non era carica!!! Panico! Ripartiamo alla volta di Oxford dove ci attendono alcuni miei amici...

Nella cittadina universitaria di Oxford veniamo accolti dal mio caro amico Stephen ("Whiff", per gli amici); ci ha messo a disposizione un intero trilocale tutto per noi! Dopo una doccia rigenerante siamo di nuovo per strada, destinazione: The Westminister College dove alloggia la dolce Cristina. Ci incontriamo in una discoteca e poco dopo, sia io che Takx, ci ritroviamo nascosti nell'armadio della sua stanza per non essere scoperti dalla sua "teacher"! Benvenuti! 26. 07. 1999 Oxford (INGHILTERRA) Visto che Cristina oggi aveva lezione, decidiamo di ritornare nel mio vecchio college a Wheatley, nella speranza di rivedere i miei vecchi amici, in primis Marc Poncin.

Che fortuna! Appena mettiamo piede nel college è proprio il primo che vedo, giocava a tennis con un giapponese! [Takx]: Quando Marc e Marco si sono rivisti io son rimasto in disparte, stupito dalla confidenza che avevano, sembrava che avessero passato insieme anni... Marc ("Fisherman", per gli amici) è veramente simpaticissimo! I due son stati ore e ore a chiacchierare così animatamente, le parole che si ripetevano sempre erano: "girl, fxxk, ecc. Ecc." 27. 07. 1999 Londra (INGHILTERRA) Stasera insieme a Marc e ad un gruppo di studenti tunisini, svedesi, spagnoli e svedesi abbiamo trascorso una serata stupenda a bordo di una nave-discoteca sul Tamigi. Vedere monumenti come il Big Ben, the House of Parliament, Westminister Abbey, Tower Bridge ecc. Illuminati a festa, mentre noi ballavamo e ci divertivamo, è stato molto emozionante! Conosciamo un pò di ragazze siciliane e rimaniamo a chiacchierare con loro fino all'arrivo ad Oxford. Entrato in camera il Takx non c'era più! Stanco morto mi addormento presto e quando apro gli occhi è già tarda mattinata e Takx russa sdraiato accanto a me! "Ma dove sei stato?" [Takx]: Chiacchieravo con Francesca (una delle siciliane) ed il tempo è volato. Parlando con lei scopro che abbiamo molte cose in comune, tanti aspetti della sua personalità coincidevano con i miei, mi ha colpito molto il fatto che le piace un particolare tipo di umorismo fatto di doppi sensi e ironie continue, quello che io uso più spesso! Più ci parlavo e più mi piaceva, ad un certo punto non riuscivo più a distogliere lo sguardo da lei... Pensavo... Se avesse abitato vicino a me avrei fatto di tutto per conquistarla! 31. 07. 1999 Oxford (INGHILTERRA) Dopo tanti giorni di relax e parties nei vari colleges arriva il momento della partenza! Preparato lo zaino, Whiff ci accompagna alla stazione... Siamo di nuovo in treno verso Londra, da lì prenderemo un altro treno per Cambridge... Ho le scapole a pezzi! [Marc Poncin da Les Arcs, Francia]: Per Marco: Mio caro amico, è stato così bello rivederti e parlare del nostro argomento preferito...(il resto è stato censurato!) Per Takx: Hey, a chi stai aspettando? Se non cominci presto diventerai gay e ti troveremo a gironzolare nei bagni degli uomini come George Michael. Prendi una ragazza, la prima volta la qualità non è importante ma conta il farlo, anche se dovesse capitare con una grassa e brutta vecchia: fallo! 01. 08. 1999 Cambridge (INGHILTERRA) Al Magdalene College di Cambridge c'è la nostra professoressa di inglese con una decina di ragazzi italiani che prontamente ci offrono ospitalità! La cittadina è molto elegante, piena di colleges e di tanti edifici antichi. La vita notturna è molto piena. In giro tanti ragazzi, per lo più ubriachi, cantavano, urlavano, addirittura alcuni si son pure lanciati da uno dei tanti ponticelli nel fiume Cam. Noi, invece, con due activity leaders del college, abbiamo rimediato un paio di "pants" (un incrocio tra canoa e gondola) e abbiamo fatto una bella visita della città by night vista dal fiume... 02. 08. 1999 Cambridge (INGHILTERRA) [Brunella Simeone da Santa Maria, Italia]: Tra pochi giorni andrò via e ricomincerà la paranoia che le quattro mura della mia città mi impongono... Da sempre sogno di viaggiare come state facendo voi due, vi invidio tantissimo e sogno, un giorno, di provare le stesse vostre emozioni! [Rita Tedesco da Santa Maria, Italia]: Pure qui mi avete perseguitata? Ma vi perdono! [Takx]: Naturalmente siamo stati clandestini in questi due o tre giorni in college e quindi eravamo sempre sul chi va là! Stasera, quando rientriamo dai nostri soliti giri notiamo una forte agitazione nella scuola inglese. I nostri "compagni di stanza" erano stati sorpresi a fumare in classe e quindi si aspettava l'arrivo di un certo Brian (il preside) per le azioni di rito. I nostri zaini, nel frattempo, erano stati trasferiti nella stanza di una ragazza siciliana, evidentemente un pò irritata dalla nostra presenza! Ma tutto bene ciò che finisce bene. Di buon mattino, siamo ripartiti alla volta di Birmingham! 03. 08. 1999 Manchester (INGHILTERRA) Altro che Birmingham! Durante il viaggio notiamo dal finestrino del nostro treno due enormi torri. Ci incuriosiamo. Cosa sarà? Io dico una chiesa, Takx un castello. Il treno si ferma nella stazione di Ely. Ci guardiamo negli occhi e senza dire una parola, prendiamo gli zaini e saltiamo giù dal treno. Per raggiungere il nostro obiettivo attraversiamo un tipico parco inglese, con le classiche panchine in legno molto eleganti, le ladies dai grandi cappelli che leggono un libro, i bambini che giocano e si rincorrono..

  • 3204 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social