Viaggio in Iran

Questo Paese ci ha sorpreso per la bellezza e soprattutto per l'ospitalità dei suoi abitanti

  • di fzazza
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

L'Iran ci ha sorpreso per la bellezza e soprattutto l'ospitalità dei suoi abitanti. Dico subito quello che interessa al 99% delle persone che si interessano all'Iran: è un posto sicuro, davvero molto più sicuro dell'Italia. Ecco il sito del nostro viaggio in iran, con foto e filmati http://www.viaggioiniran.org

Ricopio comunque i testi del viaggio in iran:

Mattina del 27 aprile 2012

Usciamo dall'hotel di mattina presto carichi a molla per conoscere una città grande 4 volte Roma. Non sappiamo cosa ci aspetta, stiamo in guardia ma dopo pochi metri ci ritroviamo a passeggiare in mezzo a gente vestita come noi che appena scopre la nostra provenienza ne approfitta per esercitare il proprio inglese! Inglese? Ma non erano tutti anti-occidentali? Ci giriamo intorno e notiamo tante scarpe Nike, qualche bottiglia di Pepsi, un negozio che vende hotdog e ragazzi assolutamente stra-ospitali. Con un pizzico di serena delusione per non aver incontrato il "nemico" iniziamo la ricerca del cambiavalute. La città non è particolarmente bella e il fatto che il venerdi sia giorno festivo non aiuta. Il sole picchia duro sull'asfalto ma se alzi lo sguardo vedi quasi ovunque una catena di montagne innevate! E' una sensazione stranissima e d'altronde sulla guida è scritto chiaramente che lo sport preferito dagli iraniani è lo sci! Io non so se gli iraniani siano particolarmente affascinati dalle zebre ma effettivamente scopriamo subito che quelle strisce bianche disegnate sull'asfalto sono più un vezzo artistico che non un "attraversamento pedonale". In realtà la parola pedoni probabilmente viene tradotta come "birilli" pertanto ogni automobilista cerca di fare del suo meglio per metterti sotto. E' sicuramente questo il più grande pericolo di Teheran, non esistono regole stradali e ognuno si arrangia con lo spazio di asfalto che trova! Trovati i primi negozi di exchange tentiamo di tirare sul cambio ma, nonostante il fisico minaccioso di Conan, ci viene ricordato che l'Iran una volta si chiamava Persia e i persiani non erano proprio gli ultimi dei mercanti. La guerra del prezzo finisce con un pareggio: noi certifichiamo tristemente la loro discendenza senza riuscire a salire di un centesimo ma dall'altro lato chiudiamo con un cambio che comunque è quasi il doppio più vantaggioso rispetto a quello bancario! L'inflazione è al 25% annuo e fa decisamente impressione consegnare 500 euro per riceve in cambio una pesante mazzetta da 11 milioni e mezzo di Rial! Passeggiando per la città ci imbattiamo nell'unico segno forzatamente islamico: il chador sul capo di ogni donna! La legge parla chiaro e, come direbbe Raul Cremona di Zelig "se qualche donna non è d'accordo…" Qui infatti l'uomo "somatizza". In realtà notiamo subito che ne esistono di vari tipi e soprattutto che si può indossare mostrando più o meno il capo. Ci sono donne che si coprono completamente e donne (definite da Conan "scostumate") che per un miracolo della fisica riescono a tenerlo appeso mostrando quasi tutto il capo. Da bravi maschilisti capiamo subito come classificare le ragazze! Osservando queste ragazze ti rendi conto che il velo aumenta notevolmente il loro fascino e che questo si concentra dunque sugli occhi e naso. La seconda sorpresa di oggi è stato infatti notare molti nasi femminili fasciati. In Iran c'è il più alto tasso di rinoplastica del mondo e ogni donna può aumentare la sua bellezza passando un pomeriggio in ambulatorio. Il sole e la stanchezza picconano la nostra resistenza e decidiamo di riposarci in hotel. Il proprietario dell'hotel, Mr. Moussavi (davvero si chiama così e davvero ha un occhio di vetro e davvero Conan è una brutta persona!), ci abbozza un itinerario e ci rimedia anche i passaggi aerei per il giorno successivo! Alle 8pm invece abbiamo l'appuntamento con la sorella di una mia amica. Non diciamo il nome per proteggerla da eventuali visite e qui sotto verrà spiegato il perchè

  • 25068 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. sheylamor
    , 6/7/2013 00:13
    Complimenti! Hai reso molto interessante il diario. Sembrava di leggere un racconto!
  2. sheylamor
    , 6/7/2013 00:12
    Complimenti! Hai reso molto interessante ip

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social