Bali e le isole Gili... splendida Indonesia !!!

Un viaggio tra cultura e relax...

  • di Afrolounge
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Eccoci appena tornati dal nostro viaggio estivo dietro l’angolo…. quest’anno è stata l’Indonesia la nostra meta . Questa meraviglia si trova nella zona sud-orientale dell'Asia (con una parte in Oceania, la Nuova Guinea) ed è uno dei Paesi più vasti e popolati del Continente.

La caratteristica geografica che salta subito all'occhio guardando una qualsiasi cartina su internet sono le migliaia di isole di ogni forma e dimensione, alcune delle quali divise con altri Stati e oltre metà del territorio è dato da foreste equatoriali.

Diciamo che questo è l’aspetto che ci ha particolarmente colpito quando come sempre io e la mia dolce metà ci siamo messi a giocare spostando il dito sullo schermo da una località ad un’altra mentre stavamo preparando il nostro viaggio !!!!

Bali per molti aspetti è il gioiello più prezioso nell’arcipelago indonesiano ed è proprio da qui che comincia il nostro viaggio .

Siamo partiti da Venezia il 27 giugno 2010 con Lufthansa via Francoforte per Jakarta , un viaggio di c.a. 18 ore se si considera lo scalo tecnico a Singapore .

Per fortuna gran parte del tempo abbiamo volato di notte , o per lo meno con la non consapevolezza di cambiare velocemente i vari fusi orari ; il confort dei vecchi Boeing 747 tedeschi non è il massimo e sarà mia cura per i prossimi viaggi accertarmi oltre al prezzo anche della tipologia dell’aeromobile che si utilizza per questi voli lunghi .

La percezione avuta per questo volo intercontinentale di Lufthansa è che si tratta di una compagnia sicura, puntuale ,economica ( il biglietto via web lo abbiamo pagato 560 euro a testa a/r ) , con staff gentile ma con sedili scomodi e con servizi non al passo con la concorrenza ( il 747 vola da più di 20 anni e sedili stretti e monitor per i film al centro del corridoio anziché su ogni sedile fanno scegliere altre compagnie ) speriamo nel A380 .

Da Jakarta ( terminal 2 ) siamo transitati al terminal 3 dove la nostra tanto amata lowcost Airasia ci ha fatto volare sino a Denpasar ( 230 euro in 2 a/r via web ) .

Per la cronaca , anche quest’anno Airasia ha vinto il premio come migliore low cost !!!!!

Dopo aver visto salire e scendere il sole diverse volte finalmente a Bali , il tempo per una doccia e poi una cena al Nero Bali a Kuta , località che abbiamo scelto come base per visitare l’isola , il sonno poi ha avuto il sopravvento .

Nei 3 giorni seguenti di buona mattina abbiamo deciso di lanciarci alla scoperta di Bali , abbiamo scelto di prendere una macchina a noleggio con autista ( 30 euro al giorno in due ) e di uscire al più presto dal caos di Kuta .

Mai visto un traffico così incasinato , qui le strade sono strette e basta un’auto parcheggiata male per rimanere incastrati per ore , le alternative sono lo scooter a noleggio o , seconda scelta che consiglio , vivamente evitare Kuta ma scegliere un’altra città come base, io ad esempio per una prossima visita a Bali sceglierei Ubud .

Prima tappa Jimbaran , una località molto rinomata per gli spettacoli di barong dance, una danza dove gli artisti cadono in trance , è il nostro primo veloce assaggio sull’architettura sacra balinese , da qui si può ammirare infatti il pura Ulun Siwi, un bellissimo tempio fatto di mattoni.

I nostri occhi facevano a gara guardando a destra e sinistra come un tergicristallo impazzito questa bellissima civiltà, questi colori , questi paesaggi che cambiano e si susseguono rapidamente.

Prima di arrivare ad Ubud ci fermiamo a Thopati per vedere la lavorazione dei noti Batik, poi Celuk un luogo meraviglioso per chi e' interessato alla lavorazione di oro ed argento, ed infine Mas famoso per la lavorazione del legno. Viaggiando con un autista le tappe sono abbastanza veloci e abbiamo la massima autonomia nel decidere tempi e luoghi , decidiamo quindi di proseguire con la visita del tempio di Gunung Lebah, il famoso Palazzo Reale di Ubud che risale al XVI secolo, costruito dalla famiglia Reale Tjokorda nel periodo del dominio Majapahit. Il Palazzo Reale e’ ancora la reggia nonche’ l’ attuale abitazione della famiglia Reale Tjokorda, ed è stata un’ esperienza interessantissima scoprire come essi vivono....

Ubud è molto bella , piccola ,sviluppata lungo una strada dove 1000 negozi di artigiani la rendono colorata ,unica …. Non avendo il mare vicino molti resort lo hanno creato con giochi magnifici fatti da piscine e sculture , i ritmi insomma sono sicuramente molto più lenti rispetto a Kuta e la sensazione di vivere Bali qui sicuramente è meno turistica rispetto alla rimininense Kuta

Annunci Google
  • 33038 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social