Giretto in Iran del sud

Alla scoperta di tutta la parte meridionale del Paese con bambina al seguito

  • di SimonaBrassesco
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Informazioni utili prima di partire

Visto: si può prendere all'arrivo e dura 15 giorni, la procedura non è complicata, si paga 50 euro a testa. Chiedono anche di verificare un'assicurazione medica, altrimenti la fanno fare loro al costo di 48 euro. Noi gli abbiamo fatto vedere la tessera sanitaria italiana (!) e se ne sono stati.

Guida/autista: ci è stato consigliato da un amico andato in Iran prima di noi, ed è la guida che accompagna i gruppi di Avventure nel mondo. Parla italiano benissimo, e' molto simpatico e di una estrema gentilezza... Moustafa ci ha accompagnato con la sua macchina ovunque volessimo ed è stato con noi dalla mattina alla sera, guidandoci ma anche accompagnandoci ovunque. L'itinerario l'abbiamo fatto noi in linea di massima ma poi riveduto e corretto durante il viaggio con il suo aiuto e consigli.

Hotel: prenotati tutti dalla nostra guida strada facendo, alberghetti carini e puliti, sullo stile di viaggi avventure. A volte aveva difficoltà a trovare perché aprile e' alta stagione, e abbiamo dovuto fare qualche cambiamento, ma sempre in meglio alla fine! Il bello del viaggio e' anche questo!

Soldi: causa embargo non si possono usare carte di credito o bancomat. Abbiamo portato euro in contanti e cambiati in loco (da un tipo per strada consigliato dal nostro autista). Per il resto l'embargo deve essere finto perché c'è tutto, coca cola in testa...

Prezzi: mediamente spendiamo sui 30/40 euro la camera tripla con bagno, e sui 10 euro a testa per cenare.

Abbigliamento: pantaloni lunghi, e maglia a manica lunga, per le donne la maglia deve essere larga e coprire il sedere. Inoltre, le donne devono portare un foulard in testa (qualunque sciarpina va bene).

Clima: a fine aprile si stava benissimo, di giorno con il sole un po caldo nelle ore centrali, soprattutto per me che dovevo stare sempre coperta, ma il caldo secco non da fastidio. Non abbiamo mai usato il condizionatore. L'aria è davvero molto secca, le labbra ci si sono screpolate un sacco!

Cibo e igiene: tutto perfetto, abbiamo mangiato e bevuto di tutto, i posti erano sempre molto puliti e come igiene assolutamente ottima, bevevamo tranquillamente l'acqua di strada che è sempre a disposizione bella fredda, e ci riempivamo le bottiglie. Come cibo, i loro piatti sono molto sani e cucinati in modo salutare, a base di carne, pesce, verdure, accompagnati da riso e pane particolare cotto a pietra, si mangia piuttosto bene e si spende poco. Lungo le strade e nei siti turistici si trovano paninoteche e kebabbari, e piccoli market dove comprare bibite, acqua, e snacks, per pranzo di solito facevamo così senza perdere troppo tempo al ristorante.

Per il resto, si trova di tutto qui, non c'è bisogno di portarsi troppa roba. Noi abbiamo viaggiato con la ns bimba di 3 anni e ci siamo trovati sempre bene. Gli iraniani sono molto gentili, ospitali e disponibili, e molto amichevoli...

Viaggio

18 aprile

Arriviamo a Shiraz alle 2 del pomeriggio, con il volo Air Arabia da Sharjah (viviamo a Dubai in questo periodo...), facciamo i visti e dopo i controlli incontriamo il nostro autista all'aeroporto. Ci è simpatico fin da subito, ci prende in giro per i nostri abbigliamenti arabi (siamo in tunica e abaya), e andiamo a lasciare i bagagli all'hotel Hafez in pieno centro. Poi siamo andati a piedi alla Cittadella Arg E Karim Khan, con una breve corsa in taxi al Mausoleo di Hafez dove abbiamo preso un te in giardino, e poi a visitare una Casa antica di cui non ricordo il nome, molto carina. Shiraz e' una cittadina tranquilla, verde, piena di giardini, ci è piaciuta anche se non ci ha colpito così tanto. Sono contenta di aver iniziato il viaggio da qui perché è il posto che ci è piaciuto meno alla fine.

A Cena siamo andati in un posto molto figo vicino alla porta del Corano, un ristorante a tre piani in cui servono cibi diversi ad ogni piano... Siamo andati al piano interrato dove servono piatti tradizionali in un ambiente soffuso, e si mangia per terra con cuscini. Molto carino ma pieno di turisti. Abbiamo comunque cenato molto bene

  • 4191 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social