Inghilterra del Sud

Tour itinerante della Gran Bretagna dal Kent alla Cornovaglia

  • di SimTiz
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Tour intensivo in terra di Albione alla scoperta delle regioni del sud, da una punta (Kent) all’altra (Cornovaglia), bazzicando tra le bianche scogliere, castelli medievali e paesini costieri.

Da casa prenotiamo senza problemi voli su e da Londra data l’enorme disponibilità della rotta, l’auto a noleggio e, con qualche fatica, tutti gli alloggi.

Auto: prenotata da Alamo – Enterprise tramite Autoeurope; essendo la prima esperienza di guida a destra per me abbiamo optato per una vettura con cambio automatico. Tutte le proposte del sito offrivano solo la franchigia in caso di danni con valori variabili da circa 800£ a oltre 1200£. Dopo un paio di giorni Autoeurope mi contatta via mail proponendo a circa 55€ un’assicurazione supplementare con rimborso totale della franchigia e accettiamo di stipularla per ogni evenienza.

Alloggi: le camere in hotel o b&b, almeno nel periodo della nostra vacanza – prima metà di agosto – si trovano da un minimo di 60£-70£ (circa 90€-100€). Per risparmiare qualcosa sulle sistemazioni abbiamo optato per prenotare delle stanze in case private tramite Airbnb, solo in tre notti abbiamo trovato una camera in b&b / pensioni con buon rapporto qualità-prezzo.

Ristoranti: in generale ci siamo quasi sempre fermati in un pub o tavola calda per il mezzogiorno, spendendo in media 15£ a testa (un piatto e una bevanda); mentre la sera abbiamo sempre scelto ristoranti o pub con un menu più ampio, con un costo medio di 25£-30£ a persona.

Note: In ogni città, paese e villaggio abbiamo trovato parcheggi praticamente tutti a pagamento, tranne poche eccezioni e magari qualcuno che offriva orari e giorni liberi. Spesso i parchimetri non sono dotati di lettore di carte di credito, per cui è sempre bene tenere a portata di mano una buona scorta di monete (tranne quelle da 1 e 2 penny che raramente sono accettate).

Le attrazioni sono di fatto tutte con ingresso a pagamento; abbiamo trovato cattedrali dove viene chiesta all’ingresso un’offerta spontanea e “guidata” (in qualche caso anche non molto “spontanea” visto che all’ingresso solitamente troverete un addetto che riscuoterà l’obolo). Spesso il parcheggio ha una tariffa a parte e supplementare rispetto all’attrazione. Sono disponibili pass a scadenza che danno accesso a tutte le attrazioni di un circuito (National Trust, National Heritage), ma per sfruttarli in pieno bisognerebbe prevedere un tour apposito. Tenetene conto. Noi invece abbiamo scelto di pagare volta per volta.

Giorno 1

Partiamo di buon’ora da Malpensa direzione Gatwick, dove senza perdere tempo ci dirigiamo al noleggio auto per recuperare il mezzo prenotato. Dopo qualche contrattazione l’impiegata della compagnia di noleggio ci affida un’auto di categoria superiore a quella prenotata senza ulteriori addebiti. Carichiamo i bagagli e ci mettiamo in marcia… un po’ a casaccio, la prima mezz’ora è servita a prendere confidenza con la guida a destra.

Superati i primi impacci di guida, iniziamo a prendere la strada verso il Kent impostando il navigatore verso la prima meta pianificata, i giardini di Chartwell, vecchia tenuta di Sir Winston Churchill ora diventata patrimonio nazionale. Proseguiamo sulle autostrade M23 e M25 fino allo svincolo nei pressi di Westerham e qui ci imbattiamo nelle prime strade inglesi di campagna, boscose, tortuose e un po’ strette… almeno per me c’è voluto qualche giorno per prendere l’occhio :). Arriviamo all’ingresso della tenuta, ma alla fine diamo solo uno sguardo dal parcheggio senza fermarci, il luogo si presenta più come un parco per fare camminate e in quel momento la nostra necessità primaria era prelevare denaro e acquistare alcune cose di prima necessità per il viaggio. Decidiamo quindi di riprendere l’autostrada M25 e dirigerci verso la prima città nella quale si era pianificato di fermarsi per una sosta. Usciamo poco dopo sulla A21, una decina di miglia circa e arriviamo a Tonbridge. Sbrigate le necessità facciamo un giro lungo la strada principale. La cittadina è piacevole e merita una sosta soprattutto per la zona del castello posta all’inizio di un bel parco lungo il fiume Medway, adatto a passeggiate e famigliole

  • 38791 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social