Southern England coast to coast

Il nostro viaggio itinerante ha toccato tutti i luoghi simbolo dell’Inghilterra del Sud. Da Canterbury a Cardiff, abbiamo viaggiato lungo le coste inglesi visitando villaggi, cattedrali, castelli e pub. Enjoy

  • di Fra&Gazz
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quest’anno, l’amore per il Regno Unito ci ha portati nel Sud.

Come sempre, il nostro viaggio estivo è stato pianificato nei dettagli, nei mesi precedenti. A partire da gennaio, abbiamo prenotato i voli, l’auto a noleggio, i vari hotel.

Inizialmente, ci siamo divisi i compiti: io-Francesca ho studiato le guide per scoprire i paesini più interessanti e scegliere i luoghi principali da visitare, organizzando così le varie tappe; io-Marco ho selezionato piccoli pub storici dove assaggiare birre artigianali e ho tracciato i principali spostamenti in auto sul Road Atlas. Insieme, abbiamo letto i diari di viaggio relativi al Sud e alla Cornovaglia in particolare; abbiamo prenotato hotel e B&B, principalmente su booking.com (che per noi è una garanzia); abbiamo scoperto l’utilità del National Trust Touring Pass; abbiamo riletto il libro di Ian Marchant, “Isole, incontri, pub, soprattutto pub”, per qualche consiglio fuori dall’ordinario.

Ecco il diario delle nostre due settimane alla scoperta dell’Inghilterra del Sud.

Domenica 2 agosto: Heathrow - Leeds Castle – Canterbury (Km 169)

Dopo una sveglia tremendamente mattutina ed il volo British Airways da Bologna delle ore 8.15, atterriamo a Heathrow alle 9.30 e recuperiamo l’auto (noleggiata con Avis, partner di BA): ci viene assegnata una Ford Focus, blu elettrica, con cambio automatico.

Ci mettiamo subito in marcia, per uscire dal terribile Ring Road (M25) di Londra.

La prima tappa è nel paesino di Maidstone, dove ci fermiamo per la prima pinta in suolo britannico al pub The Olde Thirsty Pig, che si trova in un edificio a graticcio del XV secolo. Marco, studiando il sito del CAMRA, ha scovato piccoli pub vecchi e particolari, che offrono birre artigianali e locali. Iniziamo la vacanza con una pinta di Flintlock ed una di Cattle Shed, entrambe rigorosamente “made in Kent”.

Ci dirigiamo poi al Leeds Castle, il castello più visitato d’Inghilterra. Abbiamo prenotato e pagato l’ingresso online (£ 21,60 a testa, con sconto 10%). Il castello è circondato da un immenso parco di 500 acri che, vista la splendida giornata di sole, è pieno di gente che passeggia e fa picnic. Ci addentriamo nei giardini, fino all’imponente costruzione di pietra, risalente al 1119, che sorge su un’isoletta in mezzo al lago e che, dal 1268, è stato residenza reale (qui, hanno abitato anche Enrico VIII e la prima moglie Caterina d’Aragona). Il castello è privato ed aperto al pubblico dal 1926. Giriamo per le stanze, riccamente arredate in stile Tudor.

Dopo una breve pausa caffè nel parco, riprendiamo l’auto per dirigerci a Canterbury, dove abbiamo prenotato l’hotel Falstaff (£ 79,00, per camera doppia e prima colazione). L’hotel si trova appena fuori le Westgate Towers, una delle porte d’ingresso al centro pedonale della città, ed ha un parcheggio privato gratuito. Ci assegnano la stanza n.30, nella dependance (Tap Rooms), a piano terra; pulita, comoda e poco rumorosa nonostante la posizione.

Abbandonati i bagagli, andiamo subito in centro per una passeggiata prima di cena. Essendo domenica, negozi e attrazioni sono già tutti chiusi. Anche i pub, tra l’altro, chiudono presto la cucina. Ci fermiamo al Foundry Brew Pub, sede del microbirrificio di Canterbury, dove assaggiamo la Foundry Man’s Gold e la Kobold black lager, gustandoci le pinte nel giardino esterno.

Decidiamo di cenare al The Old Weavers, un ristorante abbastanza turistico con terrazza esterna sul canale. Entrambi cediamo alla tentazione del primo fish&chips della vacanza (cena per due, £ 40,00)

  • 24809 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social