Iraniani, che bella gente

Viaggio fai da te, in relax, tra le bellezze dell'Iran e il calore delle sue genti, prima dell'invasione post-embargo

  • di Erreci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Viaggio fai da te di Roberto & Roberta

Periodo: 25 luglio 2016 – 15 agosto 2016

Nell’organizzare questo splendido viaggio ci siamo appoggiati alle sempre preziose informazioni che si ottengono dai diari di Turisti per caso e alla agenzia Adineh Travel di Milano, gentilmente assistiti dalla Sig.ra Pamela. L’idea di questo viaggio è nata dai riporti positivi di amici che l’avevano recentemente visitato e dal voler essere tra i primi alla fine dell’embargo. Il resoconto è più pratico che descrittivo, perché questo lo fanno già altri in modo completo e noi non ne saremmo all’altezza. Abbiamo viaggiato Alitalia perché avevamo i MilleMiglia da spendere ma ci risulta che Iran Air sia molto più economico. La difficoltà maggiore è stata la prenotazione degli alberghi perché in genere siamo abituati a prenotare e pagare con carta di credito per non viaggiare con molto contante. Per questo, una volta deciso il percorso abbiamo scelto gli hotel che poi abbiamo proposto all’agenzia, ben sapendo che avremmo avuto un ricarico perché nessuno lavora gratis. Col senno di poi forse si sarebbe potuto girare col contante perché i rischi che ti derubino sono praticamente vicini a ZERO. In ogni caso sono stati precisi con la prenotazione dei voli e validi col suggerire alcune alternative alle nostre proposte di hotel, quasi tute recepite. Abbiamo preso hotel a 4 e 5 stelle perché non costano tantissimo e in agosto fa molto caldo e non volevamo soffrire.

Visto: si consiglia di farlo in Italia per evitare code all’arrivo.

Passaporto: non stupitevi ma dovete depositarlo in albergo, vi fanno una fotocopia che la polizia accetta.

Valuta: cambiare poco all’arrivo. Nelle città ci sono i cambiavalute che cambiano qualsiasi somma ad un prezzo migliore delle banche e sono veloci, legali e sicuri (quelli nei negozi!). Anche gli hotel cambiano la valuta cosi come pure qualche tassista. Le carte di credito ve le scordate. Esistono due monete: XXX il YYY che vale dieci XXX. E’ l’unica cosa a cui dovete prestare attenzione perché i taxisti dicono una cifra e poi intendono l’altra.

Abbigliamento: poco problematico per i maschietti (no pantaloncini corti e canotta), un pò di più per le femminucce ma senza patema. Le donne moderne non vestono di nero e mettono un foulard in cima allo chignon ma indossano fuseaux aderentissimi da far paura (per non parlare degli abiti che indossano alle feste private) e sono coperte da uno spolverino, aperto, che arriva ai glutei. In altre parole vanno bene dei jeans con una camicia a maniche lunghe che arriva al sedere tanto per entrare nei mausolei vi danno loro l’abito. Dovete indossare il velo prima di scendere dall’aereo.

Cibo: si cena bene con 30-40€ in due; la cena ha la lacuna del dessert che te lo devi andare a fare al bar. Gelati a go-go, almeno uno al giorno senza problemi. Idem i succhi.

Trasporti: gli aerei sono i vecchi MD Super80 che con l’età e l’ambiente tardano mediamente 3-4 ore, però se capita vi trasferiscono tranquillamente su un’altra compagnia aerea. I bus VIP sono supercomodi e non costano nulla: 5€ per fare 3-400Km. La metropolitana è molto funzionale. Da provare anche gli autobus di città, uomini davanti e donne dietro.

Taxi: costano poco (tutti girano in taxi) ma tendono a fregarvi con la storia delle due valute per cui un consiglio, vi fate scrivere dall’hotel l’indirizzo in farsi e tenete in mano la banconota relativa al prezzo che l’hotel vi avrà detto di pagare.

Dall’aeroporto c’è la tariffa fissa, un po’ meno per andare all’aeroporto

  • 13362 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social