Stato canaglia? MAH..

Si, canaglie, come lo studente incontrato alla stazione ferroviaria di Teheran che, appena sentito che ero straniero, mi voleva offrire il pranzo (perchè? so ospite, chiaro...); oppure il mio vicino di posto sul pulman Isfahan-Shiraz, che mi invita a casa ...

  • di flendero
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Si, canaglie, come lo studente incontrato alla stazione ferroviaria di Teheran che, appena sentito che ero straniero, mi voleva offrire il pranzo (perchè? so ospite, chiaro...); oppure il mio vicino di posto sul pulman Isfahan-Shiraz, che mi invita a casa sua (perchè? sono ospite, no?); o il tassinaro di Persepoli che mi porta a casa sua a provare tè e narghilè locali perchè la macchina gli era stata "requisita" dalla moglie (fortuna che lì le donne contano poco...).

E si potrebbe continuare...

Partenza il 21 marzo da Roma, poi Milano-Teheran con Alitalia, arrivo alle 4 di mattina: alloggio nella zona sud, più economica e pieni di alberghetti e sto il tempo necessario per organizzare il mio giro: purtroppo capisco subito che i problemi legati alla festa del capodanno islamico non sono pochi. Treni pieni (lenti ma puliti, usateli), guesthouse ancora di più. Comunque trovo un posto sul treno x Isfahan, dopo aver constatato che le agenzie di viaggio vendono solo biglietti aerei,(tocca andà alla stazione) e arrivo in una città difficile da descrivere a parole: la moschea dell'imam, i ponti vecchi di 5 secoli...

Resto un paio di giorni e parto in pulman x Yazd, situata in mezzo al deserto, patria dello zoroastrismo e dei canali sotterranei (i persiani portavano l'acqua ovunque nel deserto, 2500 anni fa...), posto incredibilmente "new age". La città vecchia, dove si alloggia di solito, è costruita di mattoni di fango, costellata di badgir (le torri del vento, questi c'avevano l'aria condizionata prima di Cristo). Qui rimango 5 giorni per visitare pure i dintorni: per molti sarebbero tanti, ma a Yazd ci si ferma anche per gustarne l'atmosfera. Da qui pulman x Shiraz, la città di Hafez e del vino (prima dell'avvento del regime islamico, ovvio), ottimo punto di partenza x visitare Persepoli e Pasargade, se non fosse stato x la pioggia infinita, si capisce. Tre giorni lì e nuovo pulman notturno x Ahwaz, confine iracheno, dove la pioggia non l'hanno mai vista ma le raffinerie di petrolio sì, e pure tante. La città , va detto, è oscena, ma da lì si può visitare tranquillamente Shush, la vecchia Susa,la tomba del profeta Daniele e la Ziggurat di Choqa Zanbil. Fortuna che si può fare tutto in mattinata e fuggire alla velocità della luce: la cosa più triste è che 18 ore di viaggio x Teheran me le so dovute fa con l'autobus, xkè il treno era esaurito... Tornato a Teheran dopo un viaggio infinito, mi sono beccato due giorni di festa (e qui se è festa, è festa davvero, tutto chiuso), inframezzati solo dalla protesta locale contro l'invasione dei marinai inglesi, con manifestazione di fronte all'ambasciata,a 100m dal mio albergo. Tre giorni a Teheran (troppo stanco x visitare il Trono di Salomone , 400 km a nord), mi servono per chiaccherare con la gente locale, sempre incuriosita dal trovarsi di fronte un turista occidentale, e disponibili a parlare, soprattutto di politica e religione; in particolare nella zona dell'università, ogni studente (e pure sudentessa, peccato il tempo tiranno, sigh) fanno a gara per sentire come vede la situazione politica un occidentale.

Unico lato negativo della vacanza sono i menu dei ristoranti:tutti pieni di portate, ma scritti in farsi, il che comporta 3 settimane di kebab, pizza e panini. Fa eccezione un bel ristorante caratteristico nel Parc-e-shar di Teheran: menu in inglese, camerieri che lo parlano bene,e l'atmosfera tipica che ci si aspetta da queste parti.

I locali notturni, chiaramente non esistono.

Concludo dicendo che il prologo della lonely planet sull'Iran parla della migliore e meno pubblicizzata risorsa del paese, quella x la quale, da sola, vale il prezzo del biglietto: la gente. Nulla di più azzeccato!

  • 723 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social