Giava e Bali, viaggio tra storia e natura

Un viaggio tra templi buddisti e induisti, in un Paese dove più religioni convivono grazie al legame con gli antenati, e dove la natura, a volte violenta e crudele, ma spettacolare e rigogliosa, rischia talvolta la distruzione per gli egoismi...

  • di evaluna278
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

INDONESIA - 22 agosto/ 9 settembre 2013

22 - 23 - 24 Agosto

Finalmente si parte. In auto fino a Venezia, parcheggio all'Alilaguna (parcheggio che sconsiglio, è molto caro, non si può pagare con carta ma solo con contante, e il personale non è particolarmente cortese), e poi via, con il volo Emirates delle 21.55.

Prima tappa, Dubai. La prima parte del viaggio è tranquilla, bell'aereo, steward e hostess gentili, aereo comodo e cibo buono.

Arrivati a Dubai trascorriamo alcune ore vagando per l'aeroporto. Mi aspettavo qualcosa di più, il duty free è come quello di tutti gli altri aeroporti e i prezzi pure. Solo in una negozio si trovano le specialità arabe, pistacchi e anacardi e simili.

I ristoranti e i bar non sono un granché.

Dopo qualche ora, affrontiamo la seconda parte del viaggio, aereo più grande, posti comodi e spaziosi, cibo buono, il servizio forse è inferiore rispetto all'andata ma non ci possiamo lamentare.

Arriviamo a Giakarta la sera del 23 agosto, e ci troviamo subito in coda, prima per pagare il visto, poi per l'apposizione del visto e il controllo del passaporto, infine per il ritiro bagagli. Riusciamo ad uscire dall'aeroporto solo dopo un'ora e mezza abbondante.

Abbiamo trovato subito lo shuttle dell'albergo, FM 7, che ci porta in hotel, facciamo il check in, anche qui un po' lenti, e finalmente all'una arriviamo in camera.

L'hotel è bello, con camere spaziose e pulite, unico neo, mettono solo due asciugamani grandi.

C'è anche una bella piscina, ma non abbiamo il tempo di usarla.

La mattina sveglia verso le quattro, colazione al volo (dalle 4 l'hotel offre una colazione light), poi con lo shuttle delle 4.30 raggiungiamo l'aeroporto, dove arriviamo verso le 5, lasciamo i bagagli al desk di Air Asia (check-in fatto via mail), ci avviamo verso l'imbarco e finalmente partiamo.

All'arrivo a Jojakarta recuperiamo in un attimo i bagagli, e usciamo, poi prendiamo un taxi. Essendo in quattro con 4 bagagli non ci consentono di prendere il taxi normale (che costa 60.000 idr), ma quello extra, cioè un van invece dell'auto (120.000 idr). Arriviamo all'hotel alle 7 del mattino, e ovviamente le stanze non sono ancora pronte. L'hotel scelto è l'Arjuna, prenotato tramite laterooms.com, ad un prezzo inferiore rispetto a quello chiesto direttamente dall'hotel ( 575.000 idr a notte invece di 650.000). Facciamo comunque il check in, lasciamo i bagagli e chiamiamo il nostro driver, per sentire se può raggiungerci prima di quanto stabilito: nessun problema, è pronto e in un lampo arriva. Si chiama Rianto, Ronnie è il nome d'arte (ronniesendu@hotmail.com) e con lui discutiamo su come organizzare i tre giorni che trascorreremo insieme. L'ho contattato dopo aver trovato la sua mail su un diario (non ricordo dove, ma ringrazio chi l'ha scritto), e si è rivelato una persona squisita: non solo è stato un ottimo autista, ma ha saputo consigliarci ottimamente sulle cose da vedere e ci ha fatto sperimentare le specialità culinarie giavanesi, spiegandoci cosa fossero.

Decidiamo, come prima giornata, di fare un giro della città e poi di andare a vedere Prambanan.

Il giro della città ci porta al Kraton, il palazzo reale, nel quale ancora oggi vive il sultano, dove con il biglietto di ingresso (12.500 idr + 1.000 per la macchina fotografica) si ha anche una guida che ci accompagna e spiega le poche cose da dire sul palazzo. Prima di uscire assistiamo ad uno spettacolo di marionette, quelle nascoste, tipo ombre cinesi.

Continuiamo il giro della città, visitando il Palazzo sull'acqua (10.000 idr) che è quasi interamente ricostruito, ma rende l'idea di come poteva essere nella sua versione originale

  • 62528 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social