Indonesia: un viaggio tra terra e mare, acqua e fuoco

Alla scoperta di Bali, delle selvagge Flores, Rinca e Komodo, e degli spettacolari ambienti naturali di Giava

  • di francoarcturus
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 10
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Il Diario di Marisa - Indonesia: dal 4 al 22 ottobre 2016

È un paese situato nella parte meridionale del Sud-Est asiatico, costituito da 17.500 isole, che formano il più grande arcipelago del mondo. Così tante isole assicurano un ricco e vario patrimonio culturale; grazie alla sua importanza geopolitica il paese è stato influenzato da diverse nazioni vicine, che hanno segnato la sua storia e la sua architettura. L'Indonesia è posta sul bordo d’importanti faglie tettoniche che la rendono molto soggetta a fenomeni quali vulcanismo e terremoti; possiede almeno centocinquanta vulcani attivi. Millecinquecento anni fa e sotto l'influenza indiana, in queste isole fiorirono i regni indù e buddisti; secoli dopo, i musulmani hanno portato la religione islamica. La produzione di spezie favorì gli scambi commerciali con la Cina, che le potenze europee, più tardi, tentarono di controllare. Colonia olandese dall'inizio del XVII secolo, fu occupata dai giapponesi nel periodo della seconda guerra mondiale e, subito dopo, ha ottenuto l'indipendenza.

Un viaggio tra terra e mare, fra acqua e fuoco, alla scoperta delle Isole di Bali, Flores visitando Rinca e Komodo e, infine, Giava attraversando spettacolari ambienti naturali, sovrastati da imponenti vulcani. Su queste isole vivono popolazioni diverse per etnia, lingua, usanze e religione. Non solo ogni isola ha le sue caratteristiche, ma qui si capisce fino in fondo il significato della parola "isola": solo l'isolamento ha salvato dall’estinzione i terrificanti varani giganti e questo incontro ci riporterà alla "preistoria". Viaggiare per le isole dell'Indonesia è come spostarsi da un continente all'altro. I territori, i popoli e le loro culture sono così diversi che è impossibile annoiarsi e non trovare qualcosa che affascina.

Sono tornata da un mese da quest’arcipelago e ho ancora dentro i colori, i profumi di questa terra, il sorriso e la gentilezza dei suoi stupendi abitanti che ci hanno fatto star bene. Vi posso dire che non è stato difficile amare questi luoghi, ma devo anche ammettere che le nostre guide hanno contribuito a rafforzare sentimenti di ammirazione e benevolenza nei confronti di questo popolo: Sem, la guida balinese, Victor il giovane di Flores e Luna con il figlio Madi che ci hanno guidato a Giava. Trasmettono ai turisti, con un sorriso, tutte le loro conoscenze sui luoghi, sulle usanze e sui riti, sempre in modo leggero con gentilezza, disponibilità, pacatezza, rivelando l'orgoglio di essere nati proprio lì e, particolare molto importante per me, si esprimono in un italiano comprensibilissimo! Rispondono a ogni domanda, a ogni curiosità, non stancandosi mai, ma aggiungendo sempre qualcosa in più, qualcosa che non ci si aspetta.

4 ottobre: Volo da Mi-Singapore - Singapore- Bali

5 ottobre: Arrivo all’isola di Bali

All’aeroporto di Bali, la nostra guida, in costume tradizionale, è in attesa di Franco, uno dei due soci fondatori della Coritour che, in quest’occasione, conta dieci adesioni: Franco e Tino, i due fondatori, Betta e Cecilia, Maria Rosa e Maria Luisa, Dodi ed io e le mie “nipotine” Michela e Lisa, le due giovani nuove partecipanti al tour.

Bali è una sorta d’isola delle meraviglie. La spiritualità che tutto pervade, si esprime qui in una fittissima rete di templi, altari, statue e in centinaia di riti, feste, offerte e preghiere. Nonostante il boom turistico degli ultimi anni, Bali mantiene la sua autenticità e il suo fascino. E’ un’isola piccola, molto verde con caratteristiche colline terrazzate e folte foreste tropicali. La città più importante e più viva è Denpasar, dove si trova anche l’aeroporto internazionale. Ubud è situata, invece, all’interno dell’isola ed è il più grande centro artistico e culturale. E’ anche per la sua arte che l’isola è famosa in tutto il mondo. Scultura nella pietra e intaglio del legno sono le attività artistiche più sviluppate

  • 49502 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social