Indonesia, zaini in spalla e bimbo per mano... si può

Un mese in giro per l'Indonesia, per capire che avere dei bambini non mette limiti a nulla, soprattutto alla meraviglia del viaggio e che si può viaggiare senza programmare tutto nei dettagli

  • di marta1983 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Abbiamo sempre amato viaggiare io e il mio compagno… ma siamo fermi da troppi anni e ora iniziamo a scalpitare, ed è così che dopo aver divorato l’intera guida decidiamo la nostra prossima meta… torneremo a Bali e questa volta lo faremo assieme a nostro figlio di quasi quattro anni.

Volo prenotato con la Singapore Air Lines a gennaio, coincidenze perfette con un solo scalo a Singapore di pochissime ore. Atterriamo a Bali e l’odore di frangipani e incenso ci invade piacevolmente le narici… proprio come lo ricordavo, indimenticabile. Prendiamo un taxi appena fuori dall’aeroporto e ci dirigiamo alla volta di Sanur, dove alloggiamo in un piccolo albergo a conduzione famigliare che abbiamo trovato vagabondando per la strada principale del paese; ”Hotel Julia 1”, dove per l’equivalente di €30 abbiamo una stanza pulita, con aria condizionata, colazione e piscina in una stradina silenziosa.

Esploriamo i dintorni e per farlo noleggiamo due biciclette con tanto di seggiolino e capiamo che questo è il metodo migliore per esplorare la zona perché in questo modo il pargolo non si stanca a camminare, noi raggiungiamo qualsiasi posto e percorriamo in lungo e in largo la costa, punteggiata di ristorantini e negozietti caratteristici. Visitiamo anche un centro di recupero per la tutela delle piccole tartarughe marine e poi non ci resta che rilassarci in spiaggia, mentre nostro figlio gioca con la sabbia e scopre il fascino dell’alta e bassa marea. Dopo alcuni giorni ci spostiamo a bordo di un grosso motoscafo della compagnia Scoot per raggiungere l’isola di Nusa Lembongan che dista circa un’ora dalle coste di Bali. Sbarcati sulla piccola isola iniziamo a cercare una sistemazione per la notte,e dopo un po’ di giri scegliamo “Kenta Homestay”;un alberghetto leggermente appartato a condizione famigliare dove ci danno una stanza pulita, aria condizionata e piccolo giardinetto rilassante per circa €14.Nei giorni successivi scopriamo che questa isola è davvero molto turistica e rischia di esser rovinata nel giro di pochi anni. Decidiamo di fare un giro a bordo di un piccolo furgoncino e così visitiamo le spiagge più rinomate, attraversiamo il famoso Yellow Bridge ed esploriamo anche gli angoli più remoti dell’isola.Il giorno dopo organizziamo un’uscita in barca ed è così che ci immergiamo in un posto fantastico, dove un mondo marino multicolore e pullulante di vita ci abbaglia e ci lascia senza fiato e infine raggiungiamo Mantha Bay, dove nel giro di pochi minuti ci troviamo circondati da otto magnifiche mante, imponenti ed eleganti che nuotano tranquille tra di noi…talmente vicine da poterle accarezzare e questo ci regala bellissime emozioni.

Terminato il nostro soggiorno a Nusa Lembongan prendiamo un altro motoscafo con destinazione Gili Meno, un’isoletta minuscola ed assonnata, dove non esistono mezzi di trasporto a motore, così… zaino in spalla e via, a cercare anche qui una sistemazione. Dopo una bella passeggiata la nostra scelta ricade su “Gili Garden Bungalows”, ovvero una manciata di piccole casette incastonate in un bellissimo giardino fiorito, in una stradina secondaria e molto silenziosa, con stanze pulite e una buona colazione. E’ un piccolo albergo gestito da una famiglia molto carina e disponibile che vi darà un sacco di dritte utili. State sempre attenti però, perché proprio lì intorno non mancheranno le occasioni per avvistare i famosi varani… grandi e piccoli che siano sono sempre affascinanti.

Esploriamo l’isola, circondata da spiagge bianche e acque turchesi e facendo snorkeling avrete molte probabilità di incontrare splendide tartarughe marine a pochi metri dalla riva, il tutto arricchito da pesci multicolore e coralli davvero suggestivi. Chiedete alla gente dove è meglio immergersi; vi indicheranno la zona migliore, che solitamente è quella che si rivolge verso Gili Trawangan

  • 10861 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social